Slide background




Prescrizioni operazioni locali carica batterie carrelli elettrici

ID 536 | | Visite: 45343 | Documenti Riservati SicurezzaPermalink: https://www.certifico.com/id/536

EN 62485 3 2016

Locali carica batterie carrelli elettrici

Prescrizioni per operazioni e locali di carica batterie di carrelli industriali elettrici

Focus tecnico Rev. 2.0

La Norma CEI EN 62485-3:2016 Requisiti di sicurezza per batterie di accumulatori e loro installazioni Parte 3: Batterie di trazione, (non ancora tradotta IT), ha sostituito la CEI EN 50272-3:2003.

Nel presente Focus Rev. 2.0, rispetto al precedente Rev. 1.0 basato sulla CEI EN 50272-3:2003, sono messe in evidenza:

- con colore rosso le parti eliminate
- in colore azzurro le parti nuove introdotte



CEI EN 62485-3:2016 - Estratto
Requisiti di sicurezza per batterie di accumulatori e loro installazioni
Parte 3: Batterie di trazione

1. Campo di applicazione
2. Definizioni
3. Disposizioni contro pericoli di esplosione mediante ventilazione
4. Disposizioni contro il rischio da elettrolito
5. Contenitori ed ambienti chiusi per batterie
6. Sistemazione per la carica/manutenzione
7. Apparecchiature periferiche/accessori di batterie
8. Etichette di identificazione, cartelli di avvertimento e istruzioni per l’uso, installazione e manutenzione
9. Trasporto, magazzinaggio, smaltimento e aspetti ambientali
10. Ispezione e controllo

La Norma CEI EN 62485-3:2016 si applica alle batterie di accumulatori ed alle loro installazioni usate per veicoli elettrici, per esempio nei carrelli industriali elettrici (inclusi - carrelli elevatori, carrelli rimorchiatori, macchine per la pulizia, veicoli pilotati automaticamente), nelle locomotive alimentate da batterie, nei veicoli elettrici stradali (per esempio veicoli per passeggeri e beni, carrelli da golf, biciclette, sedie a rotelle), e non riguarda la progettazione di tali veicoli.
Le tensioni nominali sono limitate rispettivamente a 1000 V in c.a. e 1500 V in c.c. e si descrivono le principali misure di protezione contro i pericoli derivanti generalmente da elettricità, emissione di gas ed elettrolito.
Essa fornisce prescrizioni sugli aspetti della sicurezza associati all’installazione, all’uso, e allo smaltimento delle batterie.
Essa tratta le batterie al piombo, al nichel cadmio ed altre batterie di accumulatori alcaline.

Focus che aggiorna:

CEI EN 50272-3:2003 - Estratto
Requisiti di sicurezza per batterie di accumulatori e loro installazioni
Parte 3: Batterie di trazione

1. Campo di applicazione
2. Definizioni
3. Disposizioni contro pericoli di esplosione mediante ventilazione
4. Disposizioni contro il rischio da elettrolito
5. Contenitori ed ambienti chiusi per batterie
6. Sistemazione per la carica/manutenzione
7. Apparecchiature periferiche/accessori di batterie
8. Etichette di identificazione, cartelli di avvertimento e istruzioni per l’uso, installazione e manutenzione
9. Trasporto, magazzinaggio, smaltimento e aspetti ambientali
10. Ispezione e controllo

La EN 50272-3 si applica alle batterie di accumulatori ed alle loro installazioni usate per veicoli elettrici, per esempio nei carrelli industriali elettrici (inclusi - carrelli elevatori, carrelli rimorchiatori, macchine per la pulizia, veicoli pilotati automaticamente), nelle locomotive alimentate da batterie, nei veicoli elettrici stradali (per esempio veicoli per passeggeri e beni, carrelli da golf, biciclette, sedie a rotelle).
Le tensioni nominali sono limitate rispettivamente a 1000 V in c.a. e 1 500 V in c.c. e si descrivono le principali misure di protezione contro i pericoli derivanti generalmente da elettricità, emissione di gas ed elettrolito.
Essa fornisce prescrizioni sugli aspetti della sicurezza associati alI'installazione, all'uso, e allo smaltimento delle batterie. 
Essa tratta le batterie al piombo, al nichel cadmio ed altre batterie di accumulatori alcaline.

La Norma CEI EN 50272-3:2003, non più applicabile dal 14-08-2017, è annullata e sostituita dalla Nuova Norma CEI EN 62485-3:2016 (CEI 21-64), vedi il Focus Aggiornamento Rev. 2.0

http://webstore.ceinorme.it/webstorecopertina.aspx?ID=13859&PR=NO

Maggiori Info e acquisto Documento

Documento compreso nel Servizio di Abbonamento Tema Sicurezza lavoro

Licenza Certifico Srl

Pin It


Scarica questo file (CEI EN 62485-3 Preview.pdf)CEI EN 62485-3 PreviewCEI 2016EN1449 kB(6874 Downloads)

Tags: Sicurezza lavoro Rischio attrezzature lavoro Abbonati Sicurezza

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

D Lgs  14 agosto 1996 n  494
Nov 14, 2019 28

D.Lgs. 14 agosto 1996 n. 494

D.Lgs. 14 agosto 1996 n. 494 Attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili. (GU n.223 del 23-9-1996 - SO n. 156) Abrogato da: D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 Testo nativo allegato a scopo di Archivio.… Leggi tutto
RapportoISTISAN 1919
Nov 12, 2019 25

Tecnologie wireless applicate ai dispositivi medici

Tecnologie wireless applicate ai dispositivi medici Valutazione dell’impatto su qualità e sostenibilità dei servizi offerti dalla rete dell’emergenza-urgenza Rapporto ISTISAN 19/19 I dispositivi e i sistemi che ci consentono di comunicare senza utilizzare supporti fisici, come cavi in rame o… Leggi tutto
Guidelines Exposure to Time Varying Electric  Magnetic  and Electromagnetic Fields  Up to 300 GHz
Nov 12, 2019 34

Guidelines Exposure to Time-Varying Electric, Magnetic, and Electromagnetic Fields (Up to 300 GHz)

Guidelines for Limiting Exposure to Time-Varying Electric, Magnetic, and Electromagnetic Fields (Up to 300 GHz) INTRODUCTION IN 1974, the International Radiation Protection Association (IRPA) formed a working group on non-ionizing radiation (NIR), which examined the problems arising in the field of… Leggi tutto
Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields
Nov 12, 2019 34

Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields

Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields INTRODUCTION THE RAPID development of technologies in industry and medicine using static magnetic fields has resulted in an increase in human exposure to these fields and has led to a number of scientific studies of their possible health… Leggi tutto
Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non sinusoidal waveforms below 100 kHz
Nov 12, 2019 31

Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non-sinusoidal waveforms below 100 kHz

Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non-sinusoidal waveforms below 100 kHz THE INTERNATIONAL Commission on Non-Ionizing Radiation Protection (ICNIRP) has published guidelines for limiting exposure to electric, magnetic and electromagnetic fields (ICNIRP 1998a, b) and has provided… Leggi tutto
Guidelines for limiting exposure to time varying electric and magnetic fields  1 Hz to 100 kHz
Nov 12, 2019 30

Guidelines exposure time-varying electric and magnetic fields (1Hz - 100 KHz)

Guidelines for limiting exposure to time-varying electric and magnetic fields (1 hz to 100 khz) International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection INTRODUCTION In this document, guidelines are established for the protection of humans exposed to electric and magnetic fields in the… Leggi tutto

Più letti Sicurezza