Slide background




Il 21 Settembre 1996 entrava in vigore la "Direttiva Macchine": le tappe

ID 4604 | | Visite: 40074 | Direttiva macchinePermalink: https://www.certifico.com/id/4604

Direttiva macchine: le tappe dal 1989 ad oggi

Una breve cronistoria della Direttiva più conosciuta del "Nuovo Approccio".

Dal punto di vista della normativa dell'Unione europea in materia di sicurezza, ci sono due tipi principali di testi:

- Direttive/Regolamenti di Prodotto (economiche)
- Direttive sociali

Direttive/Regolamenti di Prodotto

Le Direttive/Regolamenti economiche si applicano ai prodotti. Comunemente dette "del nuovo approccio", hanno lo scopo facilitare la libera circolazione delle merci e dei prodotti nell'Unione europea, eliminando gli ostacoli agli scambi nel mercato europeo. La particolarità delle Direttive/Regolamenti è che dettano dei "Requisiti Essenziali di Sicurezza e Salute" (RESS), e devono essere applicate da tutti i produttori che vogliono mettere i loro prodotti sul mercato europeo.

Se un prodotto soddisfa i requisiti essenziali di salute e sicurezza, il prodotto può essere immesso sul mercato.

Un modo per dimostrare la conformità ai Requisiti Essenziali di Sicurezza e Salute (RESS) può essere fatto attraverso il rispetto delle norme armonizzate europee in "Presunzione di Conformità" o di qualsiasi altra soluzione tecnica che permette di dimostrare un livello simile di sicurezza.

Per i prodotti industriali, le principali direttive sono le seguenti:

Direttiva 2006/42/CE (che sostituisce le direttive 98/37/CE e 89/392/CEE)
Direttiva BT 014/35/UE
Direttiva ATEX 2014/34/UE
Dirretiva EMC 2014/30/UE
Direttiva PED 2014/68/UE

La Direttiva Macchine fa parte delle delle "Direttive di Prodotto".

Si applica alle macchine progettate per essere immessi sul mercato (o installati) nell'Unione europea/SEE*. 

E' destinata a produttori, importatori e rivenditori di macchinari e componenti di sicurezza e intende armonizzare il livello di sicurezza dei prodotti progettati e realizzati da  produttori diversi.

Le macchine già installate non rientrano nell'ambito della direttiva, perché sono già sul mercato. Per quanto riguarda la rivendita di macchine usate, le normative nazionali descrivono le procedure da seguire.

1. La prima pubblicazione della Direttiva Macchine è avvenuta nel 1989

Direttiva 89/392/CEE del 14/06/89 pubblicata nella GU L 183 del 06 Giugno 1989.

La data di entrata in vigore della direttiva era il 1 gennaio 1993, con un perentorio transitorio fino 1° gennaio 1995. La direttiva è stata codificata da altre direttive successive.

Direttiva 91/368/CEE del Consiglio, che ha esteso il campo di applicazione della Direttiva Macchine di attrezzature intercambiabili, macchinari in movimento e macchine per il sollevamento (escluse le persone). Pertanto, l'allegato I è stato ampliato (aggiungendo parti/modifiche punti 3, 4 e 5 dell'allegato I della direttiva).

- Direttiva 93/44/CEE, che ha esteso il campo di applicazione della Direttiva Macchine:

1. Componenti di sicurezza,
2. Macchine destinate al sollevamento,
3. Macchine movimento di persone.
4. La direttiva 93/68/CEE ha introdotto disposizioni armonizzate in materia di marcatura "CE".

Direttiva 93/68/CEE Armonizzazione direttive di prodotto (tra cui sostituzione espressione "marchio CE" con "marcatura CE")

21 Settembre 1996 - La Direttiva è stata recepita per la prima volta in IT con il D.P.R. 24 Luglio 1996 n. 459 (GU n. 209 del 06.09.1996)

2. Una seconda pubblicazione della Direttiva Macchine è avvenuta nel 1998

Direttiva 98/37/CE del 22 giugno 1998, pubblicata nella GU L 207 del 23 luglio 1998

Questa direttiva è la versione consolidata della direttiva 89/392/CEE, modificata dalle direttive di cui sopra.

La Direttiva Macchine 98/37/CE è stata poi modificata dalla direttiva 98/79/CE che ha escluso i macchinari per uso medico.

Direttiva 98/79/CE del 27 Ottobre 1998, pubblicata nella GU L 331 del 7 Dicembre 1998.

La Direttiva Macchine 98/37/CE è rimasta in vigore fino al 29 dicembre 2009.

3. La terza pubblicazione della Direttiva Macchine è avvenuta nel 2006

Direttiva 2006/42/CE, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea il 9 Giugno 2006, è entrata in vigore il 29 Giugno 2006.

Il primo considerando della direttiva 2006/42/CE, fa presente che questa "nuova Direttiva Macchine" non è del tutto nuova, ma si basa sulla direttiva 98/37/CE, che a sua volta, ha codificato la Direttiva macchine 89/392/CEE, modificata dalle direttive 91/368/CEE, 93/44/CEE, 93/68/CEE e 98/79/CE (direttiva originaria e sue successive modifiche in un unico testo giuridico).

