Slide background




Studi UE impatto modifiche direttiva 2004/37/CE

ID 9040 | | Visite: 312 | Documenti Sicurezza UEPermalink: https://www.certifico.com/id/9040

Studi UE impatto modifiche direttiva 2004 37 CE

Studi UE impatto modifiche direttiva 2004/37/CE esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni sul lavoro

EU, 2019

In allegato tre studi sulla raccolta delle informazioni più recenti per un certo numero di sostanze al fine di analizzare gli impatti sulla salute, socioeconomici e ambientali in relazione a possibili modifiche della direttiva 2004/37/CE relativa la protezione dei lavoratori dai rischi connessi all'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni sul lavoro.

Il primo studio valuta gli impatti dell'introduzione di ulteriori valori limite di esposizione professionale (OELV) ai sensi della Direttiva sugli agenti cancerogeni e mutageni (CMD) per sette dei 13 agenti chimici per i quali OELV nuovi o rivisti sono stati proposti dalla Commissione europea nel maggio 2016. Gli agenti chimici considerati in questo rapporto sono 1,2-epossipropano, 1,3-butadiene, acrilamide, composti di bromoetilene, cromo (VI), ossido di etilene e monomero di cloruro di vinile.

Vengono valutati i costi e i benefici degli OELV proposti, con il vantaggio principale di essere la riduzione nell'incidenza del cancro sul lavoro e le principali categorie di costo, comprese le modifiche alla produzione processi/misure tecniche aggiuntive e/o la fornitura di protezione personale aggiuntiva Attrezzatura (DPI).

Il secondo studio valuta gli impatti dell'istituzione di valori limite di esposizione professionale (OELV) e / o valori limite biologici (BLV) per un numero di sostanze. Questi includono OELV per composti di tricloroetilene, 1,2-dicloroetano, berillio e berillio inorganico, 1,2-dibromoetano, 1-cloro-2,3-epossipropano, 4,4′-metilendianilina (MDA) e BLV per il berillio e composti inorganici di berillio e 4,4′-metilene-bis (2-cloroanilina) (MOCA). Lo studio anche valuta l'estensione dell'attuale esposizione all'esaclorobenzene e gli impatti di un potenziale inclusione di alcune sostanze generate dal processo (emissioni di gas di scarico del motore diesel, oli motore usati, Polvere e fumi di processo di gomma) nell'allegato 1 della direttiva sugli agenti cancerogeni e mutageni (CMD).

Il terzo studio si basa la valutazione nel relazioni specifiche sulla sostanza e per sintetizzare l'esercizio di consultazione.

Il rapporto è organizzato come segue:

- La sezione 2 descrive come sono stati derivati ERR e DRR;
- La Sezione 3 stabilisce il modello utilizzato per monetizzare i risparmi da una cattiva salute evitata;
- la Sezione 4 definisce le caratteristiche chiave del modello per la valutazione dei costi;
- la Sezione 5 sintetizza i metodi utilizzati per la revisione degli impatti ambientali;
- la Sezione 6 descrive le attività di consultazione intraprese nell'ambito di questo studio;
- la Sezione 7 sintetizza la revisione delle relazioni sulla sicurezza chimica REACH (CSR); e
- La Sezione 8 fornisce un confronto tra questo studio e un rapporto recentemente completato da RPA e FoBiG per ETUI (2017).

L'allegato I presenta esempi di questionari e domande di intervista

1. First study to collect updated information for a limited number of chemical agents with a view to analyse the health, socio-economic and environmental impacts in connection with possible amendments of Directive 2004/37/EC on the protection of workers from the risks related to exposure to carcinogens or mutagens at work 

2. Second study to collect updated information for a limited number of chemical agents with a view to analyse the health, socio-economic and environmental impacts in connection with possible amendments of Directive 2004/37/EC 

3. Third study on collecting most recent information for a certain number of substances with the view to analyse the health, socio-economic and environmental impacts in connection with possible amendments of Directive 2004/37/EC. Final Report for inorganic arsenic compounds incl. arsenic acid and its salts.

Fonte: EU

Collegati:

Pin It


Tags: Sicurezza lavoro Rischio chimico Abbonati Sicurezza

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Sentenze cassazione penale
Nov 15, 2019 18

Cassazione Penale Sent. Sez. F Num. 45719 | 11 Novembre 2019

Cassazione Penale Sez. Fer. dell' 11 novembre 2019, n. 45719 Rischio da schiacciamento per oscillazione. Sebbene non vi sia un divieto di intervenire manualmente sui carichi, è necessario garantire il pieno governo del carico da parte del lavoratore Penale Sent. Sez. F Num. 45719 Anno 2019… Leggi tutto
D Lgs  14 agosto 1996 n  494
Nov 14, 2019 38

D.Lgs. 14 agosto 1996 n. 494

D.Lgs. 14 agosto 1996 n. 494 Attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili. (GU n.223 del 23-9-1996 - SO n. 156) Abrogato da: D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 Testo nativo allegato a scopo di Archivio.… Leggi tutto
RapportoISTISAN 1919
Nov 12, 2019 31

Tecnologie wireless applicate ai dispositivi medici

Tecnologie wireless applicate ai dispositivi medici Valutazione dell’impatto su qualità e sostenibilità dei servizi offerti dalla rete dell’emergenza-urgenza Rapporto ISTISAN 19/19 I dispositivi e i sistemi che ci consentono di comunicare senza utilizzare supporti fisici, come cavi in rame o… Leggi tutto
Guidelines Exposure to Time Varying Electric  Magnetic  and Electromagnetic Fields  Up to 300 GHz
Nov 12, 2019 41

Guidelines Exposure to Time-Varying Electric, Magnetic, and Electromagnetic Fields (Up to 300 GHz)

Guidelines for Limiting Exposure to Time-Varying Electric, Magnetic, and Electromagnetic Fields (Up to 300 GHz) INTRODUCTION IN 1974, the International Radiation Protection Association (IRPA) formed a working group on non-ionizing radiation (NIR), which examined the problems arising in the field of… Leggi tutto
Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields
Nov 12, 2019 40

Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields

Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields INTRODUCTION THE RAPID development of technologies in industry and medicine using static magnetic fields has resulted in an increase in human exposure to these fields and has led to a number of scientific studies of their possible health… Leggi tutto
Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non sinusoidal waveforms below 100 kHz
Nov 12, 2019 35

Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non-sinusoidal waveforms below 100 kHz

Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non-sinusoidal waveforms below 100 kHz THE INTERNATIONAL Commission on Non-Ionizing Radiation Protection (ICNIRP) has published guidelines for limiting exposure to electric, magnetic and electromagnetic fields (ICNIRP 1998a, b) and has provided… Leggi tutto
Guidelines for limiting exposure to time varying electric and magnetic fields  1 Hz to 100 kHz
Nov 12, 2019 34

Guidelines exposure time-varying electric and magnetic fields (1Hz - 100 KHz)

Guidelines for limiting exposure to time-varying electric and magnetic fields (1 hz to 100 khz) International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection INTRODUCTION In this document, guidelines are established for the protection of humans exposed to electric and magnetic fields in the… Leggi tutto

Più letti Sicurezza