Slide background
Slide background
Slide background




Comieco | Consorzio Nazionale Imballaggi a base Cellulosica

ID 8740 | | Visite: 2890 | Legislazione RifiutiPermalink: https://www.certifico.com/id/8740

Comieco

Comieco - Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica

ID 8740 | 10.07.2019

Comieco è il Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, è un consorzio privato e senza fini di lucro.

Scheda completa in allegato

Sono tenuti ad iscriversi a Comieco i produttori e gli importatori di imballaggio e di materia prima per imballaggio cellulosico, qualora non provvedano autonomamente ad organizzare la gestione dei propri rifiuti di imballaggio o a mettere in atto un sistema di restituzione dei propri imballaggi (art. 221, comma 3, dlgs 152/2006).

Per una migliore razionalizzazione dell’attività partecipano al Consorzio anche operatori del recupero. Sono consorziate a Comieco circa 3.400 aziende.

Il suo scopo è di garantire la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi di carta e cartone (art.223, Dlgs 152/2006).

I mezzi finanziari per il funzionamento del Consorzio derivano dal Contributo Ambientale (CAC) versato dai Consorziati e dal corrispettivo, se dovuto, che le cartiere versano al Consorzio a seconda del valore di mercato del macero che utilizzano, il cosiddetto “aggancio al mercato”.

Comieco ha la responsabilità di fornire i risultati conseguiti nel raggiungimento degli obiettivi previsti dalla legislazione europea e recepiti in Italia attraverso il Decreto Ronchi prima e ora Dlgs.152/06, di riciclo e recupero degli imballaggi cellulosici. A tal fine Comieco, attraverso la Banca Dati Comieco (Ba.Da.Com.), richiede ai Consorziati una comunicazione annuale sui dati relativi alla produzione di materia prima per imballaggi e alla produzione e vendita di imballaggi in carta e cartone.

Comieco è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica. La sua finalità è il riciclo e il recupero degli imballaggi di origine cellulosica. I Consorziati di Comieco sono produttori, importatori e trasformatori di materiale e di imballaggi cellulosici.

Possono aderire anche i recuperatori. Il Consorzio stipula con le Amministrazioni locali convenzioni per la raccolta differenziata, e tramite questi soggetti gestisce volontariamente, d'intesa con CONAI, il sistema della raccolta e dell'avvio a riciclo dei rifiuti di carta e cartone provenienti dalla raccolta comunale.

Art. 223, comma 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

2. I consorzi di cui al comma 1 hanno personalita' giuridica di diritto privato senza fine di lucro e sono retti da uno statuto adottato in conformita' ad uno schema tipo, redatto dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare di concerto con il Ministro delle attivita' produttive, da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale entro centottatta giorni dalla data di entrata in vigore della parte quarta del presente decreto, conformemente ai principi del presente decreto e, in particolare, a quelli di efficienza, efficacia, economicita' e trasparenza, nonche' di libera concorrenza nelle attivita' di settore. Lo statuto adottato da ciascun consorzio e' trasmesso entro quindici giorni al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare che lo approva nei successivi novanta giorni, con suo provvedimento adottato di concerto con il Ministro delle attivita' produttive. Ove il Ministro ritenga di non approvare lo statuto trasmesso, per motivi di legittimita' o di merito, lo ritrasmette al consorzio richiedente con le r elative osservazioni. Entro il 31 dicembre 2008 i Consorzi gia' riconosciuti dalla previgente normativa adeguano il proprio statuto in conformita' al nuovo schema tipo e ai principi contenuti nel presente decreto ed in particolare a quelli di trasparenza, efficacia, efficienza ed economicita', nonche' di libera Concorrenza nelle attivita' di settore, ai sensi dell'articolo 221, comma 2. Nei consigli di amministrazione dei consorzi il numero dei consiglieri di amministrazione in rappresentanza dei riciclatori e dei recuperatori deve essere uguale a quello dei consiglieri di amministrazione in rappresentanza dei produttori di materie prime di imballaggio. Lo statuto adottato da ciascun Consorzio e' trasmesso entro quindici giorni al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, che lo approva di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e con il Ministro dell'economia e delle finanze, salvo motivate osservazioni cui i Consorzi sono tenuti ad adeguarsi nei successivi sessanta giorni. Qualora i Consorzi non ottemperino nei termini prescritti, le modifiche allo statuto sono apportate con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico. Il decreto ministeriale di approvazione dello statuto dei consorzi e' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

