Slide background
Slide background
Slide background
Slide background




Caratterizzazione dei rifiuti: le norme UNI

ID 19430 | | Visite: 2938 | Documenti Riservati AmbientePermalink: https://www.certifico.com/id/19430

Caratterizzazione dei rifiuti   Norme UNI

Caratterizzazione dei rifiuti: le norme UNI / Aprile 2023

ID 19430 | 17.04.2023 / In allegato documento completo

Elenco norme UNI riguardanti la caratterizzazione dei rifiuti.

Nel dettaglio:
- UNI EN ISO 15192:2021 - Determinazione del cromo (VI) in materiali solidi mediante digestione alcalina e cromatografia ionica con rivelatore spettrofotometrico
- UNI EN 14405:2017 - Prove di comportamento alla lisciviazione - Influenza del pH sulla lisciviazione con aggiunta iniziale di acido/base
- UNI EN 14405:2017 - Prove di comportamento alla lisciviazione - Prova di percolazione a flusso ascendente (nelle condizioni specificate)
- UNI EN 15875:2011 - Prova statica per la determinazione di potenziale acido e potenziale di neutralizzazione del rifiuto contenente solfuro
- UNI EN 16457:2014 - Quadro generale per la preparazione e applicazione di un programma di prove - Obiettivi, pianificazione e documenti finali
- UNI EN 14582:2016 - Contenuto di alogeno e zolfo - Combustione con ossigeno in sistemi chiusi e metodi di determinazione
- UNI EN 16424:2015 - Metodo di screening per la composizione elementare mediante spettrometro portatile a fluorescenza a raggi X
- UNI EN 16192:2012 - Caratterizzazione dei rifiuti - Analisi degli eluati
- UNI EN 16377:2014 - Determinazione dei ritardanti di fiamma (BFR) nei rifiuti solidi
- UNI EN 12920:2009 - Metodologia per la determinazione del comportamento alla lisciviazione dei rifiuti in condizioni specificate
- UNI EN 15169:2007 - Determinazione della perdita al fuoco in rifiuti, fanghi e sedimenti
- UNI EN 14345:2005 - Determinazione del contenuto di idrocarburi mediante gravimetria
- UNI EN 14735:2022 - Preparazione di campioni di rifiuti per prove ecotossicologiche
- UNI EN 13657:2004 - Digestione per la successiva determinazione della porzione solubile in acqua regia degli elementi contenuti nei rifiuti
- UNI 11199:2007 - Determinazione di policlorodibenzo-p- diossine (PCDD) e policlorodibenzofurani (PCDF) in rifiuti solidi
- UNI EN 15309:2007 - Determinazione della composizione elementare mediante fluorescenza a raggi X
- UNI EN 14899:2006 - Campionamento dei rifiuti - Schema quadro di riferimento per la preparazione e l'applicazione di un piano di campionamento
- UNI EN 14039:2005 - Determinazione del contenuto di idrocarburi nell'intervallo compreso tra C10 e C40 mediante gascromatografia
- UNI EN 15863:2015 - Prova di comportamento alla lisciviazione per caratterizzazione di base - Test di lisciviazione dinamica su monolite con rinnovo periodico del lisciviante in condizioni sperimentali definite
- UNI EN 15002:2015 - Preparazione di porzioni di prova dal campione di laboratorio
- UNI EN 13965-2:2010 - Terminologia - Parte 2: Termini e definizioni relativi alla gestione
- UNI EN 14997:2015 - Prove di comportamento alla lisciviazione - Influenza del pH sulla lisciviazione con controllo continuo del pH

Elenco al 17.04.2023

UNI EN ISO 15192:2021
Caratterizzazione dei rifiuti e dei suoli - Determinazione del cromo (VI) in materiali solidi mediante digestione alcalina e cromatografia ionica con rivelatore spettrofotometrico

La norma descrive la determinazione del cromo (VI) nei rifiuti solidi e nel suolo mediante digestione alcalina e cromatografia ionica con rivelatore spettrofotometrico. Il metodo può essere utilizzato per determinare la frazione in massa di cromo (VI), nei rifiuti solidi, maggiori di 0,1 mg/kg.

