Slide background
Slide background




Decreto Legislativo n. 5 del 11 gennaio 2016

ID 2204 | | Visite: 7119 | Direttiva ImbarcazioniPermalink: https://www.certifico.com/id/2204

Decreto Legislativo n. 5 del 11 gennaio 2016

Imbarcazioni da diporto: pubblicato in GU il Decreto di attuazione della nuova Direttiva 2013/53/UE.

Attuazione della direttiva 2013/53/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 novembre 2013, relativa alle unità da diporto e alle moto d’acqua e che abroga la direttiva 94/25/CE.

GU Serie 7 del 11 Gennaio 2016

Entrata in vigore del provvedimento: 18/01/2016

_____________

Modifiche:

Decreto Legislativo 3 novembre 2017 n. 229 
Revisione ed integrazione del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante codice della nautica da diporto ed attuazione della direttiva 2003/44/CE, a norma dell'articolo 6 della legge 8 luglio 2003, n. 172, in attuazione dell'articolo 1 della legge 7 ottobre 2015, n. 167. (GU Serie Generale n.23 del 29-01-2018)

Art. 58 Dlgs 229/2017. Modifiche al decreto legislativo 11 gennaio 2016, n. 5

1. Al decreto legislativo 11 gennaio 2016, n. 5, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) dopo l’articolo 19, è inserito il seguente:

«Art. 19 -bis . Compartimenti motori e motori alimentati con combustibili alternativi
1. La normativa tecnica regolante i sistemi di alimentazione e relativi motori di propulsione alimentati con gas di petrolio liquefatto, gas naturale liquefatto, metano ed elettrici su unità da diporto, di nuova costruzione o già immessi sul mercato, è conforme alla regola tecnica elaborata nel rispetto della normativa europea o, in mancanza di questa, della normativa internazionale di riferimento, individuata secondo i criteri stabiliti nel decreto di cui al comma 4.
2. Il fabbricante o l’importatore di cui agli articoli 6 e 8 del presente decreto sono responsabili della conformità del sistema di alimentazione alternativo. Le imprese che costruiscono unità da diporto con i sistemi di alimentazione e i motori di propulsione di cui al comma 1 o che provvedono alla loro installazione sono responsabili della loro sistemazione a bordo.
3. I certificati e le dichiarazioni previste per le operazioni periodiche di ispezione, sostituzione e controllo previsti dalla regola tecnica di cui al comma 1 sono documenti di bordo.
4. Con uno o più decreti da adottare in relazione alle specificità dei diversi sistemi alternativi di propulsione di cui al comma 1, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, disciplina:
a) l’individuazione dei criteri della regola tecnica elaborata nel rispetto della normativa internazionale;
b) le procedure connesse all’applicazione delle regole tecniche di cui al comma 1 alle unità da diporto;
c) i requisiti che deve possedere l’impresa installatrice di cui al comma 2;
d) l’adozione da parte dell’impresa installatrice di un sistema di qualità approvato da un organismo notificato e autorizzato ai fini della valutazione della conformità dei sistemi di qualità aziendali;
e) le modalità con cui l’organismo notificato di cui alla lettera d) effettua i controlli sul sistema di gestione della qualità dell’impresa installatrice; f) procedure per l’immissione in commercio dei motori di propulsione di cui al comma 1, comprensive delle norme di sicurezza in materia;
g) procedure per la conversione alle alimentazioni con gas di petrolio liquefatto, gas naturale liquefatto, metano ed elettrici o a doppia alimentazione delle unità da diporto e dei relativi motori di propulsione già immessi sul mercato;
h) le operazioni di controllo periodico sugli impianti di cui al comma 1, nonché l’istituzione di una apposita dichiarazione rilasciata dal personale preposto a tali controlli;
i) le procedure per l’istituzione presso l’amministrazione competente di un elenco delle imprese installatrici;
l) l’obbligo per le imprese installatrici di informare l’amministrazione competente del possesso dei requisiti di cui alla lettera c) .»;

b) all’articolo 20, comma 1, le parole: « d) ed e) » sono sostituite dalle seguenti: « e) ed f) »;

c) all’articolo 31, comma 5, il secondo periodo è soppresso;

d) all’articolo 39, comma 3, le parole: «, qualora abbiano sufficienti ragioni per ritenere che un prodotto oggetto del presente decreto rappresenti un rischio per la salute o la sicurezza delle persone, per le cose o per l’ambiente, » sono soppresse;

e) all’allegato II, il punto 1) è sostituito dal seguente: «1) Componentistica protetta dai rischi di accensione di miscele di gas infiammabili negli spazi destinati ai motori entrobordo ed entrofuoribordo a benzina e ai serbatoi della benzina;»

...

Correlati:

 

Pin It
Scarica questo file (Decreto Legislativo n. 5 del 11 gennaio 2016.pdf)Decreto Legislativo n. 5 del 11 gennaio 2016Direttiva Imbarcazioni da diportoIT2496 kB(758 Downloads)

Tags: Marcatura CE Direttiva Imbarcazioni diporto

Articoli correlati

Ultimi archiviati Marcatura CE

Gen 08, 2020 101

Circolare n. 4/2019 | Applicazione Regolamento (UE) 2019/1397

Circolare n. 4/2019 | Applicazione Regolamento (UE) 2019/1397 Circolare del 20 dicembre 2019 (Prot. 77910) Requisiti di progettazione, costruzione ed efficienza e norme di prova per l'equipaggiamento marittimo. Applicazione del Regolamento (UE) 2019/1397 Disposizioni in merito all’applicazione… Leggi tutto
Guidance 1025012
Gen 07, 2020 94

Guidance on practical aspects of the implementation of Regulation (EU) No. 1025/2012

Guidance on practical aspects of the implementation of Regulation (EU) No. 1025/2012 Guidance on practical aspects of the implementation of Regulation (EU) No. 1025/2012 – Results of the consultation of stakeholders Regulation (EU) No 1025/2012 (“the Standardisation Regulation”) has, since its… Leggi tutto

Più letti Marcatura CE

Giu 26, 2019 50138

Regolamento Prodotti da Costruzione (UE) 305/2011 - CPR

Regolamento CPR (UE) 305/2011 Regolamento (UE) N. 305/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio (Testo rilevante ai fini del SEE) GU L 88/10… Leggi tutto