1. Cronistoria Consorzio Comieco

Comieco nasce nel 1985 grazie all'iniziativa di alcune imprese della filiera della carta, l’acronimo sta per “Comitato per l'Imballo Ecologico”. L'idea è organizzare e incentivare la raccolta differenziata di carta e cartone e risolvere due problemi: assicurare un flusso costante di carta e cartone riciclabili alle cartiere e sottrarlo alla discarica.

Nel corso degli anni 80, infatti, la raccolta di carta e cartone avveniva in modo disomogeneo, non coordinato ed era legata alla contingenza del momento. In periodi di prezzi bassi, per le industrie era più conveniente importare macero dall'estero piuttosto che raccogliere, selezionare e lavorare quello locale.

Nel 1998, a seguito del Decreto Ronchi e la costituzione di CONAI e Consorzi di Filiera per la gestione dei rifiuti d’imballaggio, Comieco diventa Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica con lo scopo di raggiungere gli obiettivi di riciclo e recupero fissati dalla normativa europea. Una risposta concreta del Sistema Paese - e delle circa 3300 aziende consorziate (produttori e importatori di materia prima per imballaggio, produttori e importatori di imballaggi cellulosici, recuperatori) – per dare vita a quella che oggi chiamiamo Economia Circolare, dove carta e cartone non sono rifiuti ma materia preziosa per l’industria cartaria.

Comieco riveste oggi un ruolo polifunzionale nel sistema di recupero e riciclo dei materiali a base cellulosica: dalla prevenzione, mediante incentivazione di studi che abbiano come obiettivo la realizzazione di imballaggi sostenibili (riduzione in peso, progettazione intelligente e separazione facilitata) all'incentivazione della raccolta differenziata mediante campagne di comunicazione e sensibilizzazione, sia nazionali sia locali. Svolge controlli e verifiche a campione presso le piattaforme di selezione ed è quindi garante della qualità del macero che viene avviato alle cartiere.

Nell'ambito del Sistema CONAI, Comieco eroga corrispettivi (derivanti dall'incasso del contributo ambientale) ai Comuni convenzionati, a titolo di sostegno per i maggiori oneri della raccolta differenziata di carta e cartone. Grazie a questa organizzazione, al lavoro dei Comuni e all'impegno dei cittadini, per l'Italia è stato possibile raggiungere con anticipo gli obiettivi fissati e i tassi attuali di recupero e riciclo pongono il Consorzio già in linea con quelli previsti al 2030. Dal 1998 ad oggi, la percentuale di riciclo degli imballaggi cellulosici in Italia è passata dal 37% a oltre l’80%. Nel nostro Paese oggi si riciclano 10 tonnellate di macero ogni minuto.

Nell’ultimo anno ogni italiano ha avviato a riciclo oltre 56 kg di carta e cartone; una media che comprende performance eccellenti e altre sotto le aspettative. Se ai primi non si possono chiedere ulteriori sforzi, ci sono ampi margini per ottenere di più da chi è partito in ritardo o è rimasto indietro. 

2. Consorziati

I Consorziati di Comieco sono imprese della filiera cartaria: produttori di materie prime per imballaggi, produttori di imballaggi (c.d. Trasformatori), utilizzatori, riciclatori e recuperatori.

Le aziende appartenenti ad una di queste categorie che desiderano consorziarsi, devono compilare ed inviare i moduli allegati.

Moduli di interesse:
01. Modulo di variazione dati
02. Modulo-di-recesso
03. Modulo Adesione Piattaforme
04. Modulo Adesione Produttori
05. Modulo adesione Termovalizzatori e Compostatori
06. Modulo di adesione Trasformatori

All’atto dell’adesione a Comieco ad ogni Consorziato viene attribuito un codice identificativo progressivo. Il Consorzio comunica ufficialmente l’ingresso al nuovo consorziato tramite l’invio di una lettera all’interno della quale compare il codice del consorziato. Anche all’interno della comunicazione di richiesta dati Ba.Da.Com. ad inizio anno, viene ribadito il codice.

