Slide background




Norme della serie UNI EN 14175-X per le cappe chimiche

ID 14136 | | Visite: 2624 | Documenti UNIPermalink: https://www.certifico.com/id/14136

Norme della serie UNI EN 14175 X per le cappe chimiche

Norme della serie UNI EN 14175-X per le cappe chimiche / Update 07.2021

In allegato Documento sulle norme per le cappe chimiche, ad uso in attività industriali, di ricerca e didattiche, con info generali sulla classificazione, conformità, Dichiarazioni, marcatura CE, altro.

ID 14136 | Update 26.07.2021 / Documento completo allegato

Vedi: Guida istallazione, uso e manutenzione cappe chimiche

EN 14175-1/ Estratto

La 14175-1 fornisce termini e definizioni per cappe chimiche.

Per i requisiti di sicurezza e prestazioni delle cappe chimiche si applica la EN 14175-2. Per le prove di tipo delle cappe chimiche si applica la norma EN 14175-3.

Per le cabine di sicurezza microbiologica si applica la EN 12469.

La EN 14175-1 non riguarda le cappe chimiche o i dispositivi di filtrazione a ricircolo utilizzati come alloggio per animali.

Tipi di cappe chimiche

Cappa chimica
Dispositivo di protezione che deve essere ventilato da un flusso d'aria indotto attraverso un'apertura di lavoro regolabile con un involucro progettato per limitare la diffusione di contaminanti aerodispersi agli operatori e ad altro personale all'esterno del dispositivo,offrendo un grado di protezione meccanica, e  prevedendo il rilascio controllato di contaminanti aerodispersi.

NOTA
Una cappa chimica è un involucro ventilato conforme ai requisiti specificati nella EN 14175-2.


Cappa aspirante da banco
Cappa chimica in cui la superficie di lavoro è almeno 720 mm sopra il livello del pavimento.

Cappa a basso livello
Cappa chimica dove il piano di lavoro è compreso tra il livello del pavimento e 720 mm.

Cappa aspirante
Cappa chimica dove il piano di lavoro è a livello del pavimento o al di sotto.

Cappa a volume d'aria variabile (VAV)
Cappa chimica che fornisce una portata in volume di aspirazione variabile a seconda dell'apertura dell'anta.

Cappa chimica a filtrazione con ricircolo
Dispositivo di protezione in grado, intrappolando gli inquinanti specificati, di espellere l'aria esausta di una stanza dalla stessa.

EN 14175-3 / Estratto

Allegato A (informativa) Valutazione della conformità

Generalità

Per la valutazione della conformità, deve essere eseguita una prova di tipo su un modello di produzione della cappa chimica. La prova di tipo deve essere eseguita sulla cappa installata secondo le istruzioni del fabbricante in una sala prove, utilizzando le metodologie e le procedure di prova specificate nel EN 14175-3.

La prova di tipo può essere eseguita con indicatore di flusso d'aria incorporato nella cappa o senza indicatore di flusso d'aria.

Rapporto di prova del tipo

Quando una cappa è stata sottoposta a prova di tipo, la parte che ha effettuato la prova di tipo deve rilasciare un rapporto di prova di tipo in conformità alla norma EN 14175-3:2003.
...

Le norme della serie EN 14175-X

UNI EN 14175-1:2004 - Cappe di aspirazione - Parte 1: Vocabolario
La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 14175-1 (edizione maggio 2003). La norma fornisce le definizioni per i termini inerenti le cappe di aspirazione di impiego generale.

UNI EN 14175-2:2004 - Cappe di aspirazione - Parte 2: Requisiti di sicurezza e di prestazione
La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 14175-2 (edizione maggio 2003). La norma descrive i requisiti di sicurezza e prestazione e gli scopi delle cappe di aspirazione di uso generale.