Data entrata in vigore: 09 Settembre 2021
Sostituisce: UNI EN 15192:2007
Recepisce: EN ISO 15192:2021

UNI EN 14429:2015
Caratterizzazione dei rifiuti - Prove di comportamento alla lisciviazione - Influenza del pH sulla lisciviazione con aggiunta iniziale di acido/base

La presente norma specifica un metodo per la determinazione dell'influenza del pH sulla lisciviabilità di costituenti inorganici da materiale di rifiuto. La condizione di equilibrio come definita nella norma è stabilita mediante aggiunta di quantità predeterminate di acido o base per raggiungere i valori di pH finali desiderati. Il presente metodo di prova produce eluati, che sono successivamente caratterizzati fisicamente e chimicamente. La presente norma europea fornisce la prova per uno specifico parametro come specificato nella EN 12920. L'applicazione del presente metodo di prova da sola non è sufficiente per la determinazione del comportamento dettagliato alla lisciviazione di un rifiuto in condizioni specifiche.

Data entrata in vigore: 21 Maggio 2015
Sostituisce: UNI CEN/TS 14429:2006
Recepisce: EN 14429:2015

UNI EN 14405:2017
Caratterizzazione dei rifiuti - Prove di comportamento alla lisciviazione - Prova di percolazione a flusso ascendente (nelle condizioni specificate)

La presente norma europea si applica per la determinazione del comportamento alla lisciviazione di sostanze inorganiche e organiche non volatili da rifiuti granulari [con o senza riduzione delle dimensioni (vedere punto 7.2)]. Il rifiuto è sottoposto a percolazione con acqua in funzione del rapporto liquido/solido in condizioni di percolazione specificate. Il rifiuto è sottoposto a lisciviazione in condizioni idraulicamente dinamiche. Il metodo è una prova di lisciviazione con colonna per uso singolo e i risultati della prova definiscono la distinzione tra le diverse tendenze di rilascio, per esempio lavaggio e rilascio sotto l'influenza dell'interazione con la matrice, quando si avvicina l'equilibrio locale tra rifiuto e lisciviante.

Data entrata in vigore: 06 Aprile 2017
Sostituisce: UNI CEN/TS 14405:2004
Recepisce: EN 14405:2017

UNI EN 15875:2011
Caratterizzazione dei rifiuti - Prova statica per la determinazione di potenziale acido e potenziale di neutralizzazione del rifiuto contenente solfuro

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 15875 (edizione ottobre 2011) e tiene conto dell'errata corrige di agosto 2012 (AC:2012). La norma specifica i metodi per determinare il potenziale rilascio acido da materiali che inglobano solfuri. Sono specificati i metodi per determinare sia il potenziale acido (AP) sia il potenziale di neutralizzazione (NP) del materiale. Da questi risultati sono calcolati il potenziale di neutralizzazione netto (PNN) e il rapporto potenziale di neutralizzazione (NPR).

Data entrata in vigore: 13 Dicembre 2011
Recepisce: EN 15875:2011

UNI EN 16457:2014
Caratterizzazione dei rifiuti - Quadro generale per la preparazione e applicazione di un programma di prove - Obiettivi, pianificazione e documenti finali

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 16457 (edizione marzo 2014). La norma europea specifica le richieste per un programma di prove sui rifiuti che riguarda principalmente gli obiettivi, la pianificazione e i documenti finali con l'intento di assicurare risultati realistici e comparabili quando si usano metodi di riferimento che sono stati sviluppati e/o adottati dal CEN/TC 292. Gli aspetti di pianificazione e reportistica di questa norma europea sono applicabili a qualsiasi programma di prova dedicato alla determinazione di uno o più misurandi. Questi aspetti sono applicabili a tutti gli stadi della prova, per ciascun parametro, dal campionamento alla reportistica finale, sia per quelli in campo (per esempio Campionamento) che in laboratorio (per esempio Analisi - quantificazione). Questa norma non affronta i problemi circa la sicurezza delle attività in campo o in laboratorio.

Data entrata in vigore: 08 Maggio 2014
Recepisce: EN 16457:2014

UNI EN 14582:2016
Caratterizzazione dei rifiuti - Contenuto di alogeno e zolfo - Combustione con ossigeno in sistemi chiusi e metodi di determinazione

La presente norma specifica un metodo per la determinazione del contenuto di alogeno e zolfo nei materiali mediante combustione in un sistema chiuso contenente ossigeno (bomba calorimetrica) e successiva analisi del prodotto di combustione utilizzando diverse tecniche analitiche. Il presente metodo è applicabile a campioni solidi, pastosi e liquidi contenenti più di 0.025 g/kg di alogeno e/o 0.025 g/kg di zolfo. Il limite di rilevazione dipende dall'elemento, dalla matrice e dalla tecnica di determinazione utilizzata. Alogenuri e solfati insolubili presenti nel campione o prodotti durante la fase di combustione non sono completamente determinati con questi metodi.

