Slide background
Slide background
Slide background




Linea Guida etichettatura ambientale imballaggi

ID 12666 | | Visite: 589 | Documenti Ambiente EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/12666

Linea Guida etichettatura ambientale imballaggi CONAI 2020

Linea Guida etichettatura ambientale imballaggi

CONAI 2020 / Scadenza prorogata al 31.12.2021 vedi nota in calce

Il decreto legislativo del 3 settembre 2020 n. 116, rende l’etichettatura ambientale obbligatoria, introducendo novità che richiedono chiarimenti. Per dare delle indicazioni sul tema utili alle imprese, CONAI propone una Linea Guida a cui affianca uno strumento interattivo online, denominato e-tichetta.

L’11 settembre 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legislativo del 3 settembre 2020 n. 116, che recepisce la direttiva UE 2018/851 sui rifiuti, e la direttiva (UE) 2018/852 relativa agli imballaggi e ai rifiuti di imballaggio.

L’art. 3 comma 3, lettera c) del decreto ha apportato modifiche al comma 5 dell’art. 219 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n.152 (e successivi aggiornamenti e modifiche), “Norme in materia ambientale”, in tema di “Criteri informatori dell'attività di gestione dei rifiuti di imballaggio”.

La formulazione dell’obbligo di etichettatura introdotto dalla nuova norma lascia spazio a dubbi interpretativi, soprattutto per quanto riguarda i contenuti da riportare in etichetta, i soggetti obbligati, ed il perimetro dell’obbligo, oltre a generare una grande preoccupazione nelle imprese relativamente alle tempistiche per conformarsi all’obbligo.

Per questo CONAI, in collaborazione con l’Istituto Italiano Imballaggio, ha deciso di promuovere un tavolo di lavoro per analizzare e gestire le numerose segnalazioni pervenute da singole aziende e associazioni dei produttori, degli utilizzatori industriali e commerciali coinvolgendo: UNI, Confindustria e Federdistribuzione, e addivenire così ad una lettura condivisa dei nuovi obblighi imposti a livello nazionale. Da questo incontro di organizzazioni è emerso il documento elaborato “Etichettatura ambientale degli imballaggi”.

Le linee guida hanno l’obiettivo di proporre una chiave di lettura in grado di aiutare le imprese a sciogliere i principali dubbi e affrontare le principali criticità nell’applicazione dell’art. 219, comma 5. La presente Linea Guida sarà ulteriormente aggiornata alla luce degli ulteriori chiarimenti e confronti che seguiranno nei prossimi mesi.

CONAI, inoltre, ha elaborato e reso disponibile sul suo sito web un tool informatico: e-tichetta. Si tratta di uno strumento di supporto pensato per aiutare le imprese a costruire, in modo autonomo.

Il decreto legislativo del 3 settembre 2020 n. 116 dispone che tutti gli imballaggi siano “opportunamente etichettati secondo le modalità stabilite dalle norme tecniche UNI applicabili e in conformità alle determinazioni adottate dalla Commissione dell’Unione europea, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio degli imballaggi, nonché per dare una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali degli imballaggi.

I produttori hanno, altresì, l’obbligo di indicare, ai fini della identificazione e classificazione dell’imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati, sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione.”

Oggetto dell’articolo 219 comma 5 è l’etichettatura ambientale del packaging, e prescinde da ogni altro obbligo di etichettatura relativo al prodotto contenuto da esporre sull’imballaggio.

Di seguito la nostra lettura dei diversi passaggi dell’articolo, dalla cui interpretazione discendono poi i chiarimenti e gli approfondimenti riportati di seguito e declinati con esempi concreti. Vediamoli insieme

Etichettatura in accordo con norme UNI

Tutti gli imballaggi devono essere opportunamente etichettati secondo le modalità stabilite dalle norme tecniche UNI applicabili.