UNI EN 14175-3:2019 - Cappe di aspirazione - Parte 3: Metodi per prove di omologazione
La norma specifica le prove di omologazione per la sicurezza e per le prestazioni delle cappe di aspirazione con espulsione di aria verso l’esterno. I requisiti rilevanti sono specificati nella EN 14175-2.
Per la terminologia e le definizioni si applica la EN 14175-1. Per la sicurezza ed i requisiti delle prestazioni si applica la EN 14175-2. Per i test in loco delle cappe di aspirazione, si applica la EN 14175-4. Per le prove di omologazione e le prove in loco delle cappe a volume variabile, in aggiunta a questa norma si applica la EN 14175-6. Per le cappe di aspirazione ad alta temperatura e per acidi, si applica la EN 14175-7.
Per collaudare le cappe di aspirazione a ricircolo si applica la EN 17242.
Per verificare la sicurezza delle cappe biologiche si applica la EN 12469.

UNI EN 14175-4:2005 - Cappe di aspirazione - Parte 4: Metodi di prova in loco
La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 14175-4 (edizione settembre 2004). La norma descrive alcuni metodi di prova in loco per le seguenti cappe di aspirazione di impiego generale: - cappe progettate secondo la parte 2 della presente norma e sottoposte a prova di tipo secondo la parte 3 della presente norma; - cappe progettate secondo la parte 2 della presente norma e non sottoposte a prova di tipo.

UNI CEN/TS 14175-5:2007 - Cappe di aspirazione - Parte 5: Raccomandazioni per l'installazione e la manutenzione
La presente specifica tecnica è la versione ufficiale in lingua inglese della specifica tecnica europea CEN/TS 14175-5 (edizione agosto 2006). La norma descrive alcune raccomandazioni per l'installazione e la manutenzione delle cappe di aspirazione in accordo con la UNI EN 14175 parte 2 e parte 6.

UNI EN 14175-6:2006 - Cappe di aspirazione - Parte 6: Cappe di aspirazione a volume d’aria variabile
La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 14175-6 (edizione maggio 2006). La norma descrive i requisiti e i metodi di prova di omologazione per i sistemi VAV. Essa specifica anche requisiti aggiuntivi a quelli della UNI EN 14175-2 e metodi di prova aggiuntivi a quelli delle UNI EN 14175-3 e UNI EN 14175-4 per cappe di aspirazione con sistemi VAV (cappe di aspirazione VAV).

UNI EN 14175-7:2012 - Cappe di aspirazione - Parte 7: Cappe chimiche per alta temperatura e carica acida
La norma è applicabile a:
- cappe chimiche per manipolazione ad alta temperatura;
- cappe chimiche per manipolazione ad alta temperatura in combinazione con assimilazioni acide;
- cappe chimiche per la manipolazione di acido perclorico;
- cappe chimiche per la manipolazione di acido fluoridrico.
Questo documento è applicabile in combinazione con la UNI EN 14175-1 fino alla UNI EN 14175-4 e, dove appropriato, con la UNI EN 14175-6 e determina informazioni supplementari pertinenti al vocabolario, alla sicurezza e ai requisiti di protezione, tipologia del metodo di prova, metodi di prova sul sito e la marcatura delle cappe chimiche con le finalità elencatae.

UNI/TS 11710:2018 - Cappe per la manipolazione di sostanze chimiche - Valori limite per contenimento, velocità frontale e ricambi d'aria
La specifica tecnica contiene le specifiche prestazionali richieste per cappe da utilizzare nella manipolazione di sostanze chimiche in attività industriali, di ricerca e didattiche, in particolare i valori limite di accettabilità per:
- Contenimento e robustezza del contenimento
- Velocità frontale
- Numero di ricambi.
Metodologie e procedure per la conduzione delle prove di verifica dei requisiti di cui sopra sono definite nella norma UNI EN 14175-3.
Per cappe di uso speciale (ad esempio quelle utilizzate in processi di produzione in continuo), potrebbero essere necessari requisiti aggiuntivi a quelli sopra elencati, da definire caso per caso in funzione della specifica tipologia di impiego.
La presente specifica tecnica non si applica ad armadi aspirati.

