Slide background
Slide background
Slide background




Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento

ID 5812 | | Visite: 4951 | Documenti Riservati AmbientePermalink: https://www.certifico.com/id/5812

car

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento - CAR 2018

Il presente documento aggiorna la “Guida alla cogenerazione ad alto rendimento, Edizione 1” pubblicata a marzo 2012.

La Guida si apre con una panoramica sul quadro normativo nazionale e comunitario relativo alla Cogenerazione ad Alto Rendimento che include la normativa entrata in vigore dal 2012 ad oggi.

In particolare si segnalano: il Regolamento Delegato (UE) 2015/2402 della Commissione del 12 ottobre 2015, che aggiorna i rendimenti armonizzati per la produzione separata di energia elettrica e calore contenuti nel DM 4 agosto 2011, il DM 4 agosto 2016, sulla maggiore valorizzazione dell’energia da Cogenerazione ad Alto Rendimento ottenuta a seguito della riconversione di esistenti impianti a bioliquidi sostenibili che alimentano siti industriali o artigianali e il DM 16 marzo 2017, che contiene semplificazioni nell’ambito della realizzazione, della connessione e dell’esercizio degli impianti di microcogenerazione.

La Guida, da consultare unitamente alle “Linee Guida per l’applicazione del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 5 settembre 2011 – Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)”, ha l’obiettivo di fornire indicazioni pratiche per predisporre correttamente la documentazione da trasmettere al GSE per la presentazione delle richieste di riconoscimento CAR e/o di accesso al regime di sostegno previsto dal DM 5 settembre 2011.

I capitoli 3 e 4 sono dedicati alla descrizione dei metodi di determinazione delle grandezze fondamentali al calcolo del Risparmio di Energia Primaria (PES) e del RISP. Il capitolo 4, in particolare, contiene esempi di metodologie di calcolo delle grandezze di interesse in caso di diverse configurazioni impiantistiche e per differenti tipologie di utenza.

Ogni argomento è corredato dalle risposte alle domande più frequenti poste al GSE dagli operatori nel corso degli anni.

__________

Sommario

Prefazione
1. PRINCIPI GENERALI E QUADRO NORMATIVO
1.1 Principi generali della cogenerazione
1.2 Quadro normativo di riferimento
1.2.1 La direttiva 11 febbraio 2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio, n.2004/8/CE
1.2.2 Decreto legislativo 8 febbraio 2007, n.20
1.2.3 Decreto legislativo 3 marzo 2011, n.28
1.2.4 Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 4 agosto 2011
1.2.5 Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 5 settembre 2011
1.2.6 Linee Guida per l’applicazione del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 5
settembre 2011 – Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)
1.2.7 Decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102
1.2.8 Regolamento delegato (UE) 2015/2402 del 12 ottobre 2015
1.2.9 Decreto del Ministero dello sviluppo economico 4 agosto 2016
1.2.10 Decreto del Ministero dello sviluppo economico 16 marzo 2017
1.3 Ruolo del GSE
2. PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE
2.1 Tipologie di richiesta
2.1.1 Richiesta di accesso al regime di sostegno ai sensi del DM 5 settembre 2011 (Richiesta CB)
2.1.2 Richiesta di riconoscimento del funzionamento in Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)
ai sensi del D.Lgs. 20/07, come integrato dal DM 4 agosto 2011 (Richiesta CAR)
2.1.3 Richiesta di valutazione preliminare ai sensi dell’art. 7 del DM 5 settembre 2011
2.2 Documentazione da trasmettere alla prima richiesta e alle successive
2.2.1 Documenti da presentare alla prima Richiesta CAR e CB
2.2.2 Allegati generati da RICOGE
2.2.3 Documenti e Allegati da presentare alle richieste successive alla prima a consuntivo
2.3 Descrizione dell'impianto, dell'unità e dell'area di consumo
2.3.1 Descrizione dell’impianto
2.3.2 Descrizione dell’unità
2.3.3 Descrizione dell’area di consumo
2.4 Data di entrata in esercizio
2.5 Identificazione della categoria di intervento
2.5.1 Definizione di nuova unità e di rifacimento
2.6 Descrizione dei metodi di misura
2.6.1 Metodo di calcolo dell'energia elettrica/meccanica
2.6.2 Metodo di calcolo dell’energia termica utile cogenerata
2.6.3 Metodo di calcolo dell’energia di alimentazione (Funità)
2.7 Decorrenza degli incentivi: proroga e decadenza del diritto di accesso all’incentivo
2.7.1 Proroga della data di decorrenza
2.7.2 Decadenza del diritto di accesso all’incentivo
2.8 Modifiche dell’assetto impiantistico e ammodernamento
2.8.1 Documentazione da trasmettere in caso di modifica impiantistica
2.8.2 Esempi di modifica dell’unità di cogenerazione
3. CALCOLO DEL PES E DEL NUMERO DEI CERTIFICATI BIANCHI
3.1 Premessa
3.2 Definizione dei confini dell’unità di cogenerazione
3.3 Individuazione delle grandezze energetiche (Funità, Eunità, Hchp) e calcolo del rendimento globale
3.3.1 Energia di alimentazione (Funità)
3.3.2 Energia elettrica (Eunità)
3.3.3 Energia termica utile cogenerata (Hchp)
3.4 Calcolo del rendimento globale
3.5 Dimensionamento dell’unità virtuale
3.5.1 Coefficiente di perdita di potenza β
3.6 Calcolo del Risparmio di Energia Primaria (PES) e verifica del riconoscimento CAR
3.6.1 Verifica della condizione di “Alto Rendimento”
3.7 Calcolo del numero di Certificati Bianchi (CB)
4. CASI PRATICI
4.1 ESEMPIO 1: Unità alimentate a gas naturale che recuperano calore sotto forma di vapore
4.1.1 Descrizione dei metodi di calcolo
4.2 ESEMPIO 2: Unità alimentate a gas naturale che recuperano acqua calda
4.2.1 Descrizione dei metodi di calcolo
4.3 ESEMPIO 3: Unità alimentate a gas naturale che recuperano calore sotto forma di utilizzo diretto dei gas di scarico
4.3.1 Descrizione dei metodi di calcolo

