Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Progettazione impianti sprinkler: EN 12845

ID 5644 | | Visite: 13342 | Documenti impianti riservatiPermalink: https://www.certifico.com/id/5644

EN 124585 Impianti sprinkler

Progettazione impianti sprinkler Quadro normativo generale | EN 12845:2015

Il presente documento illustra, con il supporto di immagini e di schemi, la progettazione di sistemi automatici a sprinkler (protezione attiva antincendio), in base a quanto indicato nella norma UNI EN 12845:2015 ed in accordo con il DM 20 dicembre 2012 regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l'incendio.

UNI EN 12845:2015
Installazioni fisse antincendio - Sistemi automatici a sprinkler - Progettazione, installazione e manutenzione

Il presente documento è elaborato sulla norma UNI EN 12845:2015 (Edizione 2015).

La presente norma europea specifica i requisiti e fornisce le raccomandazioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio sprinkler in edifici e in insediamenti industriali, e i requisiti particolari per i sistemi sprinkler, che sono parte integrante delle misure per la protezione della vita.

Attenzione: documento elaborato su norma UNI 12845:2015, possibili riferimenti ad altre norme riportate non più in vigore.   

Download Progettazione Impianti sprinkler EN 12845 | Preview

Excursus

Quadro normativo

UNI EN 12845:2015
Installazioni fisse antincendio - Sistemi automatici a sprinkler - Progettazione, installazione e manutenzione

La norma specifica i requisiti e fornisce le raccomandazioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio sprinkler in edifici e in insediamenti industriali, ed i requisiti particolari per i sistemi sprinkler. Essa tratta la classificazione dei pericoli, le alimentazioni idriche, i componenti da utilizzare, l’installazione, le prove ed il collaudo del sistema, la manutenzione e l’ampliamento dei sistemi esistenti, ed individua, per gli edifici, le indicazioni costruttive necessarie per garantire una prestazione soddisfacente dei sistemi sprinkler.

La presente norma europea tratta solamente i tipi di erogatori sprinkler specificati nella EN 12259-1.

I requisiti e le raccomandazioni della presente norma europea sono anche applicabili a qualsiasi aggiunta, ampliamento, riparazione o altre modifiche apportate a un sistema sprinkler. Essi non sono applicabili ai sistemi spray ad acqua e ai sistemi a diluvio.

DM 20 dicembre 2012
Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l'incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi.
(G.U. n. 3 del 4 gennaio 2013)

Disposizioni per gli impianti sprinkler DM 20 dicembre 2012

5. DM 20 dicembre 2012 cap. 5

Per la progettazione, installazione e manutenzione dei sistemi automatici a pioggia, tipo sprinkler, può essere utilizzata la norma UNI EN 12845.

A tale norma si potrà fare riferimento, per quanto applicabile, per la definizione dei requisiti minimi da soddisfare nella progettazione, installazione e manutenzione di impianti sprinkler installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi.

Il ricorso a norme diverse dalla norma UNIEN 12845 è ammesso limitatamente a quelle pubblicate da organismi di standardizzazione, internazionalmente riconosciuti nel settore antincendio.

In tal caso, l'adozione dovrà essere integrale, inclusa la tipologia ed il dimensionamento dell'alimentazione idrica e delle eventuali misure accessorie, fatti salvi gli obblighi connessi all'impiego di prodotti soggetti a normativa comunitaria di armonizzazione. 



Direttive di Prodotto e norme Installazioni fisse antincendio

EN 12845 (Sistemi automatici a sprinkler)
EN 12259-X (Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua)

Nota DCPREV prot. n. 8879 del 04-07-2012

Oggetto Sistemi di protezione attiva antincendio a Sprinkler realizzati secondo norme di riferimento diverse dalla EN 12845.

In riferimento ai quesiti …, sentite al riguardo le competenti Aree di questa Direzione, tenendo conto dello stato dell'arte concernente la normativa tecnica e di prodotto nonché dei contenuti dell'emanando decreto sui sistemi di protezione attiva antincendio, si fornisce un quadro di sintesi sulle problematiche prospettate.

