Slide background

Incendio al Porto di Ancona 16 settembre 2020 - Relazione ARPAM

ID 11828 | | Visite: 542 | Documenti Ambiente ISPRAPermalink: https://www.certifico.com/id/11828

Incendio al Porto di Ancona 16 ottobre 2020   Relazione ARPAM

Incendio al Porto di Ancona 16 settembre 2020 - Relazione ARPAM

INTRODUZIONE

Nella notte tra il 15 e il 16 settembre si è verificato un vasto incendio che ha interessato il porto di Ancona con tre potenti esplosioni provenienti dalla zona commerciale, tra la zona di imbarco e il cavalcavia della Zipa. Le fiamme hanno avvolto numerosi capannoni, arrivando presto al tetto. ARPAM si è attivata, in coordinamento con gli altri Enti competenti, per programmare ed effettuare un piano di monitoraggio ambientale specifico per le situazioni di incidente da incendio. Il presente report ha l’obiettivo di descrivere il piano di monitoraggio ambientale messo a punto dall’agenzia e fornire gli elementi di informazione e i risultati analitici circa l’evoluzione della qualità dell’aria nelle aree circostanti l’incendio, la relativa valutazione tossicologica e le informazioni relative alle attività intraprese sulle altre matrici ambientali oggetto di studio (acqua, suolo e rifiuti). Tale relazione integra le informazioni della precedente pubblicazione aggiornando i risultati del monitoraggio attualmente realizzato.

PROGRAMMA DI MONITORAGGIO E CONTROLLO

L’Agenzia è stata attivata su segnalazione dei Vigili del Fuoco e del comune di Ancona, intervenuti il giorno 16/09/2020 verso le 02:00 del mattino. La squadra di pronta disponibilità del servizio territoriale del Dipartimento di Ancona si è recata sul posto (area ex Tubimar) e i tecnici hanno avviato le attività di monitoraggio immediato e speditivo nonché hanno acquisito informazioni circa la composizione dei materiali contenuti nei capannoni al fine di orientare le successive attività di monitoraggio. Nelle prime ore del mattino in collaborazione con il comune di Ancona è stato possibile installare presso la sede centrale del comune un primo set di strumentazione per il campionamento del particolato fine e delle sostanze organiche volatili. Successivamente sono state pianificate e organizzate le attività relative al monitoraggio delle diverse matrici ambientali di interesse. In particolare il piano è organizzato secondo il seguente schema:

A. Monitoraggio esteso della matrice atmosferica e della qualità dell’aria in relazione alla possibile presenza di composti tossici (punto A).

B. Monitoraggio delle matrici suolo, acque e rifiuti per una più completa caratterizzazione e valutazione degli impatti (punto B).

A. VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL’ARIA

Per la valutazione della qualità dell’aria sono disponibili le rilevazioni effettuate dalle stazioni della rete di rilevamento della qualità dell’aria, in particolare Ancona Cittadella ed Ancona Stazione. ARPAM ha posizionato inoltre altre postazioni di campionamento per definire un quadro di valutazione più completo (Figura 1). In particolare, per il monitoraggio di Diossine, Furani, PCB-DL, IPA, Metalli, COV, Amianto e fibre di vetro sono state utilizzate tre postazioni:

- Postazione collocata presso la stazione fissa di Ancona Cittadella, afferente alla Rete Regionale di rilevamento della qualità dell’aria (RRQA);
- Laboratorio mobile messo a disposizione da ARPA Umbria, ubicato in prossimità di p.zza San Gallo;
- Postazione di campionamento posizionata nella sede del Comune di Ancona presso p.zza Cavour. Presso le tre postazioni sono stati campionati i seguenti parametri:

Incendio al Porto di Ancona 16 ottobre 2020   Monitoraggio

Tabella 1 - Piano di monitoraggio dei microinquinanti

Per l’analisi dei Cianuri sono state utilizzate 8 postazioni di campionamento mobile collocate in diversi punti della città e ulteriori 3 postazioni collocate nei pressi dell’area dell’incendio, per la caratterizzazione del potenziale emissivo (Figura 1). Per l’analisi di fibre di amianto e fibre di vetro sono state utilizzate le postazioni di Ancona Cittadella e del Comune di Ancona.
...
segue documento completo in allegato

