Slide background

Lavori elettrici in alta tensione

ID 5676 | | Visite: 2952 | Guide Sicurezza lavoro INAILPermalink: https://www.certifico.com/id/5676

INAIL Lavori elettrici in alta tensione 2018

Lavori elettrici in alta tensione

INAIL - Salute e sicurezza 22 Febbraio 2018

Con la pubblicazione del d.lgs. 81/2008 e delle norme CEI 11-15 e CEI 11-27, IV edizione, e con il recepimento della norma EN 50110-1:2013, sono a disposizione dei datori di lavoro tutte le disposizioni legislative e normative da mettere in atto per ridurre il rischio nei lavori con rischio elettrico.

Quanto è riportato nel testo di questo volume è di interesse per i lavoratori che si occupano dell’esercizio, della manutenzione o delle verifiche dei sistemi elettrici di impianti a tensione > 1000 V e per i lavoratori che svolgono la propria attività nei pressi di tali impianti, pur non avendo direttamente a che fare con essi.

_________

Il Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (d.lgs. 81/2008 e s.m.i.) dedica un intero “Capo” (il III del Titolo III) all’attenzione che il datore di lavoro deve dedicare alla riduzione del possibile rischio elettrico.

Per la maggior parte dei lavoratori il rischio elettrico è qualcosa a cui sono esposti solo a seguito del venir meno delle barriere di sicurezza di cui sono stati dotati in fase realizzativa gli impianti o le apparecchiature, pertanto solo a seguito di un’errata realizzazione o di incuria nell’uso.

Vi sono invece lavoratori, come quelli che si occupano dell’esercizio, della manutenzione o delle verifiche dei sistemi elettrici, che hanno particolarmente a che fare con il rischio elettrico durante l’attività lavorativa.

Alcuni lavoratori, infine, svolgono la propria attività lavorativa nei pressi di impianti elettrici, pur non avendo direttamente a che fare con essi, ad esempio per la potatura di piante o per attività in cantieri che si sviluppano nei pressi di elettrodotti.

Con la pubblicazione del d.lgs. 81/2008 e delle norme CEI 11-15 e CEI 11-27, IV Edizione, e con il recepimento della norma EN 50110-1:2013, sono a disposizione dei datori di lavoro tutte le disposizioni legislative e normative da mettere in atto per ridurre il rischio nei lavori con rischio elettrico.

L’Inail ha preso parte all’evoluzione della normativa e svolge attività di ricerca e di formazione sulla valutazione del rischio anche in tale campo. Il presente lavoro ha lo scopo di presentare le disposizioni legislative e normative per i lavori in alta tensione o in prossimità di parti attive in alta tensione.

...

1. Obblighi di legge per i lavori elettrici sotto tensione a tensioni superiori a 1000 V a frequenza industriale
1.1 Introduzione
1.2 Definizioni
1.3 I lavori con rischio elettrico
1.3.1 I lavori sotto tensione in bassa tensione
1.3.2 I lavori sotto tensione in media e alta tensione
1.3.3 I lavori in vicinanza di parti attive
1.4. Il d.m. 4 febbraio 2011
1.4.1. La richiesta di autorizzazione per le aziende che effettuano i lavori sotto tensione in alta tensione
1.4.2. La richiesta di autorizzazione per i soggetti formatori per i lavori sotto tensione in alta tensione
2. La sicurezza nell’esecuzione dei lavori elettrici
2.1. Introduzione
2.2. Sicurezza
2.2.1. Esclusioni e manovre
2.2.2. Condizioni atmosferiche
2.2.3. Distanze elettriche
2.2.4. Comunicazioni
2.2.5. Piano di lavoro
2.2.6. Piano di intervento
2.2.7. Metodologie di lavoro
2.3. Esecuzione dei lavori
3. Il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 4 febbraio 2011
3.1. Introduzione
3.2. Campo di applicazione
3.3. La Commissione per i lavori sotto tensione
3.3.1. Composizione della Commissione per i lavori sotto tensione
3.3.2. Compiti della Commissione per i lavori sotto tensione
3.3.3. Organizzazione della Commissione per i lavori sotto tensione
3.4. L’organizzazione delle aziende che chiedono l’autorizzazione
3.5. L’organizzazione dei soggetti formatori
3.6. Documenti necessari per il rilascio dell’autorizzazione all’effettuazione dei lavori sotto tensione
3.7. Documenti necessari per il rilascio dell’autorizzazione dei soggetti formatori
3.8. Condizioni e validità delle autorizzazioni
4. Persone coinvolte nei lavori elettrici
4.1. Introduzione
4.2. Persona o Unità Responsabile dell’impianto elettrico
4.3. Persona designata alla conduzione dell’impianto elettrico
4.4. Persona o Unità Responsabile della realizzazione del lavoro
4.5. Persona preposta alla conduzione dell’attività lavorativa
4.6. Alcune considerazioni sulle diverse figure coinvolte nell’organizzazione e nell'esecuzione dei lavori
4.7. Considerazioni sulla figura del preposto ai lavori
5. I dispositivi di protezione individuale
5.1. Introduzione
5.2. Definizione
5.3. Obbligo di uso dei DPI
5.4. Requisiti di sicurezza dei DPI e marcatura CE
5.5. Classificazione in categorie
5.6. Contenuti delle istruzioni e informazioni del fabbricante
5.7. Requisiti di sicurezza supplementari contro lo shock elettrico
5.8. Scelta dei DPI
5.9. Dispositivi di protezione individuale per i lavori elettrici sotto tensione
5.10. Panoramica non esaustiva di DPI, abbigliamento e attrezzature per i lavori elettrici
6. La formazione per i lavori in alta tensione
6.1. Introduzione 
6.2. Caratteristiche dei corsi di formazione
6.2.1. Esercitazioni pratiche
6.2.2. Corsi di aggiornamento periodici
6.3. Idoneità e abilitazione
6.3.1. Esami finali
6.3.2. Idoneità

