Slide background
Slide background




ADR 2019: Aggiornamento Kemler

ID 8163 | | Visite: 7792 | Codici Kemler ADRPermalink: https://www.certifico.com/id/8163

Kemler ADR 209

Codici Kemler ADR 2019 (Numeri di identificazione del pericolo)

ID 8163 | Documento allegato aggiornamento ADR 2019 (IT/EN)

CAPITOLO 5.3
Etichettatura e segnalazione arancio dei contenitori, contenitori per il trasporto alla rinfusa, CGEM, MEMU, contenitori cisterna, cisterne mobili e veicoli

5.3.2.3.
Significato dei numeri d'identificazione del pericolo

5.3.2.3.1.
Il numero di identificazione del pericolo si compone di due o tre cifre. Generalmente le cifre indicano i seguenti pericoli:

2 Emissione di gas risultanti dalla pressione o da una reazione chimica
3 Infiammabilità di materie liquide (vapori) e gas o materia liquida autoriscaldante
4 Infiammabilità di materie solide o materia solida autoriscaldante
5 Comburenza (favorisce l'incendio)
6 Tossicità o pericolo d'infezione
7 Radioattività
8 Corrosività
9 Pericolo di violenta reazione spontanea

NOTA: Il pericolo di violenta reazione spontanea ai sensi della cifra 9 comprende la possibilità derivante dalla natura della materia di un pericolo di esplosione, di disintegrazione e di una reazione di polimerizzazione seguita dallo sviluppo di considerevole calore o di gas infiammabili e/o tossici.

Il raddoppio di una cifra indica un'intensificazione di quel particolare pericolo.

Quando il pericolo di una merce può essere adeguatamente indicato da una sola cifra, tale cifra deve essere completata da uno zero (0).

Le seguenti combinazioni di cifre hanno tuttavia un significato speciale: 22, 323, 333, 362, 382, 423, 44, 446, 462, 482, 539, 606, 623, 642, 823, 842, 90 e 99 (cfr. 5.3.2.3.2 qui di seguito).

Quando il numero d'identificazione del pericolo è preceduto dalla lettera "X", ciò significa che la materia reagisce pericolosamente con l'acqua. Per tali materie, l'acqua può essere utilizzata solo con l'approvazione di esperti.

Per le materie della classe 1, il codice di classificazione secondo la colonna (3b) della tabella A del capitolo 3.2 sarà utilizzato come numero di identificazione del pericolo. Il codice di classificazione si compone:

- del numero della divisione secondo 2.2.1.1.5, e
- della lettera del gruppo di contabilità secondo 2.2.1.1.6.

In rosso le novità ADR 2019

5.3.2.3.2.
I numeri di identificazione del pericolo indicati nella colonna (20) della Tabella A del capitolo 3.2 hanno il seguente significato:

20 gas asfissiante o che non presenta pericolo sussidiario
22 gas liquefatto refrigerato, asfissiante
223 gas liquefatto refrigerato, infiammabile
225 gas liquefatto refrigerato, comburente (favorisce l'incendio)
23 gas infiammabile
238 gas, infiammabile corrosivo
239 gas infiammabile, che può produrre spontaneamente una reazione violenta
25 gas comburente (favorisce l'incendio)
26 gas tossico
263 gas tossico e infiammabile
265 gas tossico e comburente (favorisce l'incendio)
268 gas tossico e corrosivo
...
segue in allegato

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Hazard identification numbers ADR 2019 EN.pdf
Certifico Srl - ADR 2019
125 kB 77
Allegato riservato Codici Kemler ADR 2019.pdf
Certifico Srl - ADR 2019
127 kB 132

Tags: Merci Pericolose Codici Kemler ADR Abbonati Trasporto ADR

Articoli correlati

Ultimi archiviati Merci Pericolose

Mag 12, 2022 48

Decreto 6 giugno 2000

Decreto 6 giugno 2000 Ministero dei trasporti e della navigazione Norme attuative del decreto legislativo 4 febbraio 2000, n. 40, concernente i consulenti alla sicurezza per trasporto di merci pericolose su strada, per ferrovia o per via navigabile. (GU n. 144 del 22.06.2000) ...… Leggi tutto
Mag 12, 2022 150

Circolare 14 novembre 2000 n. A26

Circolare 14 novembre 2000 n. A26 Consulenti alla sicurezza per trasporto di merci pericolose. Decreto ministeriale 6 giugno 2000, n. 82T, e decreto ministeriale 4 luglio 2000, n. 90T, attuativi, del decreto legislativo 4 febbraio 2000, n. 40. Procedure di esame, campo di applicazione, esenzioni,… Leggi tutto
Circolare MIT n  0042495 del 12 05 2014
Mag 11, 2022 54

Circolare MIT n. 0042495 del 12.05.2014

Circolare MIT n. 0042495 del 12.05.2014 Decreto dirigenziale n. 303 del 07 Aprile 2014. Procedure per ii rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo e per ii nulla osta allo sbarco e al reimbarco su altre navi (transhipment) delle merci pericolose._______ SCHEDA SINOTTICA:… Leggi tutto
Mag 11, 2022 59

Decreto 21 marzo 2006

Decreto 21 marzo 2006 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo e per il nulla osta allo sbarco e al reimbarco su altre navi (transhipment) delle merci pericolose. (Decreto n. 278/2006). (GU n.90 del 18.04.2006 - SO n. 98) [box-warning]Abrogazione Decreto 7… Leggi tutto
Mag 11, 2022 55

Decreto 18 novembre 2005

Decreto 18 novembre 2005 Norme integrative per il trasporto di merci pericolose sulle navi mercantili in viaggi nazionali. (Decreto n. 1105/05). (GU n. 285 del 07.12.2005) [box-warning]Abrogazione Decreto 7 Aprile 2014 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo… Leggi tutto
Linee guida trasporto  scarico e stoccaggio TDI   MDI imballato
Feb 21, 2022 316

Linee guida trasporto, scarico e stoccaggio TDI / MDI imballato

Linee guida per il trasporto, lo scarico e lo stoccaggio in condizioni di sicurezza di Toluene Diisocianato (TDI) e al Difenilmetano Diisocianato (MDI) imballato ID 15818 | 21.02.2022 / Documento allegato Lo scopo della Linee guida è quello di dare un contributo alle norme generali sulla sicurezza… Leggi tutto

Più letti Merci Pericolose

Set 07, 2017 54094

GHS - Fourth revised edition

in GHS
GHS - Fourth revised edition GHSGlobally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals Il GHS è un regolamento internazionale per la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio di sostanze chimiche che deve essere integrato nel diritto nazionale.Nel quadro della Conferenza… Leggi tutto