Fonte: GSE

Collegati:




Tags: Ambiente Energy Abbonati Ambiente

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Elementi metodologici valutazione rischio esposizione a contaminanti multipli
Apr 14, 2021 12

Elementi metodologici valutazione rischio esposizione a contaminanti multipli

Elementi metodologici valutazione rischio esposizione a contaminanti Elementi metodologici per una valutazione del rischio associato all’esposizione a contaminanti multipli, con particolare riferimento alla popolazione residente in aree di particolare rilevanza ambientale Report SNPA n. 18/2021.… Leggi tutto
Bilancio idrologico
Apr 01, 2021 41

Bilancio Idrologico Gis BAsed a scala Nazionale su Griglia regolare

Bilancio Idrologico Gis BAsed a scala Nazionale su Griglia regolare Rapporti ISPRA 339/2021 Il Bilancio Idrologico Gis BAsed a scala Nazionale su Griglia regolare - BIGBANG: metodologia e stime. Rapporto sulla disponibilità naturale della risorsa idrica Nell’ambito delle proprie attività nazionali… Leggi tutto
Prevenzione incendi boschivi
Mar 29, 2021 61

Prevenzione degli incendi boschivi basata sul territorio

Prevenzione degli incendi boschivi basata sul territorio EC - Novembre 2020 Principi ed esperienze sulla gestione di paesaggi, foreste e boschi per la sicurezza e la resilienza in EuropaQuesto opuscolo preparato dalla Commissione europea con il supporto di esperti di gestione degli incendi nei… Leggi tutto
Direttiva 2008 99 CE
Mar 24, 2021 81

Direttiva 2008/99/CE

Direttiva 2008/99/CE Direttiva 2008/99/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 novembre 2008, sulla tutela penale dell’ambiente (GU L 328/28 del 6.12.2008) Entrata in vigore: 26.12.2008 ... Articolo 1 Oggetto La presente direttiva istituisce misure collegate al diritto penale allo scopo… Leggi tutto
Mar 22, 2021 76

Decisione (UE) 2017/1219

Decisione (UE) 2017/1219 Decisione (UE) 2017/1219 della Commissione, del 23 giugno 2017, che stabilisce i criteri ecologici per l'assegnazione del marchio di qualità ecologica dell'Unione (Ecolabel UE) ai detersivi per bucato per uso industriale o professionale [notificata con il numero C(2017)… Leggi tutto

Più letti Ambiente