Slide background
Slide background
Slide background
Slide background




Relazione Annuale ARERA 2020

ID 14866 | | Visite: 457 | Documenti impianti ENTIPermalink: https://www.certifico.com/id/14866

Relazione annuale ARERA 2020

Relazione Annuale ARERA 2020

ID 14866 | 02.11.2021 / Documento Settembre 2021

In allegato i due volumi della Relazione Annuale ARERA 2020 sullo Stato dei servizi e sull’Attività svolta.

Volume 1 - Stato dei servizi
Contesto internazionale e nazionale
Struttura, prezzi e qualità nel settore elettrico
Struttura, prezzi e qualità nel settore gas
Struttura, prezzi e qualità nel settore del telecalore
Stato dei servizi idrici
Struttura, tariffe e qualità nel ciclo dei rifiuti urbani e assimilati

Volume 2 - Attività svolta
Quadro normativo
Rapporti istituzionali e accountability
Regolazione nel settore dell'energia elettrica
Regolazione nel settore dell'gas
Regolazione nel servizio idrico
Regolazione nel settore del telecalore
Regolazione del ciclo dei rifiuti urbani e assimilati
Mercati retail
Tutela dei consumatori
Vigilanza e contenzioso
Attuazione della regolazione, comunicazione, organizzazione e risorse

Contesto nazionale e internazionale

Il 2020 è stato l’anno della pandemia da Covid: di fronte a un evento di tale drammaticità, la contrazione del -3,3% dell’economia mondiale risulta alla fine relativamente contenuta, grazie alle politiche compensative prontamente adottate da parte di governi nazionali e sovra nazionali.

A risentire maggiormente della crisi sono state l’Area euro (-6,6%), America Latina (-7%) e India (-8%) mentre la Cina, paese da cui si è originata la pandemia, ha registrato un incremento del 2,3%. In Italia il tasso di crescita è sceso a -8,9% mentre in Germania il valore si è fermato al -5%.

Mercati energetici internazionali

Mercato internazionale del petrolio
Le pesanti condizioni economiche mondiali hanno avuto conseguenze fortemente ribassiste sulle quotazioni del petrolio. Nel 2020, il prezzo medio è infatti sceso a 41,7 $/b, il minimo dal 2016 (43,7$/b). Il prezzo in euro, dopo essere passato dai 39,5 €/b del 2016 ai 60 €/b del 2018 e ai 57 €/b del 2019, ha chiuso il 2020 con una media di 36 €/b (-37%). Anche la domanda globale ha subìto nel 2020 una contrazione scendendo a 91 milioni di b/g (-8,7% rispetto al 2019).

Mercato internazionale del gas
La domanda mondiale di gas nel 2020 ha subito una contrazione del -2,5%, mai registrata prima, in controtendenza rispetto al dato del 2019 (+3,6%). In Europa il calo è stato del 3,1%, negli Usa del 2,3% mentre in Cina si è registrato un aumento del 5% per effetto delle nuove metanizzazioni di centri abitati e dei maggiori impieghi nella
termoelettrica e nell’industria pesante.

In particolare, l’uso del gas nella generazione elettrica è diminuito del 2%, in linea con i consumi di elettricità, a fronte di una riduzione generalizzata del carbone, grazie anche a un calo del prezzo relativo gas/carbone nella parte centrale dell’anno e, in Europa, agli alti prezzi dei permessi di emissione della CO2.

Nel 2020 i prezzi internazionali del gas hanno subìto una forte riduzione per effetto congiunto della contrazione mondiale della domanda, della notevole riduzione dei prezzi petroliferi e dell’aumento della concorrenza tra fornitori di GNL e tra fornitori di GNL e fornitori via pipeline.

Il prezzo al PSV ha ridotto notevolmente le distanze rispetto agli altri hub: rispetto al TTF (4), il differenziale medio è stato di 1,24 c€/m3 e di 1,11 c€/m3 rispetto al NCG (rispettivamente 2,87 c€/m3 e di 2,38 c€/m3 nel 2019). Anche nel 2020 il prezzo alle frontiere italiane risulta superiore alla media europea di 1,66 c€/m3, con un differenziale in linea con il 2019 (1,59 c€/m3).

Il prezzo alle frontiere europee (espresso in metri cubi per agevolare le comparazioni con i dati riportati per le altre fasi della filiera) nel 2020 è stato pari a 10,82 c€/m3, contro i 17,51 c€/m3 del 2019 (-38%). Il prezzo alle frontiere italiane risulta superiore alla media europea

Mercato internazionale del GNL
Per il settimo anno consecutivo il commercio di GNL ha fatto registrare una crescita, seppur modesta (+0,4% rispetto a 2019), raggiungendo il nuovo volume record di 356,1 Mt. In Europa, l’import ha subito una riduzione del 5% dovuta alla riduzione dei livelli di attività economica da pandemia e alla situazione di stoccaggi ricolmi che ha portato alla cancellazione di carichi nella seconda parte dell’anno.
I prezzi del GNL in tutto il mondo hanno toccato nuovi minimi storici nel corso del 2020 (4,4 $/MBtu (5) in Asia, 3,2 $/MBtu nell’Europa Sud Occidentale), combinazione della domanda ridotta per effetto della pandemia e di offerta sovrabbondante per l’entrata in esercizio di nuove infrastrutture di produzione ed esportazione, oltre che per il trascinamento esercitato dai bassi prezzi petroliferi.

Il 2020, infine, è stato caratterizzato da una forte volatilità dei prezzi: con una variabilità di 31,5 $/kWh per i prezzi asiatici e di 15,2 $/kWh per quelli del Sud-Ovest europeo.

