Slide background




WHO Handbook on Indoor Radon: A Public Health Perspective

ID 5406 | | Visite: 2622 | Documenti Sicurezza EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/5406

WHO handbook indoor radon

WHO Handbook on Indoor Radon: A Public Health Perspective

The WHO handbook on indoor radon is a key product of the WHO International Radon Project, which as launched in 2005. The handbook book focuses on residential radon exposure from a public health point of view and provides detailed recommendations on reducing health risks from radon and sound policy options for preventing and mitigating radon exposure.

The material in the handbook reflects the epidemiological evidence that indoor radon exposure is responsible for a substantial number of lung cancers in the general population.

The material is organized into six chapters, each introduced by key messages. Usually, technical terms are defined the first time they are used, and a glossary is also included. Information is provided on the selection of devices to measure radon levels and on procedures for the reliable measurement of these levels. Discussed also are control options for radon in new dwellings, radon reduction in existing dwellings as well as assessment of the costs and benefits of different radon prevention and remedial actions. Also covered are radon risk communication strategies and organization of national radon programmes.

This publication is intended for countries planning to develop their national radon programmes or extend such activities, as well as for stakeholders involved in radon control such as the construction industry and building professionals.

The overall goal of this handbook is to provide an up-to-date overview of the major aspects of radon and health. It does not aim to replace existing radiation protection standards, rather it emphasizes issues relevant to the comprehensive planning, implementation and evaluation of national radon programmes.

________

Nel 2005 il WHO (World Health Organization - Organizzazione Mondiale della Sanità) ha promosso l’International Radon Project. Tale progetto, a cui hanno partecipato esperti di oltre 30 Paesi, tra cui l’Italia (tramite l'Istituto Superiore di Sanità), ha l’obiettivo di identificare le strategie più efficaci per ridurre l’impatto sanitario dell’esposizione al radon della popolazione.

In questo ambito è stato prodotto (e pubblicato nel 2009) il WHO Handbook on Indoor Radon: A Public Health Perspective, il quale contiene una rassegna, e riporta raccomandazioni, sui seguenti sei aspetti:

- gli effetti del radon sulla salute;
- come si misura il radon;
- i sistemi di prevenzione e risanamento negli edifici;
- come comunicare il rischio da radon;
- analisi costo-efficacia delle strategie di controllo e riduzione del rischio da radon;
-  programmi e piani nazionali radon.

Nuova direttiva europea (2013/59/EURATOM) in materia di protezione dalle radiazioni ionizzanti 

La nuova direttiva europea in materia di radioprotezione, approvata dal Consiglio dell'Unione Europea il 5 dicembre 2013, è stata pubblicata il 17 gennaio 2014 sulla Gazzetta Ufficiale dell'UE 

Direttiva 2013/59/Euratom del Consiglio, del 5 dicembre 2013, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom

L'Italia ha partecipato, tramite suoi esperti rappresentanti, a tutte le fasi dell'elaborazione (iniziata nel 2008) di questa nuova direttiva.

Questa direttiva include, per la prima volta, obblighi per i Paesi Membri dell'Unione Europea per quanto riguarda la protezione dal radon nelle abitazioni, nonché una più stringente protezione dal radon nei luoghi di lavoro

Inoltre, diventerà obbligatorio per i Paesi Membri la predisposizione e l’aggiornamento periodico di un piano nazionale radon, che deve essere inviato (insieme ai suoi aggiornamenti) alla Commissione Europea.

WHO 2009

Collegati


Pin It
Scarica questo file (WHO handbook on indoor radon.pdf)WHO handbook on indoor radonWHO 2009EN595 kB(364 Downloads)

Tags: Sicurezza lavoro Rischio radiazioni ionizzanti Radon

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Ago 11, 2020 71

Decreto Ministeriale 20 ottobre 1986

Decreto Ministeriale 20 ottobre 1986 Disciplina della pesca subacquea professionale. (in Gazz. Uff., 2 dicembre, n. 280) ... Collegati:
Rischio Atmosfere iperbariche | Quadro normativo
Leggi tutto
Ago 11, 2020 74

Decreto Ministeriale 13 gennaio 1979

Decreto Ministeriale 13 gennaio 1979 Istituzione della categoria dei sommozzatori in servizio locale (in Gazz. Uff., 16 febbraio, n. 47) ... Collegati:
Rischio Atmosfere iperbariche | Quadro normativo
Leggi tutto
Residenze universitarie
Ago 08, 2020 75

COVID-19 | Linee guida tutela della salute nelle residenze universitarie

COVID-19 | Linee guida tutela della salute nelle residenze universitarie Conferenza Regioni Province autonome, Linee guida per la tutela della salute nelle residenze universitarie (20/154/CR10b/C9), 6 agosto 2020 Linee guida di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della… Leggi tutto
Ago 07, 2020 86

Circolare INAIL 30 dicembre 2016 n. 51

Circolare INAIL 30 dicembre 2016 n. 51 Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro. Legge 23 dicembre 2014, n.190, articolo 1, comma 166. [...] l’articolo 1, comma 166, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 [...] individua coerentemente l’Inail… Leggi tutto
Ago 07, 2020 81

Circolare INAIL 26 febbraio 2019 n. 6

Circolare INAIL 26 febbraio 2019 n. 6 Determinazione del Presidente dell’Inail 19 dicembre 2018, n. 527. “Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro” in attuazione dell’art. 1, comma 166, legge 23 dicembre 2014, n. 190. Modifiche agli… Leggi tutto

Più letti Sicurezza