Slide background
Slide background

Procedure per l’approvazione delle cisterne (escluse classe 2)

ID 8911 | | Visite: 224 | Veicoli ADRPermalink: https://www.certifico.com/id/8911

Procedure per l approvazione delle cisterne  escluse classe 2

Procedure per l’approvazione delle cisterne (escluse classe 2)

UMC D.G.T. Nord-Ovest

Procedure per l’approvazione delle cisterne e relative ispezioni tecniche, dei veicoli cisterna per il trasporto di merci pericolose, escluso classe 2, e dei documenti obbligatori per la circolazione.

A seguito dell’emanazione da parte dello scrivente del Decreto D.G.T. Nord-Ovest n. 131 del 11/09/2008, che demanda anche agli UMC territoriali l’effettuazione delle ispezioni iniziali per la prima immissione in circolazione delle cisterne, esclusa la classe 2, con la presente direttiva vengono fornite le modalità di attuazione delle visite iniziali, periodiche e straordinarie delle cisterne sopraccitate e dei veicoli su cui sono installate le stesse.

_______

1) UNITA’ TECNICHE INDIPENDENTI: CISTERNE

a) Campo di applicazione

La presente disposizione è applicata a tutte le cisterne per il trasporto di merci pericolose ad eccezione di quelle appartenenti alla classe 2.

Tali cisterne sono assimilate ad entità tecniche indipendenti e pertanto soggette ad omologazione o ad approvazione in un unico esemplare [D.M. n° 277 del 02/05/2001].

b) Competenza

Per poter approvare dette cisterne si deve presentare istanza presso il:

- CPA (Milano, Torino e Brescia) per :
- - L’approvazione del tipo;
- - L’approvazione in unico esemplare;

Per la richiesta di approvazione dovrà essere presentata:

a) Domanda
b) Documentazione [conforme al D.M. 277 e UNI EN 12972]

Le approvazioni delle cisterne, così come le modifiche devono essere fatte nel rispetto dell’ADR nonché delle norme UNI EN.

Non è quindi più possibile procedere alle approvazioni di cisterne costruite secondo norme tecniche nazioni [D.M. 08/08/1980 e 11/08/1980]

Il C.P.A., a seguito dell’idoneità tecnico/amministrativa rilascerà:

1. scheda tecnica [ D.D. 24/11/2006 allegato 1]
2. certificato approvazione di conformità [D.D. 24/11/2006 allegato 2]

c) Visite ispettive iniziali, periodiche e straordinarie

Le visite iniziali possono essere svolte dal C.P.A. o dagli UMC territorialmente competenti mentre le visite periodiche sono di pertinenza del UMC [Decreto D.G.T. Nord-Ovest n. 131 del 11/09/2008]

Le visite straordinarie sono invece di esclusiva competenza dei C.P.A.

2. VEICOLO CISTERNA

a) Immatricolazione

Per poter immatricolare un veicolo cisterna, oltre alla documentazione di rito, devono essere presentati obbligatoriamente:

- certificato di conformità rilasciato dal costruttore riportante il numero di identificazione del veicolo e gli estremi di approvazione contenente la classificazione del tipo (FL- AT-OX-EXII- EXIII-MEMU);
- certificato di ispezione iniziale e/o periodica (nel caso di cisterna usata) rilasciato dall’UMC che ha eseguito la visita e prova iniziale [conforme allegato 3 D.D. 24/11/2006]

L’Ufficio rilascerà:

- carta di circolazione con le seguenti annotazioni:
a) costruttore cisterna
b) n° di serie della cisterna
c) anno di costruzione della cisterna
d) codice cisterna
e) eventuali disposizioni speciali
f) “la circolazione è subordinata al possesso del certificato di approvazione del modello DTT306 e del certificato di ispezione”

- DTT 306 utilizzando la procedura informatica messa a disposizione dal Ministero

b) Visite periodiche e intermedie del veicolo cisterna

Le visite periodiche (esennali o sestennali) e intermedie (triennali) sono di competenza degli UMC. Esse devono essere svolte in conformità alle normative ministeriali vigenti e alle norme UNI EN 12972. In particolare dovranno essere verificati:

Verifiche cisterne

(*) le prove in ottemperanza della circolare n° 126/91 del 05/09/1991 possono essere eseguite da esperti qualificati ricompresi negli elenchi depositati pressi i CPA

Pertanto i funzionari UMC rilasceranno il certificato allegato 3 debitamente compilato. Tale rilascio è obbligatorio anche per le cisterne già in circolazione prima del 01/01/2007.

3) DOCUMENTI OBBLIGATORI PER LA CIRCOLAZIONE DA RILASCIARE DA PARTE DEGLI UMC

In fase di allestimento:

a) Veicolo già classificato ADR + cisterna ADR (con codice cisterna)

- DTT 306
- Certificato ispezione
- Carta di circolazione (obbligo duplicato) riportante:
a) costruttore cisterna
b) n° di serie della cisterna
c) anno di costruzione della cisterna
d) codice cisterna
e) eventuali disposizioni speciali
f) ispezione”
- MC 813 (qualora la cisterna ne sia dotata sarà conservato dalla ditta proprietaria del veicolo) e non è più obbligatorio per la circolazione

b) Veicolo non ADR (non classificabile) + cisterna ADR (con codice cisterna)

