Slide background
Slide background
Slide background
Slide background




Dichiarazione di conformità e ATO impianti a gas

ID 6271 | | Visite: 24980 | Documenti impianti riservatiPermalink: https://www.certifico.com/id/6271

Dichiarazione di conformit  ATO CIG2018

Dichiarazione di conformità e ATO impianti alimentati a gas combustibile 

Linee guida CIG nr. 1 (2018)

Disponibili i Modelli tipo editabili (.doc Abbonati) di esempio compilazione della dichiarazione di conformità per impianti alimentati a gas combustibile (2018) estratti dalla Linee guida CIG nr. 1 (2018)

La Linea guida CIG nr. 1 (2018) costituisce l’aggiornamento delle Linee Guida CIG n. 1 pubblicate nel 2010. L’aggiornamento si è reso necessario per tenere in debita considerazione le novità introdotte sia dalla pubblicazione di nuove disposizioni di regolazione emanate nel frattempo dall’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Servizio Idrico (dal 1° gennaio 2018 ARERA – Autorità di Regolazione Energia Rifiuti Ambiente), tra cui la Deliberazione 40/2014/R/Gas, sia di nuove norme pubblicate da UNI.

Tra queste ultime si segnalano, in particolare, la nuova edizione della norma UNI 7129, che riguarda gli impianti domestici e similari alimentati a gas, e la norma UNI 11528 che riguarda, invece, gli impianti extradomestici.

Esempio di dichiarazione di conformità per impianto nuovo (doc/pdf)

cover linee

Esempio di dichiarazione di conformità per intervento parziale su impianto esistente (doc/pdf)

ApppendiceB

...

Le Linee Guida CIG nr. 1/2018, in analogia con l’edizione precedente, hanno lo scopo di rendere disponibile agli operatori del settore gas una guida per la predisposizione/compilazione della “Dichiarazione di conformità” di cui all’articolo 7 del DM 22/01/2008, n. 37 (di seguito DM 37/08), e della relativa “documentazione tecnica obbligatoria”.

Come noto la “documentazione tecnica obbligatoria” a cui si riferiscono l’allegato I e l’allegato II del DM 37/08, modificati con DM 19 maggio 2010, è costituita da:

1. Progetto ai sensi degli articoli 5 e 7;
2. Relazione con tipologie dei materiali utilizzati;
3. Schema dell’impianto realizzato;
4. Riferimento a dichiarazioni di conformità precedenti o parziali già esistenti;
5. Copia del certificato di riconoscimento dei requisiti tecnico-professionali (N.D.R.: come risulta nell’allegato II, non è richiesta per gli impianti interni realizzati dagli uffici tecnici interni di imprese non installatrici).
6. Attestazione di conformità per impianto realizzato con materiali o sistemi non normalizzati.

I documenti sopraccitati sono meglio conosciuti come “allegati tecnici obbligatori” (di seguito ATO). Le presenti linee guida prendono in considerazione, in particolare, gli ATO di cui ai primi quattro alinea sopraccitati, in quanto la copia del Certificato dei requisiti tecnici professionali viene rilasciato dalla Camera di Commercio. Inoltre, anche per l’attestazione di conformità, di cui l’ultima alinea, essendo un documento utilizzato in rarissimi casi e predisposto da un ingegnere, le presenti linee guida non entrano nel merito di come potrebbe essere redatto, mentre i contenuti sono riportati nella nota n. 8 dell’allegato I e dell’allegato II di cui al DM 19 maggio 2010. Anche per quanto riguardo l’alinea 1 (progetto) si forniscono soltanto alcuni spunti di riflessione in quanto si lascia al professionista la scelta delle modalità di realizzazione di tale elaborato.

Per quanto riguarda il “progetto” si fa rilevare che gli articoli 5 e 7 del DM 37/08 riportano delle specifiche indicazioni/precisazioni sui contenuti del medesimo che potrebbero variare in relazione al tipo e alla consistenza dell’impianto.

