Slide background
Slide background




Procedure per l’approvazione delle cisterne (escluse classe 2)

ID 8911 | | Visite: 4068 | Veicoli ADRPermalink: https://www.certifico.com/id/8911

Procedure per l approvazione delle cisterne  escluse classe 2

Procedure per l’approvazione delle cisterne (escluse classe 2)

UMC D.G.T. Nord-Ovest

Procedure per l’approvazione delle cisterne e relative ispezioni tecniche, dei veicoli cisterna per il trasporto di merci pericolose, escluso classe 2, e dei documenti obbligatori per la circolazione.

A seguito dell’emanazione da parte dello scrivente del Decreto D.G.T. Nord-Ovest n. 131 del 11/09/2008, che demanda anche agli UMC territoriali l’effettuazione delle ispezioni iniziali per la prima immissione in circolazione delle cisterne, esclusa la classe 2, con la presente direttiva vengono fornite le modalità di attuazione delle visite iniziali, periodiche e straordinarie delle cisterne sopraccitate e dei veicoli su cui sono installate le stesse.

_______

1) UNITA’ TECNICHE INDIPENDENTI: CISTERNE

a) Campo di applicazione

La presente disposizione è applicata a tutte le cisterne per il trasporto di merci pericolose ad eccezione di quelle appartenenti alla classe 2.

Tali cisterne sono assimilate ad entità tecniche indipendenti e pertanto soggette ad omologazione o ad approvazione in un unico esemplare [D.M. n° 277 del 02/05/2001].

b) Competenza

Per poter approvare dette cisterne si deve presentare istanza presso il:

- CPA (Milano, Torino e Brescia) per :
- - L’approvazione del tipo;
- - L’approvazione in unico esemplare;

Per la richiesta di approvazione dovrà essere presentata:

a) Domanda
b) Documentazione [conforme al D.M. 277 e UNI EN 12972]

Le approvazioni delle cisterne, così come le modifiche devono essere fatte nel rispetto dell’ADR nonché delle norme UNI EN.

Non è quindi più possibile procedere alle approvazioni di cisterne costruite secondo norme tecniche nazioni [D.M. 08/08/1980 e 11/08/1980]

Il C.P.A., a seguito dell’idoneità tecnico/amministrativa rilascerà:

1. scheda tecnica [ D.D. 24/11/2006 allegato 1]
2. certificato approvazione di conformità [D.D. 24/11/2006 allegato 2]

c) Visite ispettive iniziali, periodiche e straordinarie

Le visite iniziali possono essere svolte dal C.P.A. o dagli UMC territorialmente competenti mentre le visite periodiche sono di pertinenza del UMC [Decreto D.G.T. Nord-Ovest n. 131 del 11/09/2008]

Le visite straordinarie sono invece di esclusiva competenza dei C.P.A.

2. VEICOLO CISTERNA

a) Immatricolazione

Per poter immatricolare un veicolo cisterna, oltre alla documentazione di rito, devono essere presentati obbligatoriamente:

- certificato di conformità rilasciato dal costruttore riportante il numero di identificazione del veicolo e gli estremi di approvazione contenente la classificazione del tipo (FL- AT-OX-EXII- EXIII-MEMU);
- certificato di ispezione iniziale e/o periodica (nel caso di cisterna usata) rilasciato dall’UMC che ha eseguito la visita e prova iniziale [conforme allegato 3 D.D. 24/11/2006]

L’Ufficio rilascerà:

- carta di circolazione con le seguenti annotazioni:
a) costruttore cisterna
b) n° di serie della cisterna
c) anno di costruzione della cisterna
d) codice cisterna
e) eventuali disposizioni speciali
f) “la circolazione è subordinata al possesso del certificato di approvazione del modello DTT306 e del certificato di ispezione”

