Slide background
Slide background




Proposta ECHA: Restrizioni (PFAS) nelle schiume antincendio

ID 15841 | | Visite: 377 | News ChemicalsPermalink: https://www.certifico.com/id/15841

Proposta ECHA Restrizioni PFAS nelle schiume antincendio

Proposta ECHA: Restrizioni (PFAS) nelle schiume antincendio

Helsinki, 23 febbraio 2021 

L'Agenzia europea per le sostanze chimiche presenta una proposta per una restrizione a livello dell'UE su tutte le sostanze per- e polifluoroalchiliche (PFAS) nelle schiume antincendio. La restrizione eviterebbe un'ulteriore contaminazione delle acque sotterranee e del suolo e rischi per la salute delle persone e dell'ambiente.

HeL'ECHA ha studiato i rischi per l'ambiente e la salute posti dall'uso dei PFAS nelle schiume antincendio su richiesta della Commissione europea. L'Agenzia ha concluso che una restrizione a livello dell'UE è giustificata in quanto i rischi posti dai PFAS non sono attualmente adeguatamente controllati e le emissioni dovrebbero essere ridotte al minimo.

Le schiume antincendio contenenti PFAS hanno causato molti casi di contaminazione ambientale nell'UE, sia nel suolo che nell'acqua potabile. Tutti i PFAS, oi loro prodotti di degradazione, sono molto persistenti e alcuni sono noti per danneggiare la salute umana o l'ambiente. La combinazione di persistenza e potenziale dannoso significa che è importante ridurre al minimo ulteriori rilasci di queste sostanze per ridurre la probabilità di danni, potenzialmente irreversibili, in futuro.

L'ECHA ha valutato i punti di forza e di debolezza di cinque diverse opzioni per controllare i rischi dei PFAS nelle schiume antincendio. L'opzione proposta vieterebbe l'immissione sul mercato, l'uso e l'esportazione di tutti i PFAS nelle schiume antincendio dopo l'uso o periodi di transizione specifici del settore. Questi periodi di transizione darebbero all'industria il tempo di sostituire le schiume contenenti PFAS senza compromettere la sicurezza antincendio. Durante i periodi di transizione, coloro che utilizzano ancora schiume a base di PFAS dovranno garantire che le emissioni nell'ambiente siano ridotte al minimo. Anche le schiume scadute e le eventuali schiume di scarto dovrebbero essere adeguatamente smaltite.

Se adottata, la restrizione potrebbe ridurre le emissioni di PFAS nell'ambiente di oltre 13 000 tonnellate in 30 anni. I costi stimati per la società sarebbero di circa 7 miliardi di EUR nello stesso periodo. Questi costi includono, tra l'altro, il prezzo della modifica delle apparecchiature per l'utilizzo di schiume prive di PFAS, la pulizia delle apparecchiature per rimuovere i residui di schiuma PFAS e la differenza di prezzo tra i PFAS e le schiume alternative.

La proposta si basa sulle informazioni disponibili al momento della stesura e può essere aggiornata se emergono nuove informazioni. Il 23 marzo 2022 è prevista l'avvio di una consultazione semestrale, aperta a chiunque possa fornire commenti basati su prove sulla proposta. L'ECHA organizzerà inoltre una sessione informativa online il 5 aprile per spiegare il processo di restrizione e aiutare gli interessati a prendere parte alla consultazione.

Inoltre, cinque paesi europei (Paesi Bassi, Germania, Danimarca, Svezia e Norvegia) stanno lavorando a una proposta di restrizione che riguarderà tutti i PFAS in altri usi. Stanno pianificando di presentare la loro proposta all'ECHA nel gennaio 2023. La valutazione del rischio introdotta nella proposta per limitare i PFAS nelle schiume antincendio è rilevante per tutti i PFAS. Ciò significa che aprirà anche la strada alla valutazione dei rischi nella più ampia restrizione PFAS.

[...]

Fonte: ECHA

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Proposal for restriction - ECHA 14.02.2022.pdf)Proposal for restriction - ECHA 14.01.2022
 
EN4163 kB55

Tags: Chemicals Guida ECHA

Ultimi archiviati Chemicals

D Lgs  2 marzo 2007 n  50 buona pratica di laboratorio  BPL
Dic 01, 2022 71

Decreto Legislativo 2 marzo 2007 n. 50

Decreto Legislativo 2 marzo 2007 n. 50 / Buona Pratica di Laboratorio (BPL) ID 18244 | 01.12.2022 Decreto Legislativo 2 marzo 2007 n. 50Attuazione delle direttive 2004/9/CE e 2004/10/CE, concernenti l'ispezione e la verifica della Buona Pratica di Laboratorio (BPL) e il ravvicinamento delle… Leggi tutto
Direttiva 2004 10 CE BPL
Dic 01, 2022 67

Direttiva 2004/10/CE

Direttiva 2004/10/CE / Principi di buona pratica di laboratorio Direttiva 2004/10/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 febbraio 2004, concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative relative all'applicazione dei principi di buona pratica… Leggi tutto
Nov 18, 2022 211

Regolamento delegato (UE) 2019/624

Regolamento delegato (UE) 2019/624 Regolamento delegato (UE) 2019/624 della Commissione, dell'8 febbraio 2019, recante norme specifiche per l'esecuzione dei controlli ufficiali sulla produzione di carni e per le zone di produzione e di stabulazione dei molluschi bivalvi vivi in conformità al… Leggi tutto
REACH Authorisation List
Nov 14, 2022 81

REACH Authorisation Decisions List: Last update 09.11.2022

REACH Authorisation Decisions List / Last update: 09.11.2022 REACH Authorisation Decisions List of authorisation decisions adopted on the basis of Article 64 of Regulation (EC) No 1907/2006 (REACH). The list also includes reference to related documentation concerning all applications for… Leggi tutto
Relazione sulle sostanze recuperate esentate dalla registrazione REACH
Nov 08, 2022 97

Relazione sulle sostanze recuperate esentate dalla registrazione REACH

Relazione sulle sostanze recuperate esentate dalla registrazione REACH Helsinki, 8 novembre 2022 / ECHA/NR/22/17 I risultati di un progetto pilota di applicazione del Forum sulle sostanze recuperate dai rifiuti rivelano che il 26 % delle sostanze controllate viola il regolamento REACH. Gli… Leggi tutto

Più letti Chemicals

Regolamento  CE  n  178 2002
Ott 24, 2022 72189

Regolamento (CE) N. 178/2002

Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza… Leggi tutto