Si fa altresì rilevare che per determinati impianti il progetto deve essere redatto e firmato da un professionista iscritto negli albi professionali mentre per altre situazioni il progetto può essere redatto a cura del responsabile tecnico dell’impresa installatrice (vedi stralcio degli articoli 5 e 7 del DM 37/08 di seguito riportati).

È possibile applicare le linee guida sia agli impianti a gas per uso domestico e similare (di cui alle norme UNI 7129, UNI 7131; UNI 10738, UNI 10845, UNI/TS 11693 ecc.) sia agli impianti a gas per uso extradomestico (di cui alle norme UNI 8723, UNI 11528).

La predisposizione e la corretta compilazione della dichiarazione di conformità e dei relativi ATO rappresentano un momento ed un’attività estremamente importante per l’impresa installatrice ai fini della  sicurezza e delle responsabilità che coinvolgono, a vario titolo, i diversi soggetti interessati (…installatore, progettista, committente, Enti di controllo, Azienda gas ecc.).

La redazione completa, corretta e particolareggiata degli ATO consente la “caratterizzazione” dell’impianto/opere realizzate.

Da ciò ne deriva essenzialmente una maggiore tutela per l’installatore che ha realizzato l’intervento, soprattutto nel caso di eventuali modifiche/ampliamenti/manomissioni/ecc. realizzate successivamente da parte di terzi.

La ricezione di documenti compilati in modo chiaro, dettagliato ed esaustivo, allo stesso tempo consente, inoltre, di rendere più facilmente consapevole il committente dei propri obblighi e delle proprie responsabilità nella gestione dell’impianto, nonché di agevolare gli Enti Locali e le Aziende gas per le funzioni di controllo ed accertamento documentale da esse esercitate; in particolare gli ATO possono essere utilizzati anche per l’accertamento ai sensi della Deliberazione AEEGSI n. 40 del 2014.

Le presenti Linee Guida riportano alcuni esempi di predisposizione degli ATO, redatti secondo diverse articolazioni che perseguono lo stesso obiettivo, cioè la “caratterizzazione” dell’impianto.

L’appendice C riguarda un esempio di schema/elaborato grafico planimetrico di progetto che può fornire indicazioni utili anche per la redazione di progetti da parte di professionisti. In particolare gli allegati grafici che contengono l’elenco e la relazione dei materiali, nonché le indicazioni sulle modalità di posa possono soddisfare le funzioni sia di “Relazione con tipologie dei materiali” sia di “Schema dell’impianto”, sia di “Progetto” a cura di un professionista.

Anche le schede tecniche di seguito riportate possono assolvere alle funzioni sia di “Schema dell’impianto”  (inteso come descrizione dell’opera eseguita) sia di “Relazione con tipologie dei materiali” senza richiedere ulteriori elaborati grafici. 

Schemi, disegni, planimetrie prive di descrizione della modalità di posa e/o elenchi incompleti dei materiali necessitano, invece, di integrazione mediante la compilazione delle schede con gli elenchi dei materiali e le modalità di posa.

Nel caso di installazione di apparecchi è necessaria anche la compilazione delle specifiche schede indipendentemente dalla completezza degli schemi/elaborati grafici.

Dal punto di vista organizzativo, le presenti Linee guida sono strutturate in modo da consentire la scelta e l’uso delle sole schede tecniche effettivamente necessarie per redigere correttamente gli ATO al termine dei lavori, in relazione alla tipologia e consistenza dell’impianto/opera realizzata.

Gli ATO potranno essere, pertanto, costituiti da qualche pagina soltanto o da più pagine in relazione alla complessità dell’impianto.

