Slide background
Slide background
Slide background




Certificazione delle bioplastiche

ID 8934 | | Visite: 503 | Documenti Ambiente EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/8934

Certificazione delle bioplastiche

Certificazione delle bioplastiche

Nel corso dell’evoluzione della plastiche sono state fatte diverse asserzioni riguardo ai loro effetti sull’ambiente, molte delle quali peraltro non sostenute da argomentazioni credibili quanto i risultati prodotti da laboratori certificati. Per fornire norme di applicazione generale su base scientifica, le organizzazioni per la normazione hanno coinvolto esperti con competenze in diverse aree di studio per definire norme e standard nel campo delle bioplastiche. Con norma si intende l’insieme di regole al quale un prodotto deve soddisfare per ottenere una certa etichetta.

Gli enti di normazione più importanti a livello mondiale sono:

- ASTM Società Americana per le Prove e i Materiali (USA)
- ISO Organizzazione Internazionale per la Normazione
- CEN Comitato Europeo per la Normazione (Unione Europea)

Il CEN è un ente di normazione riconosciuto ufficialmente dall’Unione Europea. Le norme CEN sono vincolanti per i paesi dell’Unione Europea e vengono trasferite ai singoli enti di normazione nazionali. Questo consente ai produttori che rispettano le norme di entrare nel mercato europeo. Il primo standard nel campo del compostaggio e della biodegradazione delle plastiche è stata emesso dall’ente tedesco DIN nel 1997 (DIN V54900) e successivamente rimpiazzato dalla norma europea EN13432. Anche se ogni ente di normazione ha i suoi standard, spesso essi sono mutualmente armonizzati.

Gli organismi di certificazione americano ed europeo riconoscono a vicenda gli standard per quanto attiene a polimeri, plastiche e prodotti compostabili. In questo modo, una volta che un certificato (ad es. basato sulla EN 13432) è stato emesso, il produttore può facilmente ottenere certificati analoghi basati su altri standard. Gli standard sopra citati sono molto simili, differendo solo per alcune analisi addizionali che devono essere realizzate. In questo modo è possibile evitare la duplicazione delle analisi, che in genere comporta ulteriori costi e carichi amministrativi. Diversi standard emessi dai principali enti di standardizzazione sono riferiti alle bioplastiche. L’attenzione principale è rivolta alla compostabilità ed al contenuto di rinnovabili.

Plastice.org 2012

Pin It


Tags: Ambiente Abbonati Ambiente Imballagi e rifiuti di imballaggio

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Protocollo di Kyoto
Feb 20, 2020 36

Protocollo di Kyoto

Protocollo di Kyoto ID 10194 | Scheda completa in allegato E' un atto esecutivo che contiene obiettivi legalmente vincolanti e decisioni sulla attuazione operativa di alcuni degli impegni della Convenzione Quadro sui Cambiamenti Climatici (United Nation Framework Convention on Climate Change)… Leggi tutto
Indicazioni formazione operatori turistici minerari
Feb 19, 2020 27

Indicazioni per la formazione di operatori turistici minerari

Indicazioni per la formazione di operatori turistici minerari Pubblicazione della ReMi - Quaderni ISPRA Ambiente e Società 21/2020 Nell’ambito delle attività previste dal Comitato della Rete Nazionale dei Parchi e Musei Minerari, si propone il primo Quaderno ReMi che riporta delle indicazioni… Leggi tutto
Legge 8 Luglio 1986 n  349
Feb 18, 2020 21

Legge 8 Luglio 1986 n. 349

Legge 8 Luglio 1986 n. 349 Istituzione del Ministero dell'ambiente e norme in materia di danno ambientale. (GU n.162 del 15-7-1986 - Suppl. Ordinario n. 59) ________ In allegato Testo consolidato 2020 riservato Abbonati con le modifiche/abrogazioni di cui: 04/03/1987 LEGGE 3 marzo 1987, n. 59 (in… Leggi tutto
Circolare n  2 del 13 febbraio 2020
Feb 17, 2020 42

Circolare Albo Nazionale Gestori Ambientali n. 2 del 13 febbraio 2020

Circolare n. 2 del 13 febbraio 2020 Albo Nazionale Gestori Ambientali Chiarimenti sull’attività di spazzamento meccanizzato di aree private e successivo trasporto del rifiuto derivante dalla stessa Il Comitato Nazionale ha chiarito che non sussiste l'obbligo di iscrizione all'Albo per la specifica… Leggi tutto
Feb 15, 2020 58

D.Lgs. 13 settembre 2013 n. 108

D.Lgs. 13 settembre 2013 n. 108 Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni derivanti dal Regolamento (CE) n. 1005/2009 sulle sostanze che riducono lo strato di ozono. (GU n.227 del 27-09-2013) Testo consolidato allegato con le modifiche apportate da: 24/06/2014 DECRETO-LEGGE 24… Leggi tutto
Feb 15, 2020 57

Decisione 82/795/CEE

Decisione 82/795/CEE Decisione 82/795/CEE del Consiglio, del 15 novembre 1982, sul rafforzamento delle misure precauzionali riguardanti i clorofluorocarburi nell'ambiente GU L 329 del 25.11.1982 Vedi Documento: Collegati[box-note]Protocollo di MontrealConvenzione di Vienna per la protezione dello… Leggi tutto
Protollo di Montreal
Feb 15, 2020 119

Protocollo di Montreal

Protocollo di Montreal ID 10159 | 15.02.2020 Il Protocollo di Montreal è lo strumento operativo dell'UNEP, il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, per l'attuazione della Convenzione di Vienna "a favore della protezione dell'ozono stratosferico". Entrato in vigore nel gennaio 1989, ad oggi, è… Leggi tutto
Feb 15, 2020 54

Legge 4 luglio 1988 n. 277

Legge 4 luglio 1988, n. 277 Ratifica ed esecuzione della convenzione per la protezione della fascia d'ozono, con allegati, adottata a Vienna il 22 marzo 1985, nonche' di due risoluzioni finali adottate in pari data. (GU n.170 del 21-7-1988 - S.O. n. 64) Vedi Documento: Collegati[box-note]Protezione… Leggi tutto

Più letti Ambiente