Slide background

Linee Guida sul monitoraggio degli aeriformi

ID 7246 | | Visite: 2371 | Documenti Ambiente ISPRAPermalink: https://www.certifico.com/id/7246

Linee guida aeroformi

Linee Guida sul monitoraggio degli aeriformi

Le Linee Guida sul monitoraggio degli aeriformi prodotte dal Gruppo di Lavoro 9 bis del SNPA 

Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 03.10.2018. Doc. n. 41/18

Linee Guida SNPA 15/2018

Linee Guida SNPA 16/2018

Linee Guida SNPA 17/2018

Il monitoraggio delle matrici aeriformi (soil gas survey, misure di flusso, monitoraggio dell’aria ambiente) è sempre più utilizzato nell’ambito dei procedimenti di bonifica dei siti contaminati sia in fase di caratterizzazione ambientale, sia per l’esecuzione dell’analisi di rischio sito-specifica, sia per la progettazione degli interventi. In tale contesto è apparso necessario definire con dettaglio maggiore le attività relative alle matrici aeriformi, per le quali le modalità di esecuzione delle indagini, dei campionamenti, delle analisi, nonché l’utilizzo dei dati sperimentali non risultavano sufficientemente consolidate e presentavano differenze all’interno del sistema agenziale.

Il Gruppo di Lavoro Nazionale, GdL 9 bis del SNPA è stato istituito con la finalità di definire una procedura condivisa a livello nazionale per la realizzazione dei presidi di monitoraggio, per il prelievo e l’analisi dei campioni di aeriformi e per l’utilizzo dei dati di campo all’interno dei procedimenti di bonifica.

Il GdL ha prodotto i seguenti documenti tecnici:

- Progettazione del monitoraggio di vapori nei siti contaminati e relative Appendici (Linee Guida SNPA 15/2018)

Il documento “Progettazione del monitoraggio di vapori nei siti contaminati” include indicazioni tecniche condivise a livello nazionale per il campionamento degli aeriformi nell’ambito dei procedimenti di bonifica. Prende in considerazione esclusivamente le procedure di campionamento finalizzate alla valutazione dell’entità della frazione volatile della contaminazione e della emissione di vapori dal suolo e/o dalle acque sotterranee (misure di soil gas, misure di flusso). Non sono invece incluse nel documento le misure di aria effettuate in ambiente sia indoor sia outdoor in quanto, benché importanti anche per la valutazione ambientale del sito, le stesse possono interessare aspetti di valutazione sanitaria dell’esposizione di residenti e/o sicurezza dei lavoratori che non sono di esclusiva competenza del SNPA.

Per gli aspetti di dettaglio delle tecniche di monitoraggio attivo degli aeriformi sono state predisposte due appendici:

Appendice A – Campionamento di gas interstiziali (soil gas survey) in modalità attiva
Appendice B – Misure di flusso (flux chambers) in modalità attiva
Infine, a mero scopo informativo e conoscitivo, viene riportata in “Appendice C – Sistemi di monitoraggio passivo del soil gas” una panoramica delle tecniche di monitoraggio dei gas del suolo mediante “campionatori passivi”. Le considerazioni riportate in tale Appendice sono una disamina della letteratura esistente in materia e pertanto si ritiene utile proporle agli operatori del settore, anche se tuttavia tali tecniche meritano un approfondimento di sperimentazione da parte di SNPA per la validazione in ambito bonifiche.

Metodiche analitiche per le misure di aeriformi nei siti contaminati (Linee Guida SNPA 16/2018)

Il documento “Metodiche analitiche per le misure di aeriformi nei siti contaminati” illustra le metodiche analitiche da utilizzarsi per le misure degli aeriformi nei siti contaminati sui diversi supporti di campionamento disponibili per il campionamento dei vapori da suolo (fiale a desorbimento con solvente, fiale a desorbimento termico, canister).

Per la definizione delle metodiche analitiche sono state effettuate anche attività sperimentali di interconfronto tra i laboratori su campioni standard di idrocarburi aromatici e composti clorurati, preparati in matrice (fiale a desorbimento chimico e fiale a desorbimento termico). I laboratori coinvolti sono stati quelli di tutte le Agenzie che effettuano analisi in contraddittorio su campioni di aeriformi provenienti da siti contaminati.

Procedura operativa per la valutazione e l’utilizzo dei dati derivanti da misure di gas interstiziali nell’analisi di rischio dei siti contaminati (Linee Guida SNPA 17/2018)

Il documento “Procedura operativa per la valutazione e l’utilizzo dei dati derivanti da misure di gas interstiziali nell’analisi di rischio dei siti contaminati”, alla cui stesura hanno partecipato anche ISS e INAIL per gli aspetti di competenza, illustra i seguenti elementi:

1. approccio graduale per la valutazione dei dati di soil gas nell’AdR
2. criteri alla base della definizione dei valori di riferimento (valori soglia) nei gas del suolo
3. criteri per la valutazione del rischio a partire dai dati di concentrazione nei gas
4. criteri di valutazione delle indagini sui gas interstiziali

Tra le diverse tipologie di monitoraggio di aeriformi, si è deciso di focalizzare l’attenzione sul “soil gas survey” perché attualmente è la tecnica più utilizzata e consolidata nell’ambito della gestione dei siti contaminati.

Al fine di verificare la procedura proposta, la stessa è stata testata su casi reali proposti dalle Agenzie coinvolte nel GdL ed i risultati sono riportati nell’Allegato C al documento.

Nell’ambito delle attività del GdL è stato sviluppato il software Rome Plus che rappresenta lo strumento ufficiale validato da SNPA per l’applicazione delle indicazioni tecniche dei documenti relative all’Analisi di Rischio sito-specifica.