Il codice identificativo del Consorziato Comieco è composto da un numero progressivo separato da una barra dall’anno di iscrizione espresso in due cifre. Es.: 1234/98 corrisponde al consorziato numero 1234 iscritto nel 1998.

Eccezione è il codice per i consorziati fondatori di Comieco (sono n.31) che è composto solo da un numero progressivo, senza la barra e l’anno di iscrizione.

3. Marchio Comieco

L’azienda che intende utilizzare il marchio di appartenenza deve essere consorziata a Comieco. Per marchio identificativo s’intende il logo COMIECO, con il codice progressivo attribuito al socio. Il suo utilizzo è facoltativo e deve rispettare le condizioni previste dal Regolamento Consortile (art. 22) ed in particolare dal Regolamento sul marchio di appartenenza a Comieco, allegato al Regolamento Consortile. Può essere posto sull’imballaggio, sulla carta intestata, sui documenti contabili, ecc. a scelta dell’associato. Il marchio rimane di proprietà esclusiva di COMIECO.

231 25794

4. Quote di partecipazione al consorzio

Ciascuno dei Consorziati è tenuto a concorrere alla costituzione del fondo consortile versando una somma proporzionale al numero di quote che gli vengono attribuite all’interno della categoria di appartenenza. Le quote vengono ripartite fra le categorie di Consorziati nel modo seguente:

- produttori ed importatori di materiale cellulosico: 40%;
- produttori ed importatori di imballaggi vuoti: 40%;
- utilizzatori, autoproduttori ed importatori di imballaggi: 15% (quote non assegnate in quanto non ci sono iscritti in tale categoria);
- recuperatori: 5%.

L’attribuzione delle quote per ogni consorziato è determinata annualmente ad ogni Assemblea e alla fine dell’anno, in base al prodotto ceduto in Italia. I Consorziati sono tenuti perciò a fornire le informazioni richieste da Comieco sia all’atto dell’adesione che entro la fine del mese di febbraio di ciascun anno (compilazione Ba.Da.Com.).

5. Ba.da.com. è la Banca Dati Comieco

Il Ba.da.com. è la Banca Dati Comieco, strumento indispensabile per la gestione del Consorzio stesso.

Contiene tutte le informazioni relative aii soggetti consorziati, le loro anagrafiche e i dati relativi alla loro produzione e vendita di materia prima per imballaggio e di imballaggi in carta e cartone. Questi dati sono richiesti alle imprese consorziate per poter assolvere agli obblighi derivanti dal rapporto consortile, nonché sono previsti dalle leggi e/o dai regolamenti che disciplinano la materia.

Ogni anno a gennaio Comieco invia una lettera ai suoi Consorziati con la richiesta della fornitura dei dati della loro produzione e vendita invitandoli alla compilazione della modulistica Ba.Da.Com. da effettuarsi on-line attraverso l’accesso al sito internet http://badacom.comieco.org.
Questa modalità prevede l’accesso con password personale comunicata direttamente al Consorziato. Qualora il Consorziato non avesse accesso a internet può fare richiesta della modulistica cartacea.

Compilazione Ba.Da.Com - Banca Dati Comieco (dati relativi al primo semestre 2019)

La Banca Dati Comieco dovrà essere compilata con i dati relativi al primo semestre 2019 entro il 31 luglio 2019.

Per informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

N.B.: Il Ba.Da.Com. semestrale deve essere compilato esclusivamente dai produttori di materia prima per imballaggio.

Moduli di interesse:
07. facsimile dichiarazione riciclo
08. istruzioni I sem 2019
09. Modulo Unità Locale Semestrale
10. Trasmissione BaDaCom cartiere I sem 2019

6. 24° Rapporto Annuale Comieco sulla raccolta differenziata di carta e cartone in Italia

Aumenta la raccolta differenziata di carta e cartone in Italia. La tutela dell’ambiente è ormai un principio cardine del senso civico dei cittadini, sempre più attenti a differenziare carta e cartone dagli altri materiali. Dietro buoni risultati però non c’è solo l’impegno a differenziare, comunque fondamentale, ma anche un sistema di gestione efficace ed efficiente, capace di garantire a qualunque condizione il ritiro e l’avvio a riciclo degli imballaggi su tutto il territorio nazionale.