- DTT 306 utilizzando la procedura informatica messa a disposizione dal Ministero

b) Visite periodiche e intermedie del veicolo cisterna

Le visite periodiche (esennali o sestennali) e intermedie (triennali) sono di competenza degli UMC. Esse devono essere svolte in conformità alle normative ministeriali vigenti e alle norme UNI EN 12972. In particolare dovranno essere verificati:

Verifiche cisterne

(*) le prove in ottemperanza della circolare n° 126/91 del 05/09/1991 possono essere eseguite da esperti qualificati ricompresi negli elenchi depositati pressi i CPA

Pertanto i funzionari UMC rilasceranno il certificato allegato 3 debitamente compilato. Tale rilascio è obbligatorio anche per le cisterne già in circolazione prima del 01/01/2007.

3) DOCUMENTI OBBLIGATORI PER LA CIRCOLAZIONE DA RILASCIARE DA PARTE DEGLI UMC

In fase di allestimento:

a) Veicolo già classificato ADR + cisterna ADR (con codice cisterna)

- DTT 306
- Certificato ispezione
- Carta di circolazione (obbligo duplicato) riportante:
a) costruttore cisterna
b) n° di serie della cisterna
c) anno di costruzione della cisterna
d) codice cisterna
e) eventuali disposizioni speciali
f) ispezione”
- MC 813 (qualora la cisterna ne sia dotata sarà conservato dalla ditta proprietaria del veicolo) e non è più obbligatorio per la circolazione

b) Veicolo non ADR (non classificabile) + cisterna ADR (con codice cisterna)

- Certificato ispezione
- Carta di circolazione (obbligo duplicato)riportante:
1. costruttore cisterna
2. n° di serie della cisterna
3. anno di costruzione della cisterna
4. codice cisterna
5. eventuali disposizioni speciali
- MC 813 (qualora la cisterna ne sia dotata sarà conservato dalla ditta proprietaria del veicolo) e non è più obbligatorio per la circolazione

c) Veicolo classificato ADR e cisterna NON ADR anche se codificata

- Certificato ispezione
- MC 813
- Carta di circolazione (obbligo duplicato)riportante:
1. costruttore cisterna
2. n° di serie della cisterna
3. anno di costruzione della cisterna
4. codice cisterna
5. eventuali disposizioni speciali

d) Veicolo non classificato ADR e cisterna NON ADR anche se codificata

- Certificato ispezione
- MC 813
- Carta di circolazione (obbligo duplicato)riportante:
1. costruttore cisterna
2. n° di serie della cisterna
3. anno di costruzione della cisterna
4. codice cisterna
5. eventuali disposizioni speciali

N.B. i punti b) – c) – d) sono relativi ai veicoli circolanti solo in ambito nazionale ovvero in deroga ADR e quindi non in possesso del DTT 306.

Qualora, per motivi organizzativi, non sia possibile effettuare il duplicato in tempi ristretti e considerato che la tipologia di veicoli prevede anche il possesso di titoli autorizzativi, al fine di evitare disservizi all’utenza, si stabilisce che le annotazioni da riportare sul duplicato siano trascritte a mano sulla carta di circolazione e che la stessa dovrà essere duplicato entro un anno.

Tali annotazioni dovranno però essere tempestivamente inserite nel sistema SIMOT.

CONCLUSIONI

Questa D.G.T. al fine di rendere un servizio più efficace ed efficiente all’utenza nonchè per poter gestire informaticamente le procedure ed ottenere una uniformità di comportamento e di tariffe ha istituito in AGINET il sistema P.P.R..

Tale procedura consente infatti di gestire, registrare e prenotare le pratiche per il rilascio di alcuni dei documenti sopra citati sia da parte degli utenti professionali abilitati che dagli operatori dell’ufficio

Gli Uffici di questa D.G.T. dovranno quindi dal 01/03/2010 utilizzare tassativamente solo dette procedure per l’emissione dei documenti previsti.