In linea generale, la norma EN 12845, recepita dall'UNI, rappresenta la regola dell'arte in ambito europeo per la progettazione dei sistemi sprinkler. Fatto salvo quanto prescritto per tali sistemi dalle disposizioni di prevenzione incendi che impongano eventuali particolari requisiti prestazionali o vincolino la progettazione a seguire una particolare norma, l'utilizzo, per ragioni che devono essere esplicitate nella documentazione tecnica, di norme di progettazione diverse ma comunque riconosciute valide a livello internazionale ed in grado di assicurare la realizzazione, in relazione allo specifico rischio, dell'impianto a regola d'arte, si ritiene possibile. Una volta effettuata la scelta della norma di progettazione idonea per la protezione del rischio in esame, il professionista è necessariamente tenuto a seguirla integralmente, inclusa la tipologia ed il dimensionamento dell'alimentazione idrica e delle eventuali misure accessorie.

Per l'impianto realizzato con la norma prescelta dovrà essere poi prodotta la dichiarazione di conformità prevista dalla normativa vigente, corredata da una specifica attestazione, a firma del tecnico progettista, con l'indicazione della norma internazionalmente riconosciuta, applicata nella realizzazione e della idoneità della stessa ad assicurare la protezione dello specifico rischio, così come conseguito per gli impianti eseguiti secondo la regola dell'arte.

Per quanto riguarda i prodotti, è fondamentale considerare congiuntamente tre distinti aspetti:

1. Tutte le norme tecniche di progettazione ed installazione di tali sistemi contengono sempre i riferimenti di tutte le norme di prodotto dei componenti con cui i sistemi devono essere realizzati. Tale requisito è fondamentale affinché siano garantite le prestazioni attese del sistema.

2. Trattandosi di installazioni fisse, tali sistemi ricadono nel campo di applicazione della direttiva 89/106/CEE "prodotti da costruzione" (sostituita Regolamento (UE) 305/2011). Tale direttiva prevede obbligatoriamente la marcatura CE dei prodotti immessi sul mercato dell'Unione Europea e del SEE per i quali siano disponibili norme armonizzate di prodotto e sia terminato il periodo di coesistenza con le disposizioni nazionali previgenti. È questo, attualmente, il caso delle testine sprinkler (EN 12259-1), le valvole di allarme idraulico (EN 12259-2), le valvole di allarme a secco (EN 12259-3), gli allarmi a motore ad acqua (EN 12259-4), gli indicatori di flusso (EN 12259-5). Inoltre per prodotti innovativi o che deviano da norma armonizzata, è possibile su base volontaria richiedere il rilascio di un benestare tecnico europeo (ETA) che rappresenta un percorso alternativo per la marcatura CE dei prodotti. Per i sistemi sprinkler si segnala che tale procedura è stata attivata, per quanto noto, dai fabbricanti per le testine sprinkler di tipo "ESFR" e per quelle di tipo "extended coverage".

3. Per quanto riguarda il gruppo di pompaggio antincendio a servizio di un sistema sprinkler, occorre notare che la norma EN 12845 cita la norma di prodotto EN 12259-12, che non è ancora stata emanata dal CEN. Pertanto, pur essendo anch'esso un prodotto da costruzione, nelle more che la parte 12 della EN 12259 assuma lo status di norma armonizzata e sia pubblicata nella G.U.U.E., il gruppo di pompaggio deve recare la marcatura CE ai sensi delle altre direttive applicabili (ad esempio Macchine, Bassa Tensione e Compatibilità elettromagnetica 2004).

Conseguentemente, qualora si ricorra a norme di progettazione diverse dalla EN 12845, è fondamentale che i prodotti ricadenti nel campo di applicazione delle parti da 1 a 5 della norma armonizzata EN 12259 siano in possesso della marcatura CE ovvero, per i prodotti innovativi o che deviano da norma armonizzata, di Benestare Tecnico Europeo, mentre per il gruppo pompa vale quanto indicato al precedente punto 3. Ai prodotti si applicano poi anche le diverse certificazioni di prodotto eventualmente richieste dalla norma di progettazione seguita (ad es. quelle rilasciate da FM Global, UL o altre analoghe). 