Il software Rome Plus è stato sviluppato da ISPRA e dalle ARPA all’interno delle attività del Gruppo di Lavoro 9 bis del Sistema Nazionale Protezione Ambiente (SNPA) e rappresenta lo strumento ufficiale validato da SNPA per l’applicazione delle indicazioni tecniche dei documenti “Procedura operativa per la valutazione e l’utilizzo dei dati derivanti da misure di gas interstiziali nell’analisi di rischio dei siti contaminati” (Linee Guida SNPA 17/2018) e “Progettazione del monitoraggio dei vapori nei siti contaminati” - Appendice B “Misure di flusso (flux chambers) in modalità attiva” (Linee Guida SNPA 15/2018).

La suite comprende due strumenti di calcolo:

“San Giovanni” per la valutazione del rischio a partire dai dati nei gas interstiziali nel suolo
“Fori” per la valutazione del rischio a partire dalle misure di flusso

_________

Fonte: ISPRA

Collegati:

Pin It
Scarica questo file (Procedura operativa per la valutazione e l’utilizzo dei dati derivanti da misure di gas interstiziali.pdf)Procedura operativa per la valutazione e l’utilizzo dei dati derivanti da misureLinee Guida SNPA 17/2018IT1880 kB(337 Downloads)
Scarica questo file (Metodiche analitiche per le misure di aeriformi nei siti contaminati.pdf)Metodiche analitiche per le misure di aeriformi nei siti contaminatiLinee Guida SNPA 16/2018IT1339 kB(284 Downloads)
Scarica questo file (Appendice C – Sistemi di monitoraggio passivo del soil gas.pdf)Appendice C – Sistemi di monitoraggio passivo del soil gas Linee Guida SNPA 15/2018IT998 kB(175 Downloads)
Scarica questo file (Appendice B – Misure di flusso (flux chambers) in modalità attiva.pdf)Appendice B – Misure di flusso (flux chambers) in modalità attiva Linee Guida SNPA 15/2018IT1182 kB(236 Downloads)
Scarica questo file (Appendice A – Campionamento di gas interstiziali (soil gas survey) in modalità attiva.pdf)Appendice A - Campionamento di gas interstiziali (soil gas survey)Linee Guida SNPA 15/2018IT897 kB(262 Downloads)
Scarica questo file (Progettazione del monitoraggio di vapori nei siti contaminati.pdf)Progettazione del monitoraggio di vapori nei siti contaminatiLinee Guida SNPA 15/2018IT1702 kB(470 Downloads)

Tags: Ambiente Suolo Guida ISPRA

Più lette Guide ISPRA

Feb 27, 2017 12788

Rapporto rifiuti Urbani 2013

Rapporto rifiuti urbani 2013 Il presente Rapporto è stato elaborato dal Servizio Rifiuti, dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). Il Rapporto conferma l’impegno dell’ISPRA affinché le informazioni e le conoscenze relative ad un importante settore, quale quello dei… Leggi tutto

Ultime Guide ISPRA

Rapporto 308 2019
Dic 02, 2019 46

Interconfronto sulle diatomee bentoniche (IC67 TS2018)

Interconfronto sulle diatomee bentoniche (IC67 TS2018) ISPRA 308/2019 Le Agenzie Ambientali del Friuli Venezia Giulia e della Lombardia hanno organizzato con il CISBA (Centro Italiano Studi di Biologia Ambientale), in collaborazione con ISPRA e ASSOARPA un confronto interlaboratorio finalizzato a… Leggi tutto
Regolamento EMAS piscicoltura
Nov 19, 2019 89

Linee guida Regolamento EMAS piscicoltura

Linee guida per l’applicazione del Regolamento EMAS al settore della piscicoltura L’acquacoltura è l’insieme delle attività, distinte dalla pesca, finalizzate alla produzione controllata di organismi acquatici. Con riferimento alla specie prodotta, si parla più specificatamente di molluschicoltura… Leggi tutto
Il danno ambientale
Ott 17, 2019 263

Il danno ambientale in Italia: i casi accertati negli anni 2017 e 2018

Il danno ambientale in Italia: i casi accertati negli anni 2017 e 2018 Rapporto ISPRA 312/2019 L’edizione 2019 del Rapporto sul Danno Ambientale in Italia rappresenta il primo rapporto ISPRA sull’azione dello Stato in materia di prevenzione e riparazione del danno ambientale. Il Rapporto si… Leggi tutto
Linee guida terre rocce da scavo
Set 30, 2019 447

Linee guida SNPA 22/2019 | Terre e rocce da scavo

Linee guida sull’applicazione della disciplina per l’utilizzo delle terre e rocce da scavo Linee Guida SNPA n. 22/2019 Le “linee guida (LG) sull’applicazione della disciplina per l’utilizzo di terre e rocce da scavo (TRS)” restituiscono una prospettiva del SNPA unitaria e trasparente del complesso… Leggi tutto
Frutti dimenticati recuperata
Ago 23, 2019 343

Frutti dimenticati e biodiversità recuperata | Quaderni 2019

Frutti dimenticati e biodiversità recuperata Il germoplasma frutticolo e viticolo delle agricolture tradizionali italiane. Casi studio: Campania e Veneto ISPRA | Quaderni Agosto 2019 Con la pubblicazione di questo Quaderno sui frutti dimenticati e la biodiversità recuperata, dedicato alle regioni… Leggi tutto
First national census on HFC italian alternative technologies
Lug 22, 2019 371

First national census on HFC italian alternative technologies

First national census on HFC italian alternative technologies L'”Emendamento Kigali” al Protocollo di Montreal che mira a ridurre la produzione e il consumo di idrofluorocarburi (HFC), avrà impatti significativi sui Paesi in via di sviluppo, dove il passaggio dagli HCFC (Idroclorofluorocarburi)… Leggi tutto