- Certificato ispezione
- Carta di circolazione (obbligo duplicato)riportante:
1. costruttore cisterna
2. n° di serie della cisterna
3. anno di costruzione della cisterna
4. codice cisterna
5. eventuali disposizioni speciali
- MC 813 (qualora la cisterna ne sia dotata sarà conservato dalla ditta proprietaria del veicolo) e non è più obbligatorio per la circolazione

c) Veicolo classificato ADR e cisterna NON ADR anche se codificata

- Certificato ispezione
- MC 813
- Carta di circolazione (obbligo duplicato)riportante:
1. costruttore cisterna
2. n° di serie della cisterna
3. anno di costruzione della cisterna
4. codice cisterna
5. eventuali disposizioni speciali

d) Veicolo non classificato ADR e cisterna NON ADR anche se codificata

- Certificato ispezione
- MC 813
- Carta di circolazione (obbligo duplicato)riportante:
1. costruttore cisterna
2. n° di serie della cisterna
3. anno di costruzione della cisterna
4. codice cisterna
5. eventuali disposizioni speciali

N.B. i punti b) – c) – d) sono relativi ai veicoli circolanti solo in ambito nazionale ovvero in deroga ADR e quindi non in possesso del DTT 306.

Qualora, per motivi organizzativi, non sia possibile effettuare il duplicato in tempi ristretti e considerato che la tipologia di veicoli prevede anche il possesso di titoli autorizzativi, al fine di evitare disservizi all’utenza, si stabilisce che le annotazioni da riportare sul duplicato siano trascritte a mano sulla carta di circolazione e che la stessa dovrà essere duplicato entro un anno.

Tali annotazioni dovranno però essere tempestivamente inserite nel sistema SIMOT.

CONCLUSIONI

Questa D.G.T. al fine di rendere un servizio più efficace ed efficiente all’utenza nonchè per poter gestire informaticamente le procedure ed ottenere una uniformità di comportamento e di tariffe ha istituito in AGINET il sistema P.P.R..

Tale procedura consente infatti di gestire, registrare e prenotare le pratiche per il rilascio di alcuni dei documenti sopra citati sia da parte degli utenti professionali abilitati che dagli operatori dell’ufficio

Gli Uffici di questa D.G.T. dovranno quindi dal 01/03/2010 utilizzare tassativamente solo dette procedure per l’emissione dei documenti previsti.

Qualora da detta data non fosse possibile l’attivazione del PPR nei singoli UMC, si comunica che, per un breve periodo transitorio, l’emissione del certificato di ispezione debba avvenire con la procedura sopra esposta, ma con la registrazione manuale della pratica.

Nel caso specifico della compilazione del certificato di ispezione gli utenti dovranno fornire tutta la documentazione necessaria (MC 813, fascicolo tecnico cisterna, …..) al fine di poter rilevare tutti i dati necessari.

I manuali per l’uso di dette procedure saranno disponibili sul portale di questa D.G.T.

Milano, 19/02/2010

F.to IL DIRETTORE GENERALE
dott. ing. Roberto GARRISI

Collegati

Pin It

Tags: Merci Pericolose Veicoli ADR

Articoli correlati

Ultimi archiviati Merci Pericolose

Risk management for inland transport of dangerous goods
Set 17, 2019 67

Risk management framework for inland transport of dangerous goods

Risk management framework for inland transport of dangerous goods Risk management framework for Inland transport of dangerous goods:- Framework guide - Guide for decision-making- Guide for risk estimation- Framework glossary In 2006 and 2008 two important guidelines were published in order to… Leggi tutto
Multilateral Agreement M313
Set 14, 2019 42

Multilateral Agreement M313

Multilateral Agreement M313 M313 Carriage of explosive substances and articles belonging to the Armed Forces set to be destroyed COUNTRY SIGNED REVOKED Sweden 02/07/2018 Germany 02/08/2018 United Kingdom 05/07/2018 Netherlands 06/09/2018 France 26/02/2019 Norway 19/06/2019 Italy 12/09/2019… Leggi tutto
M316
Set 13, 2019 36

Multilateral Agreement M316

Multilateral Agreement M316 M316 Working pressure of composite cylinders intended for the carriage of hydrogen (UN 1049) 1. By derogation from the provisions of 6.2.5.5 of ADR, the minimum burst ratio (burst pressure divided by test pressure) for composite cylinders intended for the carriage of… Leggi tutto
Ago 01, 2019 228

Decreto 19 settembre 2005

Decreto 19 settembre 2005 Disciplina del trasporto su strada delle merci pericolose in cisterne. (GU n. 1 del 2-1-2006) Leggi tutto
Ago 01, 2019 212

Decreto 24 novembre 2006

Decreto 24 novembre 2006 Procedure di approvazione delle cisterne ad esclusione di quelle destinate al trasporto delle materie della classe 2 - Attuazione delle disposizioni dell'articolo 2 del decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 19 settembre 2005.(GU n. 289 del 13… Leggi tutto
ENAC Regolamento merci pericolose
Lug 30, 2019 210

Regolamento ENAC Trasporto aereo merci pericolose

Regolamento ENAC Trasporto aereo merci pericolose Rev. 2019 ENAC Ed. 2 del 2 luglio 2019 Premessa e scopoArt. 1 Fonti normativeArt. 2 DefinizioniArt. 3 ApplicabilitàArt. 4 Trasporto di merci pericolose per via aereaArt. 5 Eccezioni e limitazioniArt. 6 Trasporto di materiale di compagniaArt. 7… Leggi tutto

Più letti Merci Pericolose

Set 07, 2017 44214

GHS - Fourth revised edition

in GHS
GHS - Fourth revised edition GHSGlobally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals Il GHS è un regolamento internazionale per la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio di sostanze chimiche che deve essere integrato nel diritto nazionale.Nel quadro della Conferenza… Leggi tutto