Slide background




Good Practice Guide Silice NEPSI

ID 15743 | | Visite: 682 | Documenti Sicurezza EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/15743

Good Practice Guide Silice NEPSI

Good Practice Guide Silice NEPSI

ID 15743 | NEPSI 2020 / in allegato

In allegato:
Limiti all’esposizione sul lavoro Silice EU
Good Practice Guide
Good Practice Guide for SMEs
______

Questa guida è il risultato di un insieme di conoscenze esistenti e informazioni all'interno dei settori, che producono e/o utilizzano prodotti o materie prime materiali contenenti silice cristallina sulla gestione del respirabile silice cristallina. La pubblicazione di questa guida è un contributo del industria (datori di lavoro e lavoratori) verso la tutela dei lavoratori dalla possibile esposizione alla silice cristallina respirabile sul posto di lavoro.

L'obiettivo è quello di fornire produttori e utenti di prodotti e materie prime che contengono silice cristallina una guida sull'applicazione pratica di programmi per gestire in sicurezza la silice cristallina respirabile e le indicazioni sui prodotti contenenti silice cristallina negli ambienti di lavoro.

La Direttiva 2017/2398 (recepita IT con il l D. Lgs. 1 giugno 2020 n. 44), ha stabilito il limite per 'esposizione professionale di 0,1 mg/m³ modificando la Direttiva 2004/37/CE (VI Direttiva sociale particolare lavoro - Agenti cancerogeni) di cui Allegato III per la polvere di silice cristallina respirabile. Inoltre all’allegato I è stato aggiunto il punto seguente processo: 6. Lavori comportanti esposizione a polvere di silice cristallina respirabile generata da un procedimento di lavorazione.

La Silice cristallina (SiO2) è una componente essenziale di materiali che hanno una grande varietà di impieghi nel settore industriale e sono indispensabili in molti prodotti e oggetti di utilizzo quotidiano: è impossibile immaginare case senza mattoni, malta o finestre, auto senza motori o parabrezza, la vita senza strade o altre infrastrutture per il trasporto e oggetti di uso quotidiano di vetro o di ceramica..

Sebbene la silice cristallina sia onnipresente in natura, l'inalazione di polveri sottili contenenti una percentuale di essa può costituire un pericolo limitato al posto di lavoro. Considerando che una tale esposizione può essere controllata, i principali settori interessati da eventuali esposizioni a silice cristallina respirabile hanno concordato misure appropriate e credibili per il miglioramento delle condizioni di lavoro.

La silice cristallina, sotto forma di quarzo minerale, si trova in molti materiali diversi, con l'arenaria che è quarzo quasi puro. Esistono altre forme di silice ma sono di scarsa importanza sul piano occupazionale. La tabella seguente fornisce un'indicazione dei livelli tipici di silice cristallina “libera” in alcune fonti minerali.

Minerali Percentuale di silice libera cristallina
Aggregati 0 a 100%
Argilla 5 a 50%
Basalto fino 5%
Diatomite naturale 5 a 30%
Dolerite (diabase) fino 15%
Selce maggiore 90%
Granito fino 30%
Graniglia maggiore 80%
Minerali di ferro 7 a 15%
Calcare fino 1%
Quarzite maggiore 95%
Sabbia maggiore 90%
Arenaria maggiore 90%
Scisto 40 a 60%
Ardesia fino 40%

...

The European Network on Silica (NEPSI)

Le organizzazioni del settore industriale di NEPSI e le loro federazioni di sindacati della controparte hanno negoziato un Accordo di dialogo sociale multisettoriale tra il 1° settembre 2005 e il 2 febbraio 2006.

La Commissione Europea ha sostenuto il progetto, definendolo innovativo: infatti, laddove gli accordi di dialogo sociale europei sono solitamente settoriali o multisettoriali, tale progetto è il primo del suo genere. È stato concesso un budget della CE per coprire i costi di negoziazione, e le associazioni di categoria europee che non erano ancora membri di un comitato per il dialogo sociale a livello di UE sono state considerate idonee a partecipare a questa trattativa, dopo un esame da parte della Commissione.

Sono stati istituiti due gruppi di lavoro per la negoziazione: un Gruppo di Lavoro Direttivo per redigere l'Accordo e discutere gli aspetti politici, e un Gruppo di Lavoro Tecnico (composto da produttori e consumatori di prodotti e materiali che contengono silice cristallina) per redigere gli allegati tecnici dell’Accordo, in particolare le Linee Guida di Buona Pratica. Gli esperti di istituti sanitari nazionali - il HSE (Regno Unito), il Berufsgenossenschaften (D) e l'Instituto Nacional de Silicosis (ES) - hanno sostenuto il gruppo di lavoro tecnico.

Il testo finale è stato approvato all'unanimità dalle parti negoziali e la trattativa si è conclusa il 25 aprile 2006 con la sottoscrizione dell'Accordo.

...
segue in allegato

Collegati

Tags: Sicurezza lavoro Abbonati Sicurezza Rischio silice

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Giu 26, 2022 32

Piano nazionale tutela e salute ambienti confinati

Piano nazionale di prevenzione per la tutela e la promozione della salute degli ambienti confinati Il presente Rapporto elaborato dalla Commissione Tecnico scientifica per l’elaborazione di proposte di intervento in materia di inquinamento indoor, in seguito denominata “Commissione indoor”,… Leggi tutto
Giu 21, 2022 38

Legge 30 settembre 2004 n. 252

Legge 30 settembre 2004 n. 252 Delega al Governo per la disciplina in materia di rapporto di impiego del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. (GU n.240 del 12.10.2004)________ Aggiornamenti all'atto 01/04/2005 DECRETO-LEGGE 31 marzo 2005, n. 45 (in G.U. 01/04/2005, n.75) convertito… Leggi tutto
Giu 21, 2022 55

Legge 13 maggio 1961 n. 469

Legge 13 maggio 1961 n. 469 Ordinamento dei servizi antincendi e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e stato giuridico e trattamento economico del personale dei sottufficiali, vigili scelti e vigili del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. (GU n.145 del 15.06.1961 - SO)_________ Aggiornamenti… Leggi tutto

Più letti Sicurezza