E’ quanto emerge in sostanza dall’analisi dei dati del 24° Rapporto di Comieco, che ogni anno mette in evidenza i numeri principali della raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia. 3,4 milioni sono le tonnellate di carta e cartone nel 2018, con un aumento complessivo del 4%, pari a + 127.000 tonnellate, rispetto al 2017, distribuito in tutte e 3 le macroaree con particolare evidenza al Sud e al Nord.

In allegato il Rapporto.

...

Fonte: http://www.comieco.org/faq/

Certifico Srl - IT | Rev. 0.0 2019
©Copia autorizzata Abbonati 

Collegati:



Tags: Ambiente Rifiuti Abbonati Ambiente

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Decisione 2011 753 UE Riutilizzo e riciclo rtifiuti   modalita  calcolo
Set 28, 2021 14

Decisione 2011/753/UE

Decisione 2011/753/UE Decisione della Commissione, del 18 novembre 2011, che istituisce regole e modalità di calcolo per verificare il rispetto degli obiettivi di cui all’articolo 11, paragrafo 2, della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio [notificata con il numero C(2011)… Leggi tutto
Set 28, 2021 9

Decisione 2013/86/UE

Decisione 2013/86/UE Decisione del Consiglio, del 12 febbraio 2013, relativa alla conclusione, a nome dell’Unione europea, del protocollo addizionale di Nagoya-Kuala Lumpur in materia di responsabilità e risarcimenti al protocollo di Cartagena sulla biosicurezza Testo rilevante ai fini del SEE. (GU… Leggi tutto
WHO global air quality guidelines   2021
Set 26, 2021 25

Linee guida globali Oms sulla qualità dell’aria 2021

Linee guida globali Oms sulla qualità dell’aria 2021 WHO global air quality guidelines: particulate matter (‎PM2.5 and PM10)‎, ozone, nitrogen dioxide, sulfur dioxide and carbon monoxide L’Organizzazione mondiale della sanità ha aggiornato le proprie Linee guida sulla qualità dell’aria, fornendo le… Leggi tutto
Set 23, 2021 31

Rettifica della direttiva delegata (UE) 2020/363 | 22.09.2021

Rettifica della direttiva delegata (UE) 2020/363 Rettifica della direttiva delegata (UE) 2020/363 della Commissione, del 17 dicembre 2019, recante modifica dell’allegato II della direttiva 2000/53/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai veicoli fuori uso per quanto riguarda… Leggi tutto
Primo rapporto attivazioni snpa in situazioni di emergenza
Set 22, 2021 37

Primo rapporto attivazioni SNPA in situazioni di emergenza

Primo rapporto attivazioni SNPA in situazioni di emergenza Il primo rapporto sulle attivazioni del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA) in situazioni di emergenza è stato elaborato dall’ISPRA, con la collaborazione dei referenti della Rete operativa SNPA per le emergenze… Leggi tutto
Regolamento di esecuzione UE 2021 1688
Set 21, 2021 47

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/1688

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/1688 Regolamento di esecuzione (UE) 2021/1688 della Commissione del 20 settembre 2021 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) 2020/1201 per quanto riguarda gli elenchi delle piante ospiti e delle piante specificate e i metodi di prova per l’identificazione… Leggi tutto
Gli apoidei e l agricoltura sostenibile
Set 20, 2021 44

Gli apoidei e l’agricoltura sostenibile

Gli apoidei e l’agricoltura sostenibile Gli impollinatori, in particolare gli insetti apoidei, rivestono grande rilievo nel garantire struttura, composizione e funzionamento degli habitat naturali e semi-naturali, inclusi quelli agricoli e dei contesti urbani e peri-urbani. Quasi il 90% delle… Leggi tutto

Più letti Ambiente