INTRODUZIONE
PROGRAMMA DI MONITORAGGIO E CONTROLLO
A. VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL’ARIA
SINTESI INDICI DI QUALITÀ DELL’ARIA
DIOSSINE, FURANI E PCB-DL
IPA E METALLI
COMPOSTI ORGANICI VOLATILI
CIANURI
AMIANTO E FIBRE DI VETRO
B. MONITORAGGIO SUOLO, ACQUA, RIFIUTI
ANALISI DEL MATERIALE COMBUSTO
ANALISI DELLE ACQUE DI DILAVAMENTO
ANALISI DEL SUOLO
ANALISI DI SEDIMENTI, ACQUA DI MARE E MITILI
ULTERIORI ATTIVITÀ DI CONTROLLO
VALUTAZIONE TOSSICOLOGICA
ALLEGATO 1: C.O.V.

Collegati



Tags: Ambiente Emergenze Abbonati Ambiente

Più lette Guide ISPRA

Feb 27, 2017 14832

Rapporto rifiuti Urbani 2013

Rapporto rifiuti urbani 2013 Il presente Rapporto è stato elaborato dal Servizio Rifiuti, dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). Il Rapporto conferma l’impegno dell’ISPRA affinché le informazioni e le conoscenze relative ad un importante settore, quale quello dei… Leggi tutto

Ultime Guide ISPRA

Rapporto ISPRA 343 2021
Mag 13, 2021 81

Indicatori di efficienza e decarbonizzazione del sistema energetico nazionale

Indicatori di efficienza e decarbonizzazione del sistema energetico nazionale e del settore elettrico ISPRA, Rapporti 343/2021 Nel rapporto sono esaminate le dinamiche temporali degli indicatori energetici ed economici in relazione alle emissioni di gas a effetto serra e al consumo di energia.… Leggi tutto
Rapporto ISPRA 333 2020
Mag 11, 2021 101

Prima indagine conoscitiva misure di prevenzione produzione rifiuti urbani adottate dai comuni

Prima indagine conoscitiva sulle misure di prevenzione della produzione dei rifiuti urbani adottate dai comuni Il Rapporto presenta una prima indagine conoscitiva sulle misure di prevenzione della produzione di rifiuti urbani adottate dalle amministrazioni locali a cui è stato somministrato uno… Leggi tutto
Indicazioni messa in sicurezza siti minerario dismessi
Mag 11, 2021 73

Indicazioni per la messa in sicurezza dei siti minerari dismessi

Indicazioni per la messa in sicurezza dei siti minerari dismessi Pubblicazione della REMI Il Documento Tecnico della Rete Remi riporta alcune pratiche adottate per la messa in sicurezza di siti minerari dismessi e valorizzati ai fini culturali, in assenza di una norma tecnica nazionale dedicata,… Leggi tutto
Manuale ISPRA 116 2014
Mag 05, 2021 99

Linea guida ISPRA 116/2014 | Monitoraggio delle acque TUA

Progettazione di reti e programmi di monitoraggio delle acque ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e relativi decreti attuativi ISPRA Manuali e linee guida 116/2014 Delibera del Consiglio Federale delle Agenzie Ambientali. Seduta del 30 giugno 2014. DOC. n.42/14-CF L'implementazione della direttiva… Leggi tutto
Apr 27, 2021 112

Costa Concordia: Resoconto fotografico

Costa Concordia: resoconto fotografico dalla rimozione relitto al ripristino degli ambienti marini danneggiati L’incidente della Costa Concordia è stato indubbiamente un importante momento di prova per la capacità di risposta del Paese ad un complesso problema di natura tecnico-ingegneristica.… Leggi tutto
Le emergenze ambientali in mare  Il caso della M N Costa Concordia
Apr 27, 2021 164

Le emergenze ambientali in mare. Il caso della M/N "Costa Concordia"

Le emergenze ambientali in mare. Il caso della M/N "Costa Concordia" 17 Marzo 2021 Un’emergenza ambientale in mare si verifica quando un evento, accidentale o messo in atto deliberatamente, determina, in matrici quali organismi, sedimenti, acqua e atmosfera, condizioni tali da minacciare… Leggi tutto