Mercato internazionale del carbone
Il calo dei consumi è stato tutto sommato contenuto, tenuto conto degli effetti della pandemia: -5% rispetto al 2019, a 7,2 miliardi di tonnellate. A limitare il calo è stata soprattutto la sostanziale tenuta della domanda in Cina (-0,5%) e del Sud-Est Asiatico (+1%). L’Europa invece sta proseguendo il progressivo abbandono del combustibile solido, in vista degli ambiziosi obiettivi della decarbonizzazione.

Il 2020 ha registrato anche deprezzamenti medi annui generalizzati: i prezzi, infatti, sono scesi del 16-17% in Europa e Cina e del 19% negli USA.

EU ETS: il sistema europeo dello scambio dei permessi di emissione (6)
Le emissioni totali serra degli operatori sotto ETS sono crollate nel 2020 del 13,3% rispetto al 2019; a pesare maggiormente è stato il calo del 64,1% del settore aviazione, fortemente colpito dalla pandemia da Covid 19, mentre il comparto termoelettrico ha registrato un calo del 14,9%, per effetto combinato della riduzione della domanda elettrica da pandemia, dello switching da carbone a gas naturale e della sostituzione dei fossili da parte delle fonti rinnovabili.

Il prezzo medio della CO2 non ha subito grandi variazioni rispetto all’anno precedente rimanendo intorno ai 25 €/t ma con dinamiche molto differenti che hanno portato, a maggio 2021, le quotazioni a superare i 50€/t. A spingere le quotazioni è stato il meccanismo Market Stability Reserve (MSR, entrato in funzione nel 2019) - che tra settembre 2020 e agosto 2021
ha sottratto dal mercato circa il 24% delle quote ETS in circolazione - e l’assenza di aste durata un mese e mezzo a partire da metà dicembre 2020.

(4) PSV o Punto di scambio virtuale è il sistema per scambi/cessioni di gas organizzato e gestito da Snam Rete Gas. TTF o Title transfer facility è l’equivalente piattaforma olandese,
considerato come mercato di riferimento per l’Europa
(5) MBtu = million British thermal unit. La Btu è un’unità di misura dell’energia
(6) L’EU ETS (Emission Trading System) è il Sistema di scambio di emissioni dell’Unione europea istituito nel 2005
...
segue in allegato

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Relazione annuale ARERA 2020 Parte 1.pdf)Relazione annuale ARERA 2020 Parte 1
ARERA 2021
IT4467 kB100
Scarica questo file (Relazione annuale ARERA 2020 Parte 2.pdf)Relazione annuale ARERA 2020 Parte 2
ARERA 2021
IT3629 kB155
Scarica questo file (Relazione annuale ARERA 2020 Sintesi.pdf)Relazione annuale ARERA 2020 Sintesi
ARERA 2021
IT1024 kB85
Scarica questo file (Relazione annuale ARERA 2020 Presentazione.pdf)Relazione annuale ARERA 2020 Presentazione
ARERA 2021
IT180 kB77

Tags: Impianti Impianti termici Impianti elettrici

Articoli correlati

Più letti Impianti

Ultimi archiviati Impianti

Rapporto statistico solare fotovoltaico GSE 2021
Giu 12, 2022 97

Rapporto statistico solare fotovoltaico GSE 2021

Rapporto statistico solare fotovoltaico GSE 2021 GSE 09 Giugno 2022 Il Rapporto traccia il quadro statistico del settore fotovoltaico in Italia, descrivendo le caratteristiche, la diffusione e gli impieghi degli impianti in esercizio sul territorio italiano alla fine del 2021. In continuità con le… Leggi tutto
Orientamenti sui piani per la ripresa e la resilienza REPowerEU
Mag 31, 2022 113

Orientamenti sui piani per la ripresa e la resilienza REPowerEU

Orientamenti sui piani per la ripresa e la resilienza nel contesto di REPowerEU GU C 214/1 del 31.5.2022 ... Dall’adozione del regolamento sul dispositivo per la ripresa e la resilienza contesto geopolitico è cambiato notevolmente. L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha avuto gravi… Leggi tutto
Verso abitazioni ad alta efficienza energetica e prive di amianto
Mag 26, 2022 121

Verso abitazioni ad alta efficienza energetica e prive di amianto

Verso abitazioni ad alta efficienza energetica e prive di amianto JRC (Joint Research Centre) - 2022 Il Green Deal europeo mira a una società più verde e decarbonizzata con edifici meno energivori e più sani. Gli edifici esistenti svolgono un ruolo chiave nel raggiungimento di questo obiettivo a… Leggi tutto
Relazione Annuale CTI 2021
Mag 24, 2022 105

Relazione Annuale del CTI sull'attività nel 2021

Relazione Annuale del CTI sull'attività nel 2021 ID 16705 | 20 Maggio 2022 Il 2021 è stato un anno di transizione verso scenari futuri ancora incerti, ma l'esperienza maturata dal CTI nel 2020 ha consentito di affrontare l'incertezza del momento in modo ottimale tanto da confermare gli ottimi… Leggi tutto
Piano REPowerEU
Mag 19, 2022 290

Piano REPowerEU

Piano REPowerEU ID 16671 | 19.05.2022 / In allegato Comunicazione Piano La Commissione europea ha presentato il 18 maggio 2022, il piano REPowerEU (COM(2022) 230), la risposta alle difficoltà e alle perturbazioni del mercato energetico globale causate dall'invasione russa dell'Ucraina. C'è una… Leggi tutto