Fonte: INAIL

Collegati:


Pin It
Scarica questo file (Lavori elettrici in alta tensione.pdf)Lavori elettrici in alta tensioneINAIL 2018IT3819 kB(734 Downloads)

Tags: Sicurezza lavoro Rischio elettrico Guida INAIL

Ultime Linee guida INAIL archiviate

Forni per le industrie chimiche e affini
Set 16, 2020 73

Forni per le industrie chimiche e affini

Forni per le industrie chimiche e affini La presente istruzione operativa si applica ai Forni per le industrie chimiche e affini la cui definizione, introdotta dal d.m. 329/2004 e dal d.m.11 aprile 2011, può essere ricondotta a quella di forni per impianti chimici e petrolchimici, riportata dalla… Leggi tutto
Ago 06, 2020 189

Linee guida attività sterilizzazione protezione collettiva operatore strutture sanitarie

Linee guida attività sterilizzazione Protezione collettiva operatore strutture sanitarie Il presente elaborato costituisce l’aggiornamento del precedente documento di Linee Guida sull'attività di sterilizzazione quale protezione collettiva da agenti biologici per l'operatore nelle strutture… Leggi tutto
casseforme
Lug 22, 2020 234

Casseforme - Quaderno Tecnico

Casseforme - Quaderno Tecnico Obiettivo dei Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili è accrescere il livello di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili. Forniscono informative basate su leggi, circolari, norme tecniche specifiche e linee guida utili a individuare e perfezionare… Leggi tutto
Aree portuali INAIL 2020
Lug 21, 2020 209

Modello territoriale di intervento salute e sicurezza aree portuali

Modello territoriale di intervento salute e sicurezza aree portuali INAIL, 2020 - Modello territoriale di intervento integrato in materia di salute e sicurezza rivolto alle imprese che operano in aree portuali. Attività di innovazione tecnologica Sono illustrate le principali famiglie di soluzioni… Leggi tutto
Criticit  rete piccole dimensioni
Lug 20, 2020 236

Criticità delle reti di sicurezza di piccole dimensioni

Criticità delle reti di sicurezza di piccole dimensioni Le reti di sicurezza sono dispositivi di protezione collettiva contro il rischio di caduta dall’alto, il cui utilizzo è sempre più diffuso. Generalmente vengono fabbricate rispettando la norma UNI EN 1263-1: 2015, che prevede delle limitazioni… Leggi tutto
Dati INAIL giugno 2020
Lug 07, 2020 275

Dati INAIL Giugno 2020

Dati INAIL Giugno 2020 ID 11155 | 07.07.2020 Covid-19, nel nuovo Dati Inail l’impatto della pandemia su trend infortunistico e mercato del lavoro Nell’istantanea scattata dal mensile curato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Istituto, il punto della situazione sull’emergenza da nuovo… Leggi tutto

Linee guida INAIL più lette

Set 15, 2017 30997

Linea guida ISPESL carrelli elevatori

Linea guida Ispesl carrelli elevatori Linea guida per il controllo periodico dello stato di manutenzione ed efficienza dei carrelli elevatori e delle relative attrezzature.ISPESL 2006 Vedasi prodotto: Leggi tutto