______________

Introduzione
1 Scopo e campo di applicazione
1.1 Estratto del DM 22 gennaio 2008 n. 37
2. Modelli ministeriali di Dichiarazione di conformità
3. Definizioni
4. Principali riferimenti legislativi e normativi
5. Allegati Tecnici Obbligatori (ATO)
5.1 Premessa
5.2 Schede tecniche
5.2.1 Composizione delle schede tecniche
5.2.2 Istruzioni per la compilazione dei singoli punti delle schede tecniche
Appendice A Esempio di dichiarazione di conformità per impianto nuovo
Appendice B Esempio di dichiarazione di conformità per intervento parziale su impianto esistente
Appendice C Esempio di elaborato grafico planimetrico di progetto con apparecchi allacciati e con elenco dei materiali
Appendice D Informazioni utili per la compilazione delle schede tecniche
Appendice E Esempi di possibile compilazione manuale degli Allegati Tecnici Obbligatori:
- Nuovo impianto;
- Impianto modificato.

Fonte: CIG

Modelli .doc elaborati Certifico S.r.l. IT 2018

Collegati:

Pin It


Tags: Impianti Abbonati Impianti Impianti gas Dichiarazione di Conformità

Più letti Impianti

Ultimi archiviati Impianti

Dic 14, 2019 3

CEI EN 61477

CEI EN 61477 (IEC 61477) Codifica CEI: 78-13 Lavori sotto tensione - Prescrizioni minime per l’uso di attrezzi, di dispositivi e di equipaggiamenti La presente Norma generica fornisce i requisiti minimi necessari per specifici aspetti per la fabbricazione, per la scelta, per l’uso e la manutenzione… Leggi tutto
Dic 14, 2019 4

CEI EN IEC 60900 (CEI 11-16)

CEI EN IEC 60900 (CEI 11-16) Lavori sotto tensione - Attrezzi manuali per tensioni fino a 1000 V in corrente alternata e 1500 V in corrente continua”. La nuova edizione del mese di settembre annulla e sostituisce la precedente del 2015 che rimane applicabile fino al 25-07-2021 e ne costituisce… Leggi tutto
Dic 14, 2019 7

CEI 20-45 | Cavi per energia CPR

CEI 20-45: Variante V2 2019 Aggiornata la CEI 20-45 per la conformità al Regolamento (UE) 305/2011 CPR CEI 20-45;V2 (2019) Cavi per energia isolati in gomma elastomerica ad alto modulo di qualità G18, sotto guaina termoplastica o elastomerica, con particolari caratteristiche di reazione al fuoco… Leggi tutto
UNI PDR 70 2019
Nov 04, 2019 132

UNI/PdR 70:2019 | Impresa 4.0 profili esperti settore Energia

UNI/PdR 70:2019 | Impresa 4.0 profili esperti settore Energia UNI/PdR 70:2019 Impresa 4.0 - Competenze dei profili manageriali degli esperti, che avvalendosi delle tecnologie abilitanti, supportano la valorizzazione, il trasferimento e l’applicazione dell’innovazione nei processi e sistemi… Leggi tutto
Inchiesta pubblica preliminare Linee guida per le diagnosi energetiche
Ott 09, 2019 263

Inchiesta pubblica preliminare: Linee guida per le diagnosi energetiche

Inchiesta pubblica preliminare: Linee guida per le diagnosi energetiche degli edifici Il CTI presenta il progetto UNI1604716 - futuro rapporto tecnico - che costituisce una linea guida per l’esecuzione delle diagnosi energetiche degli edifici (ad uso residenziale, terziario o altri assimilabili).… Leggi tutto
GSE Teleriscaldamento e teleraffrescamento
Ott 07, 2019 227

Rapporto GSE teleriscaldamento e teleraffrescamento

Rapporto GSE teleriscaldamento e teleraffrescamento Il documento allegato riporta i risultati delle indagini svolte dal GSE con l’obiettivo di fare il punto sui livelli di sviluppo e di diffusione del fenomeno del teleriscaldamento e teleraffrescamento in Italia, guardando tanto alle peculiarità… Leggi tutto