Le norme della serie EN 12259-X armonizzate CPR

UNI EN 12259-1:2007
Installazioni fisse antincendio - Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 1: Sprinkler (armonizzata CPR)

UNI EN 12259-2:2006
Installazioni fisse antincendio - Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 2: Valvole di allarme idraulico (armonizzata CPR)

UNI EN 12259-3:2006
Installazioni fisse antincendio - Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 3: Valvole d'allarme a secco (armonizzata CPR)

UNI EN 12259-4:2002
Installazioni fisse antincendio - Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Allarmi a motore ad acqua (armonizzata CPR)

UNI EN 12259-5:2003
Installazioni fisse antincendio - Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Indicatori di flusso (armonizzata CPR)

 

Norme internazionali

NFPA 13: Standard for the Installation of Sprinkler Systems, 2016 edition

1.1* Scope.
A.1.1 This standard provides a range of sprinkler system approaches, design development alternatives, and component options that are all acceptable. Building owners and their designated representatives are advised to carefully evaluate proposed selections for appropriateness and preference.
1.1.1 This standard shall provide the minimum requirements for the design and installation of automatic fire sprinkler systems and exposure protection sprinkler systems covered within this standard.
1.1.2 This standard shall not provide requirements for the design or installation of water mist fire protection systems, which are not considered fire sprinkler systems and are addressed by NFPA 750.
1.1.3* This standard is written with the assumption that the sprinkler system shall be designed to protect against a single fire originating within the building.
A.1.1.3 This standard also provides guidance for the installation of systems for exterior protection and specific hazards. Where these systems are installed, they are also designed for protection of a fire from a single ignition source.

...

5.1 Impianti sprinkler nelle attività regolamentate da specifiche disposizioni di prevenzione incendi

Le regole tecniche di prevenzioni incendi definiscono, relativamente ai sistemi automatici a pioggia, tipo sprinkler, la necessità di prevedere la realizzazione di detta protezione antincendio nonché la caratteristica dell'alimentazione idrica richiesta.

La necessità di realizzare un sistema automatico a pioggia può inoltre essere stabilita nell'ambito della valutazione del rischio d'incendio di cui alla normativa vigente.

Per le attività indicate in tabella 2, già regolamentate prima della entrata in vigore del presente decreto, si applicano, ad integrazione delle prescrizioni contenute nei predetti provvedimenti, le indicazioni della stessa tabella.

tabella2
...

Il presente documento è elaborato sulla norma UNI EN 12845:2015 (Edizione 2015).

Macro fasi di progettazione di un Impianto splinker

La EN 12485 specifica i requisiti e fornisce le raccomandazioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio sprinkler in edifici e in insediamenti industriali, e i requisiti particolari per i sistemi sprinkler, che sono parte integrante delle misure per la protezione della vita.

Nella figura seguente, sono illustrate le macro fasi di progettazione di un impianto splinker:

EN 124585 Impianti sprinkler 00

Figura 1 - Macro fasi progettazione impianto sprinkler
...

Progettazione e documentazione contrattuale

EN 124585 Impianti sprinkler 02

Figura 3 - Fasi progettazione

...       

Classi di pericolo

La classe di pericolo adeguata di edifici o aree da proteggere deve essere determinata in funzione delle seguenti attività in essi presenti: 

Pericolo lieve- LH

La classe LH comprende attività con bassi carichi d'incendio e bassa combustibilità e aventi ciascun singolo compartimento non maggiore di 126 m2 e con una resistenza al fuoco di almeno 30 min. 

Pericolo ordinaria-OH 

Attività in cui vengono trattati o prodotti materiali combustibili con un carico d'incendio medio e media combustibilità.

Il pericolo ordinario e suddiviso in 4 gruppi:

- OH1, Pericolo Ordinario Gruppo 1; 
- OH2, Pericolo Ordinario Gruppo 2;
- OH3, Pericolo Ordinario Gruppo 3;
- OH4, Pericolo Ordinario Gruppo 4.

[...]

... 