Qualora da detta data non fosse possibile l’attivazione del PPR nei singoli UMC, si comunica che, per un breve periodo transitorio, l’emissione del certificato di ispezione debba avvenire con la procedura sopra esposta, ma con la registrazione manuale della pratica.

Nel caso specifico della compilazione del certificato di ispezione gli utenti dovranno fornire tutta la documentazione necessaria (MC 813, fascicolo tecnico cisterna, …..) al fine di poter rilevare tutti i dati necessari.

I manuali per l’uso di dette procedure saranno disponibili sul portale di questa D.G.T.

Milano, 19/02/2010

F.to IL DIRETTORE GENERALE
dott. ing. Roberto GARRISI

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Procedure per l’approvazione delle cisterne (escluse classe 2).pdf)Procedure per l’approvazione delle cisterne (escluse classe 2)
 
IT481 kB1088

Tags: Merci Pericolose Veicoli ADR

Articoli correlati

Ultimi archiviati Merci Pericolose

Mag 12, 2022 94

Decreto 6 giugno 2000

Decreto 6 giugno 2000 Ministero dei trasporti e della navigazione Norme attuative del decreto legislativo 4 febbraio 2000, n. 40, concernente i consulenti alla sicurezza per trasporto di merci pericolose su strada, per ferrovia o per via navigabile. (GU n. 144 del 22.06.2000) ...… Leggi tutto
Mag 12, 2022 308

Circolare 14 novembre 2000 n. A26

Circolare 14 novembre 2000 n. A26 Consulenti alla sicurezza per trasporto di merci pericolose. Decreto ministeriale 6 giugno 2000, n. 82T, e decreto ministeriale 4 luglio 2000, n. 90T, attuativi, del decreto legislativo 4 febbraio 2000, n. 40. Procedure di esame, campo di applicazione, esenzioni,… Leggi tutto
Circolare MIT n  0042495 del 12 05 2014
Mag 11, 2022 112

Circolare MIT n. 0042495 del 12.05.2014

Circolare MIT n. 0042495 del 12.05.2014 Decreto dirigenziale n. 303 del 07 Aprile 2014. Procedure per ii rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo e per ii nulla osta allo sbarco e al reimbarco su altre navi (transhipment) delle merci pericolose._______ SCHEDA SINOTTICA:… Leggi tutto
Mag 11, 2022 107

Decreto 21 marzo 2006

Decreto 21 marzo 2006 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo e per il nulla osta allo sbarco e al reimbarco su altre navi (transhipment) delle merci pericolose. (Decreto n. 278/2006). (GU n.90 del 18.04.2006 - SO n. 98) [box-warning]Abrogazione Decreto 7… Leggi tutto
Mag 11, 2022 106

Decreto 18 novembre 2005

Decreto 18 novembre 2005 Norme integrative per il trasporto di merci pericolose sulle navi mercantili in viaggi nazionali. (Decreto n. 1105/05). (GU n. 285 del 07.12.2005) [box-warning]Abrogazione Decreto 7 Aprile 2014 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo… Leggi tutto
Linee guida trasporto  scarico e stoccaggio TDI   MDI imballato
Feb 21, 2022 426

Linee guida trasporto, scarico e stoccaggio TDI / MDI imballato

Linee guida per il trasporto, lo scarico e lo stoccaggio in condizioni di sicurezza di Toluene Diisocianato (TDI) e al Difenilmetano Diisocianato (MDI) imballato ID 15818 | 21.02.2022 / Documento allegato Lo scopo della Linee guida è quello di dare un contributo alle norme generali sulla sicurezza… Leggi tutto

Più letti Merci Pericolose

Set 07, 2017 54414

GHS - Fourth revised edition

in GHS
GHS - Fourth revised edition GHSGlobally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals Il GHS è un regolamento internazionale per la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio di sostanze chimiche che deve essere integrato nel diritto nazionale.Nel quadro della Conferenza… Leggi tutto