Data entrata in vigore: 22 Settembre 2016
Sostituisce: UNI EN 14582:2007
Recepisce: EN 14582:2016

UNI EN 16424:2015
Caratterizzazione dei rifiuti - Metodo di screening per la composizione elementare mediante spettrometro portatile a fluorescenza a raggi X

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 16424 (edizione ottobre 2014) e tiene conto delle correzioni introdotte il 22 ottobre 2014 e il 17 dicembre 2014. La presente norma è dedicata all'attrezzatura da campo portatile (a mano o laboratorio portatile) a fluorescenza a raggi X (XRF) e specifica un metodo di screening per la determinazione della composizione elementare di materiali da rifiuto per la verifica in situ. Gli spettrometri portatili XRF sono utilizzati per una analisi rapida ed esplorativa di materiali pastosi o solidi. L'assenza o presenza di elementi specifici è dimostrata qualitativamente con una indicazione del livello di concentrazione.

Data entrata in vigore: 16 Aprile 2015
Recepisce: EN 16424:2014

UNI EN 16192:2012
Caratterizzazione dei rifiuti - Analisi degli eluati

La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 16192 (edizione novembre 2011). La norma specifica i metodi per la determinazione dei parametri pH, ammonio, AOX, As, Ba, Cd, Cl-, CN- facilmente liberabile, Co, Cr, Cr (VI), Cu, DOC/TOC, conducibilità elettrica, F- , Hg, Mo, Ni, NO2-, Pb, indice fenolo, totale S, Sb, Se, SO42-, TDS, V e Zn in eluati acquosi per la caratterizzazione dei rifiuti.

Data entrata in vigore: 19 Gennaio 2012
Recepisce: EN 16192:2011

UNI EN 16377:2014
Caratterizzazione dei rifiuti - Determinazione dei ritardanti di fiamma (BFR) nei rifiuti solidi

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 16377 (edizione settembre 2013). La norma specifica un metodo per la determinazione di alcuni selezionati ritardanti di fiamma, chimicamente noti come bifenileteri polibromurati (PBDE), in rifiuti usando gas cromatografia accoppiata a spettrometria di massa (GC-MS) a ionizzazione ad impatto elettronico (EI). Il campo di applicazione del metodo con GC-EI-MS varia in un intervallo di concentrazione tra 100 µg/kg a 5 000 µg/kg dei congeneri che vanno dal tetra all'octabromodifeniletere e tra 100 µg/kg a 10 000 µg/kg del decabromodifeniletere (vedere Prospetto 1). Tale metodo può essere utilizzato anche per altri ritardanti di fiamma bromurati, purché l'applicabilità del metodo sia dimostrata.

Data entrata in vigore: 08 Maggio 2014
Recepisce: EN 16377:2013

UNI EN 12920:2009
Caratterizzazione dei rifiuti - Metodologia per la determinazione del comportamento alla lisciviazione dei rifiuti in condizioni specificate

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 12920:2006+A1 (edizione settembre 2008). La norma specifica una metodologia per la determinazione del comportamento alla lisciviazione dei rifiuti in condizioni specificate per fornire una soluzione a un problema definito. La norma si applica a scenari di smaltimento e di ricupero.

Data entrata in vigore: 05 Marzo 2009
Sostituisce: UNI EN 12920:2006
Recepisce: EN 12920:2006+A1:2008

UNI EN 15169:2007
Caratterizzazione dei rifiuti - Determinazione della perdita al fuoco in rifiuti, fanghi e sedimenti

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 15169 (edizione febbraio 2007). La norma specifica un metodo per la determinazione della perdita al fuoco.Il procedimento si applica a tutti i tipi di rifiuti, fanghi e sedimenti. La perdita al fuoco è spesso usata per la stima del contenuto di sostanza organica non volatile in rifiuti, fanghi e sedimenti. è importante sottolineare che la perdita al fuoco include il carbonio elementare, nonché la volatilizzazione di sostanze organiche o reazioni chimiche di composti inorganici.

Data entrata in vigore: 24 Maggio 2007
Recepisce: EN 15169:2007

UNI EN 14345:2005
Caratterizzazione dei rifiuti - Determinazione del contenuto di idrocarburi mediante gravimetria

La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 14345 (edizione settembre 2004). La norma specifica un metodo gravimetrico per la determinazione del contenuto di idrocarburi nei rifiuti solidi. E' applicabile al contenuto di idrocarburi più grande dello 0,5% (m/m) su base secca. Questo metodo non permette di fornire informazioni qualitative sulla natura e sull'origine degli idrocarburi.