Configurazione di deposito

EN 124585 Impianti sprinkler 03

Figura 4 - Configurazione del deposito (rif. figura 3 punto 6.3.2 UNI 12845:2015)

Legenda
1 Deposito con merci libere (ST1)
2 Deposito su scaffati per pallet (ST4)
3 Deposito con pallet accatastati (ST2)
4 Deposito con pallet accatastati in file multiple (ST3)
5 Deposito su scaffati con ripiani pieni o grigliati (ST5/6)
...

Fonte: VVF, UNI

Elaborato Certifico Srl - IT | Rev. 00 2018
Copyright Certifico Srl, copia/stampa riservata:
Abbonati Impianti/4X/Full

Collegati:

DM 20 dicembre 2012
Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l'incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi.
(G.U. n. 3 del 4 gennaio 2013)

UNI EN 12845:2015 + EC1 2016
Installazioni fisse antincendio - Sistemi automatici a sprinkler - Progettazione, installazione e manutenzione

La norma specifica i requisiti e fornisce le raccomandazioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio sprinkler in edifici e in insediamenti industriali, ed i requisiti particolari per i sistemi sprinkler. Essa tratta la classificazione dei pericoli, le alimentazioni idriche, i componenti da utilizzare, l’installazione, le prove ed il collaudo del sistema, la manutenzione e l’ampliamento dei sistemi esistenti, ed individua, per gli edifici, le indicazioni costruttive necessarie per garantire una prestazione soddisfacente dei sistemi sprinkler.

http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/uni-en-12845-2015.html

Errata corrige 1 del 26/01/2016 alla UNI EN 12845:2015

Registro antincendio
Pin It


Scarica questo file (NFPA 13-2016 FAQ.pdf)NFPA 13: Standard for the Installation of Sprinkler SystemsNFPA 2016 editionEN318 kB(627 Downloads)
Scarica questo file (Progettazione impianti sprinkler Quadro normativo generale EN 12845 2015 Preview.pdf)Progettazione impianti sprinkler Quadro normativo generale EN 12845 2015 PreviewCertifico Srl - Rev. 0.0 2018IT566 kB(6916 Downloads)

Tags: Impianti Abbonati Impianti Impianti antincendio

Articoli correlati

Più letti Impianti

Ultimi archiviati Impianti

Set 10, 2019 51

RDL 9 luglio 1926 n. 1331

Regio Decreto Legge del 09 luglio 1926 n. 1331 Costituzione dell'Associazione nazionale per il controllo della combustione. (ANCC) (GU n.185 del 11-8-1926 ) Entrata in vigore del provvedimento: 11/08/1926Regio Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 16 giugno 1927, n. 1132 (in G.U.… Leggi tutto
Set 10, 2019 44

RD 12 maggio 1927 n. 824

Regio Decreto del 12 maggio 1927 n. 824 Regolamento per l'esecuzione del R.D. 09/07/26 n. 1331 che costituisce l'associazione per il controllo della combustione.(GU n.152 del 4-7-1927 ) _________ Testo consolidato alla data del 10-09-2019 con gli aggiornamenti degli atti: 08/02/1929 DECRETO 19… Leggi tutto
Set 10, 2019 53

DM 21 maggio 1974

Decreto Ministeriale del 21 maggio 1974 Norme integrative del regolamento approvato con R.D. 824/27 G.U. n. 179 del 21.07.1974 Collegati
RD 12 maggio 1927 n. 824
Leggi tutto
Ago 30, 2019 90

Direttiva 11 marzo 2002

Direttiva 11 marzo 2002 Procedure per l'individuazione, ai sensi degli articoli 4, 6 e 7 del decreto del Presidente della Repubblica 22 ottobre 2001, n. 462, degli organismi di ispezione di tipo "A". CollegatiDPR 22 ottobre 2001 n. 462Guida CEI 0-14 Verifica Impianti di terra DPR 462/01 Leggi tutto
Ago 22, 2019 238

Decreto Ministeriale 2 agosto 2019

Decreto del Ministro dello sviluppo economico 2 agosto 2019 Modifiche alla disciplina del mercato del gas naturale e alla disciplina del mercato elettrico (GU Serie Generale n.196 del 22-08-2019) Con Decreto del Ministro dello sviluppo economico 2 agosto 2019 sono approvate le modifiche alla… Leggi tutto