I Requisiti della "nuova Direttiva Macchine" sono stati recepiti nel diritto nazionale di ciascun paese dell'Unione europea (il recepimento doveva essere effettuato prima del 29 giugno 2008), in modo che la nuova direttiva macchine fosse applicabile a partire dal 29 dicembre 2009 con sostituzione della direttiva macchine 98/37/CE.

I Requisiti di questa "nuova direttiva macchine" e regolamenti europei associati riguarda sia i produttori di macchine e di componenti di sicurezza, distributori e utilizzatori.

Il rispetto dei Requisiti Essenziali di Sicurezza e Salute (RESS) della nuova direttiva 2006/42/CE sono il fondamento per l'armonizzazione a livello comunitario nel settore delle macchine

Nessun periodo di transizione ha avuto luogo nel 2009, in quanto gli OEM hanno avuto più di tre anni per anticipare questi sviluppi e essere a conoscenza dei nuovi requisiti.

I Requisiti Essenziali di Sicurezza e Salute (RESS) della nuova Direttiva 2006/42/CE, non cambiano significativamente rispetto a quelli della Direttiva 98/37/CE.

La Direttiva è stata recepita in IT con il Decreto Legislativo 27 Gennaio 2010 n. 17  (GU  n. 41 del 19.02.2010).

Vedi la Direttiva macchine

Vedi il testo consolidato

Direttiva macchine   NTA

*Lo Spazio economico europeo (SEE/EEA) è stato istituito nel 1994 allo scopo di estendere le disposizioni applicate dall'Unione europea al proprio mercato interno ai paesi dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA). La Norvegia, l'Islanda e il Liechtenstein sono membri del SEE, mentre la Svizzera fa parte dell'EFTA ma non del SEE. L'UE è inoltre legata ai suoi partner SEE (la Norvegia e l'Islanda) da varie «politiche settentrionali» e forum incentrati sulle aree più settentrionali dell'Europa, in rapida evoluzione, e sulla regione artica nel suo insieme.

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Direttiva 89 932 CEE.pdf)Direttiva 89/932/CEE
Direttiva macchine I
IT2352 kB2315
Scarica questo file (Direttiva 98 37 CE.pdf)Direttiva 98/37/CE
Direttiva macchine II
IT230 kB2440

Tags: Direttiva macchine

Articoli correlati

Più letti Direttiva macchine

Set 04, 2022 104365

Regolamento Prodotti da Costruzione (UE) 305/2011 - CPR

Regolamento CPR (UE) 305/2011 Regolamento (UE) N. 305/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio (Testo rilevante ai fini del SEE) (GU L 88/10… Leggi tutto

Ultimi archiviati Direttiva macchine

Feb 29, 2024 79

Regolamento di esecuzione (UE) 2020/1668

Regolamento di esecuzione (UE) 2020/1668 ID 21443 | 29.02.2024 Regolamento di esecuzione (UE) 2020/1668 della Commissione del 10 novembre 2020 che specifica i dettagli e le funzionalità del sistema di informazione e comunicazione da utilizzare ai fini del regolamento (UE) 2019/515 del Parlamento… Leggi tutto
Marking of Cranes  Hooks   Hook Blocks considering European Legislation
Feb 24, 2024 192

Marking of Cranes, Hooks and Hook Blocks considering European Legislation

Marking of Cranes, Hooks and Hook Blocks considering European Legislation / FEM 2022 ID 21424 | 24.02.2024 / Document FEM CLE N 0371 Frankfurt, 24.03.2022 FEM CLE: Marking of Cranes, Hooks and Hook Blocks considering European Legislation This position paper aims to provide guidance on how to… Leggi tutto
Feb 15, 2024 113

Regolamento delegato (UE) 2015/1187

Regolamento delegato (UE) 2015/1187 ID 21364 | 15.02.2024 Regolamento delegato (UE) 2015/1187 della Commissione, del 27 aprile 2015, che integra la direttiva 2010/30/UE per quanto riguarda l'etichettatura energetica delle caldaie a combustibile solido e degli insiemi di caldaia a combustibile… Leggi tutto
Decreto 13 dicembre 2023 n  227
Feb 06, 2024 869

Decreto 13 dicembre 2023 n. 227

Decreto 13 dicembre 2023 n. 227 ID 21305 | 06.02.2024 Decreto 13 dicembre 2023 n. 227 - Regolamento recante modifica al decreto 10 maggio 2005, n. 121, concernente l'istituzione e la disciplina dei titoli professionali del diporto. (GU n.29 del 05.02.2024) Entrata in vigore del provvedimento:… Leggi tutto
Gen 24, 2024 416

Decreto 14 dicembre 2023

Decreto 14 dicembre 2023 / Modifica Alleg. IV Dlgs 27/2014 ID 21236 | 24.01.2024 Attuazione delle direttive delegate della Commissione (UE) 2023/1437 e (UE) 2023/1526, mediante modifiche all'allegato IV del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 27 sulla restrizione di determinate sostanze pericolose… Leggi tutto