Data entrata in vigore: 01 Gennaio 2005
Recepisce: EN 14345:2004

UNI EN 14735:2022
Caratterizzazione dei rifiuti - Preparazione di campioni di rifiuti per prove ecotossicologiche

La norma fornisce una guida sul campionamento, trasporto, immagazzinamento di rifiuti e definisce la preparazione per la determinazione delle proprietà ecotossicologiche di rifiuti secondo le condizioni specificate nel presente documento.

Data entrata in vigore: 27 Gennaio 2022
Sostituisce: UNI EN 14735:2005
Recepisce: EN 14735:2021

UNI EN 13657:2004
Caratterizzazione dei rifiuti - Digestione per la successiva determinazione della porzione solubile in acqua regia degli elementi contenuti nei rifiuti

La presente norma è la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 13657 (edizione ottobre 2002). La norma specifica dei metodi di digestione in acqua regia di campioni di rifiuti.E' applicabile per la digestione dei rifiuti, per esempio per gli elementi seguenti: Al, Sb, As, B, Ba, Be, Ca, Cd, Cr, Co, Cu, Fe, Pb, Mg, Mn, Hg, Mo, Ni, P, K, Se, Ag, S, Na, Sr, Sn, Te, Ti, Tl, V, Zn.

Data entrata in vigore: 01 Gennaio 2004
Recepisce: EN 13657:2002

UNI 11199:2007
Caratterizzazione dei rifiuti - Determinazione di policlorodibenzo-p- diossine (PCDD) e policlorodibenzofurani (PCDF) in rifiuti solidi

La norma descrive un metodo per la determinazione qualitativa e quantitativa di PCDD e PCDF in campioni di rifiuti solidi mediante spettrometria di massa a bassa risoluzione (LRMS).

Data entrata in vigore: 11 Gennaio 2007

UNI EN 15309:2007
Caratterizzazione dei rifiuti e dei suoli - Determinazione della composizione elementare mediante fluorescenza a raggi X

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 15309 (edizione maggio 2007). La norma specifica una procedura per la determinazione quantitativa di concentrazioni di elementi maggiori e in tracce in solidi omogenei, quali rifiuti, suoli e materiali di tipo suolo, mediante spettrometria a fluorescenza a raggi X a dispersione di energia (EDXRF) o spettrometria a fluorescenza a raggi X a dispersione di lunghezza d'onda (WDXRF), utilizzando una taratura in matrice.

Data entrata in vigore: 15 Novembre 2007
Recepisce: EN 15309:2007

UNI EN 14899:2006
Caratterizzazione dei rifiuti - Campionamento dei rifiuti - Schema quadro di riferimento per la preparazione e l'applicazione di un piano di campionamento

La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 14899 (edizione dicembre 2005). La norma specifica i passi procedurali da intraprendere nella preparazione e applicazione di un piano di campionamento. Il piano di campionamento descrive il metodo di raccolta del campione di laboratorio necessario per soddisfare l'obiettivo del programma di prova.

Data entrata in vigore: 28 Febbraio 2006
Recepisce: EN 14899:2005

UNI EN 14039:2005
Caratterizzazione dei rifiuti - Determinazione del contenuto di idrocarburi nell'intervallo compreso tra C10 e C40 mediante gascromatografia

La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 14039 (edizione settembre 2004). La norma specifica un metodo per la determinazione quantitativa del contenuto di idrocarburi (da C10 a C40) nei rifiuti solidi mediante gascromatografia.

Data entrata in vigore: 01 Gennaio 2005
Recepisce: EN 14039:2004

UNI EN 15863:2015
Caratterizzazione dei rifiuti - Prova di comportamento alla lisciviazione per caratterizzazione di base - Test di lisciviazione dinamica su monolite con rinnovo periodico del lisciviante in condizioni sperimentali definite

La presente norma si applica per determinare il comportamento alla lisciviazione dei rifiuti monolitici in condizioni dinamiche. La prova si effettua in condizioni sperimentali definite. Questa prova è volta a determinare il rilascio dei costituenti inorganici da un rifiuto monolitico in funzione del tempo, quando questo è messo in contatto con una soluzione acquosa (lisciviante).

Data entrata in vigore: 21 Maggio 2015
Sostituisce: UNI CEN/TS 15863:2012
Recepisce: EN 15863:2015

UNI EN 15002:2015
Caratterizzazione dei rifiuti - Preparazione di porzioni di prova dal campione di laboratorio

La norma si applica alla preparazione di porzioni di prova rappresentativi dal campione di laboratorio che è stato prelevato secondo il piano di campionamento (UNI EN 14899), prima dell'analisi fisica e/o chimica (per esempio preparazione di eluati, estrazioni, digestione e/o determinazioni analitiche) di campioni liquidi e solidi e fanghi. Si applica inoltre alla preparazione di porzioni di prova da digesti ed eluati per analisi successive.

