Slide background




Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634

ID 3488 | | Visite: 94696 | Documenti Riservati NormazionePermalink: https://www.certifico.com/id/3488

Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634
Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634:1997 / Rev. 1.0 2023

ID 3488 | Rev. 1.0 del 14.06.2023 / Documento completo allegato

Documento tecnico sui colori di identificazione e modalità di applicazione delle tubazioni non interrate con riferimento a:

- UNI 5634:1997

D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Allegato XXVI - Prescrizioni per la segnaletica dei contenitori e delle tubazioni
Regolamento (CE) n. 1272/2008 CLP

Update Rev. 1.0 del 14.06.2023

- Miglioramenti grafici;
- Inserimento link normativi.

La norma di riferimento per la colorazione delle tubazioni interrate è la UNI 5634:1997 Sistemi di identificazione delle tubazioni e canalizzazioni convoglianti fluidi.

La norma UNI 5634:1997 riguarda i sistemi che devono essere usati per l'identificazione di tubazioni e canalizzazioni non interrate contenenti fluidi (liquidi e/o gas) di diversa natura, con particolare riferimento ai problemi di sicurezza.

La norma non si applica alle tubazioni e canalizzazioni non interrate. Essa non si applica alle tubazioni e canalizzazioni a bordo di mezzi di trasporto.

1. Colori distintivi di base

Significato

Devono essere utilizzati i colori distintivi di base indicati nel prospetto 1 con il relativo significato.

Prospetto 1 - Colori distintivi di base

Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634   Prospetto 1

Modalità di applicazione

E’ lasciata facoltà all’utente di apporre il colore distintivo di base o su tutta la tubazione o a bande (fasce o riquadri colorati), aventi la larghezza minima indicata in 4.

Nota Nel caso in cui sia utilizzato il colore a bande si raccomanda di usare un colore di fondo della tubazione diverso da qualsiasi colore di base e tale da realizzare un efficace contrasto con le bande.

Il colore distintivo di base deve essere ripetuto ad intervalli e deve essere posto in modo particolare nelle vicinanze delle valvole, dei raccordi, degli incroci, dei giunti, delle apparecchiature di servizio, delle paratie, degli attraversamenti di muri ed in ogni altra posizione dove possa essere necessario.

La banda deve essere estesa per un tratto ragionale, sufficiente ad identificare la tubazione.

Tubazioni e canalizzazioni convoglianti fluidi pericolosi

Per i fluidi pericolosi, oltre ai colori di base di cui alla tabella 1, l’identificazione deve essere completata almeno con:

- il nome e/o la formula o comunque la denominazione del fluido a nota al personale;
- il/i simbolo/i di pericolo.

In alternativa al sistema di identificazione della tabella 1, è facoltà dell’utente adottare per i fluidi pericolosi, la colorazione di base gialle con definizione fisica da appendice A con le stesse modalità di applicazione e completate con le indicazioni di cui sopra.

Prospetto 2 - Colore distintivo di base per fluidi pericolosi

Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634   Prospetto 2

Modo di applicazione dei colori a bande

La larghezza della banda del colore di base deve essere stabilita in funzione del diametro della tubazione e della posizione dalla quale deve essere visibile e comunque deve essere non minore di 230 mm.

Direzione del flusso del fluido

Quando è necessario conoscere il/i senso/i di flusso del fluido, questo/i deve/devono essere indicato/i con frecce situate in prossimità del colore distintivo di base verniciate di bianco o di nero in modo da contrastare con il colore di base oppure deve/devono essere indicato/i sagomando la banda come indicato in figura 1, dove le dimensioni sono fornite a titolo indicativo.

Quando il senso di flusso del fluido è alternato, devono essere applicati entrambi i sensi di flusso nel modo opportuno.

Figura 1 - Esempio di applicazione di banda

Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634   Esempio

Esempi di bande sagomate:

Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634   Esempio 1

Esempio freccia direzionale:

Colori di identificazione tubazioni non interrate UNI 5634   Esempio 2

...segue in allegato

Certifico Srl - IT | Rev. 1.0 2023
©Copia autorizzata Abbonati 

Matrice revisioni

Rev. Data Oggetto Autore
1.0 14.06.2023 - Miglioramenti grafici;
- Inserimento link normativi.
Certifico Srl
0.0 09.05.2017 --- Certifico Srl

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Colori identificazione tubazioni UNI 5634_1997 Rev. 1.0 2023.pdf
Certifico Srl - Rev. 1.0 2023
428 kB 229
Allegato riservato Colori identificazione tubazioni UNI 5634.pdf
Certifico Srl - Rev. 0.0 2017
553 kB 535

Tags: Impianti Impianti termici Impianti elettrici Abbonati Impianti

Articoli correlati

Ultimi archiviati Normazione

Mag 13, 2024 80

UNI 11900:2023

UNI 11900:2023 / Requisiti Installatore di sistemi di ancoraggio ID 21848 | 13.05.2024 / Preview in allegato Attività professionali non regolamentate - Installatore di sistemi di ancoraggio - Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità La norma definisce i requisiti relativi… Leggi tutto
Mag 02, 2024 137

UNI EN ISO 3834-2:2021

UNI EN ISO 3834-2:2021 ID 21794 | 02.05.2024 UNI EN ISO 3834-2:2021Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici - Parte 2: Requisiti di qualità estesi La norma definisce i requisiti di qualità estesi per la saldatura per fusione dei materiali metallici sia in officina… Leggi tutto
Mag 02, 2024 123

UNI EN ISO 3834-1:2021

UNI EN ISO 3834-1:2021 ID 21793 | 02.05.2024 UNI EN ISO 3834-1:2021Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici - Parte 1: Criteri per la scelta del livello appropriato dei requisiti di qualità La norma fornisce uno schema generale della UNI EN ISO 3834 e i criteri da… Leggi tutto
Apr 28, 2024 149

UNI ISO 9926-1

UNI ISO 9926-1:1992 ID 21778 | 28.04.2024 / In allegato Preview UNI ISO 9926-1:1992 Apparecchi di sollevamento. Addestramento degli operatori. Generalità. Versione in lingua italiana della ISO 9926/1 (dic. 1990), adottata senza varianti. Specifica il minimo addestramento che deve essere dato ai… Leggi tutto
Norme armonizzate Direttiva imbarcazioni diporto 12 2017
Apr 25, 2024 182

Decisione di esecuzione (UE) 2024/1197

Decisione di esecuzione (UE) 2024/1197 / Norme armonizzate imb. da diporto Aprile 2024 ID 21757 | 25.04.2024 Decisione di esecuzione (UE) 2024/1197 della Commissione, del 23 aprile 2024, che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2022/1954 per quanto riguarda le norme armonizzate per i sistemi… Leggi tutto

Più letti Normazione