UNI/TS 11710:2018 - Cappe per la manipolazione di sostanze chimiche - Valori limite per contenimento, velocità frontale e ricambi d'aria

La specifica tecnica contiene le specifiche prestazionali richieste per cappe da utilizzare nella manipolazione di sostanze chimiche in attività industriali, di ricerca e didattiche.

Requisiti prestazionali di cappe utilizzate per la manipolazione di sostanze chimiche in attività industriali, di ricerca e didattiche.

Secondo il D. Lgs. 81/08 e smi ii Datore di lavoro ha l'obbligo di prediligere, per la riduzione del rischio, dispositivi di protezione collettiva (DPC) e attrezzature adeguate al tipo di lavoro da svolgere. 

I requisiti qui discussi guidano alla scelta e definiscono i parametri di accettabilità anche nel tempo di tali dispositivi.

I dati riportati in questo documento si riferiscono ad una condizione di lavoro che preveda manipolazioni all'interno del vano cappa effettuate ad una distanza non inferiore a 25 cm dal fronte cappa, con apertura del saliscendi frontale di 50 cm dal piano di lavoro.

Le prove di verifica dei requisiti precisati di seguito dovrebbero essere condotte sul luogo di installazione della cappa, secondo quanto indicate in UNI EN 14175-4, ovvero in condizioni dinamiche ii più possibile vicine alle reali condizioni di lavoro, data l'importanza che rivestono ai fini della valutazione del rischio e della tutela della salute dei lavoratori.

...

Marcatura CE

Le cappe devono essere marcate CE per le Direttive:

- Direttiva macchine 2006/42/CE (se applicabile)
- Direttiva BT 2014/35/UE
- Direttiva EMC 2014/30/UE

Devono inoltre apposte le marcature previste dalle norme della Serie EN 14175-X.

Devono essere accompagnate dalla dichiarazione di conformità CE ed il Manuale di Istruzioni, oltre alle dichiarazioni, certificazioni e test report e altre informazioni per il manuale d’uso previste dalle norme della Serie EN 14175-X.

La dichiarazione di Conformità alla EN 14175 deve contenere anche la conformità dello strumento dell’indicatore del flusso di aria.

...

segue in allegato

Certifico Srl - IT | Rev. 0.0 2021
©Copia autorizzata Abbonati 

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Norme della serie UNI EN 14175-X Cappe chimiche Rev. 00 2021.pdf
Certifico Srl - Rev. 0.0 2021
154 kB 77

Tags: Normazione Norme UNI Abbonati Normazione

Articoli correlati

Ultimi archiviati Normazione

Linee guida per la gestione delle emergenze sanitarie nelle RSA
Mag 09, 2022 86

Linee guida per la gestione delle emergenze sanitarie nelle RSA

Linee guida per la gestione delle emergenze sanitarie nelle RSA - UNI/PdR XX:2021 ID 16590 | 09.05.2022 / In allegato bozza PdR In consultazione pubblica, fino al 23 maggio 2022, il progetto di prassi di riferimento "Linee guida per la gestione delle emergenze sanitarie nelle Residenze Sanitarie… Leggi tutto
UNI PdR 117 2022
Apr 22, 2022 150

UNI/PdR 117:2022 - Linee guida utilizzo responsabile della plastica

UNI/PdR 117:2022 Linee guida per l'utilizzo responsabile della plastica Data entrata in vigore: 21 aprile 2022 La presente prassi di riferimento fornisce i requisiti minimi di un sistema di gestione finalizzato a un utilizzo responsabile della plastica. Essa si applica alle organizzazioni di… Leggi tutto
UNI EN 12542 2020
Apr 21, 2022 91

UNI EN 12542:2020

UNI EN 12542:2020 Attrezzature e accessori per GPL - Recipienti a pressione fissi cilindrici di acciaio saldato, prodotti in serie per lo stoccaggio di gas di petrolio liquefatto (GPL) con un volume non maggiore di 13 m³ - Progettazione e fabbricazione La norma specifica i requisiti per la… Leggi tutto

Più letti Normazione