Data entrata in vigore: 02 Luglio 2015
Sostituisce: UNI EN 15002:2006
Recepisce: EN 15002:2015

UNI EN 13965-2:2010
Caratterizzazione dei rifiuti - Terminologia - Parte 2: Termini e definizioni relativi alla gestione

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese, francese e tedesca della norma europea EN 13965-2 (edizione ottobre 2010). La norma fornisce un elenco di termini e definizioni utilizzabili nel campo della gestione dei rifiuti. Le definizioni utilizzate sono armonizzate con il linguaggio già utilizzato nel campo della gestione dei rifiuti e nella relativa legislazione.

Data entrata in vigore: 25 Novembre 2010
Sostituisce: UNI EN 13965-2:2005
Recepisce: EN 13965-2:2010

UNI EN 14997:2015
Caratterizzazione dei rifiuti - Prove di comportamento alla lisciviazione - Influenza del pH sulla lisciviazione con controllo continuo del pH

La presente norma specifica un metodo per la determinazione dell'influenza del pH sulla lisciviabilità di costituenti inorganici da materiale di rifiuto. La condizione di equilibrio come definita nel presente documento è stabilita da continue correzioni del pH mediante aggiunta di acido o base per raggiungere i valori di pH desiderati. Il metodo di prova produce eluati che sono successivamente caratterizzati fisicamente e chimicamente. La presente norma europea fornisce la prova per uno specifico parametro come specificato nella EN 12920. L'applicazione del presente metodo di prova da sola non è sufficiente per la determinazione del comportamento dettagliato alla lisciviazione di un rifiuto in condizioni specifiche.

Data entrata in vigore: 21 Maggio 2015
Sostituisce: UNI CEN/TS 14997:2007
Recepisce: EN 14997:2015

Fonte: UNI

Certifico Srl - IT Rev. 0.0 2023
©Copia autorizzata abbonati

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Caratterizzazione dei rifiuti - Norme UNI Rev. 0.0 2023.pdf
Certifico Srl - Rev. 0.0 2023
156 kB 208

Tags: Ambiente Norme UNI Rifiuti Abbonati Ambiente

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Lug 11, 2024 62

Legge 29 ottobre 1987 n. 441

Legge 29 ottobre 1987 n. 441 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 agosto 1987, n. 361, recante disposizioni urgenti in materia di smaltimento dei rifiuti. (GU n.255 del 31.10.1987) Collegati
Decreto-Legge 31 agosto 1987 n. 361
Leggi tutto
Lug 11, 2024 61

Decreto-Legge 31 agosto 1987 n. 361

Decreto-Legge 31 agosto 1987 n. 361 Disposizioni urgenti in materia di smaltimento dei rifiuti. Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 ottobre 1987, n. 441 (in G.U. 31/10/1987, n.255). (GU n.203 del 01.09.1987)______ Aggiornamenti all'atto 31/10/1987 LEGGE 29 ottobre 1987, n.… Leggi tutto
Ecosistemi terrestri ed incendi boschivi in Italia Anno 2023
Lug 01, 2024 100

Ecosistemi terrestri ed incendi boschivi in Italia: Anno 2023

Ecosistemi terrestri ed incendi boschivi in Italia: Anno 2023 ID 22151 | 01.07.2024 / In allegato Durante il 2023 l’Italia è stata colpita da incendi boschivi per una superficie complessiva di 1073 km2 (quasi un terzo della Val D’Aosta). Di questi, circa 157 km2 (una superficie confrontabile con… Leggi tutto
Raccomandazione  UE  2024 1722
Giu 19, 2024 153

Raccomandazione (UE) 2024/1722 della Commissione del 17.06.2024

Raccomandazione (UE) 2024/1722 | Recepimento nuova direttiva sull'efficienza energetica ID 22089 | 19.06.2024 Raccomandazione (UE) 2024/1722 della Commissione, del 17 giugno 2024, che stabilisce orientamenti per l’interpretazione dell’articolo 4 della direttiva (UE) 2023/1791 del Parlamento europeo… Leggi tutto
UNMIG databook 2024
Giu 11, 2024 161

UNMIG databook 2024

UNMIG databook 2024 ID 22042 | 11.06.2024 / In allegato La pubblicazione riporta i dati riferiti alle attività 2023 svolte dagli Uffici territoriali dell’UNMIG e dai Laboratori chimici e mineralogici, unitamente ai dati relativi alla situazione in Italia, al 31 dicembre 2023, delle attività di… Leggi tutto

Più letti Ambiente