Tool e-tichetta

Il sito e-tichetta, fruibile in autonomia dalle imprese, è attivo al link: http://e-tichetta.conai.org

Il tool online e-tichetta è stato predisposto per costruire un’etichetta ambientale conforme ai riferimenti normativi esistenti. Tra questi, l’indicazione al consumatore della composizione del materiale di imballaggio, del come conferirlo a fine vita per una raccolta differenziata di qualità, e di altre informazioni utili a caratterizzare dal punto di vista ambientale l’imballaggio (la riciclabilità, la compostabilità o il contenuto di materiale riciclato).

Art. 219 co. 5 del TUA / Proroga al 31.12.2021

L'art. 15 "Proroga di termini in materia di ambiente e tutela del territorio  e del mare" del Decreto-Legge 31 dicembre 2020 n. 183 "Decreto Legge mille proroghe" al co. 6 dispone la sospensione fino al 31 dicembre 2021 dell'applicazione dell'articolo 219, comma 5, primo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni.

L'articolo 219 co. 5 del TUA dispone che tutti gli imballaggi devono essere opportunamente etichettati secondo le modalita' stabilite alle norme tecniche UNI applicabili e in conformita' alle determinazioni adottate dalla Commissione dell'Unione europea, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio degli imballaggi, nonche' per dare una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali degli imballaggi.

I produttori hanno, altresi', l'obbligo di indicare, ai fini della identificazione e classificazione dell'imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati, sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione.

Vedi DL 183/2020 | Sospensione etichettatura ambientale imballaggi

...
segue in allegato

CONAI 2020

Collegati



Tags: Ambiente Rifiuti Abbonati Ambiente

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Feb 24, 2021 19

Decisione (UE) 2017/848

Decisione (UE) 2017/848 Decisione (UE) 2017/848 della Commissione, del 17 maggio 2017, che definisce i criteri e le norme metodologiche relativi al buono stato ecologico delle acque marine nonché le specifiche e i metodi standardizzati di monitoraggio e valutazione, e che abroga la decisione… Leggi tutto
D Lgs 13 ottobre 2010 n  190
Feb 23, 2021 33

Decreto Legislativo 13 ottobre 2010 n. 190

Decreto Legislativo 13 ottobre 2010 n. 190 Attuazione della direttiva 2008/56/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria nel campo della politica per l'ambiente marino. (GU n.270 del 18-11-2010) Entrata in vigore del provvedimento: 03/12/2010 Aggiornamenti all'atto al 23.02.2021:… Leggi tutto
Feb 23, 2021 22

Decreto 11 febbraio 2015

Decreto 11 febbraio 2015 Determinazione degli indicatori associati ai traguardi ambientali e dei programmi di monitoraggio, predisposto ai sensi degli articoli 10, comma 1 e 11, comma 1, del decreto legislativo n. 190/2010. (GU n.50 del 02-03-2015) Abrogato da: Decreto 2 febbraio 2021… Leggi tutto
Feb 16, 2021 46

Direttiva 2003/4/CE

Direttiva 2003/4/CE Direttiva 2003/4/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 28 gennaio 2003, sull'accesso del pubblico all'informazione ambientale e che abroga la direttiva 90/313/CEE del Consiglio. (GU L 41 del 14.2.2003) Attuata con: Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 195… Leggi tutto
Feb 16, 2021 63

Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 195

Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 195 Attuazione della direttiva 2003/4/CE sull'accesso del pubblico all'informazione ambientale (GU n.222 del 23-09-2005) In allegato il testo consolidato al 02.2021 con le modifiche apportate da: 15/09/2010 DECRETO LEGISLATIVO 13 agosto 2010, n. 155 (in SO… Leggi tutto
Feb 16, 2021 32

Decreto Legislativo 4 agosto 1999 n. 372

Decreto Legislativo 4 agosto 1999 n. 372 Attuazione della direttiva 96/61/CE relativa alla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento (GU n. 252 del 26 ottobre 1999)_______In allegato:- testo nativo;- testo consolidato 02.2021 con le modifiche apportate dagli atti: 15/11/2003 LEGGE 31… Leggi tutto
Metodi di misura delle emissioni olfattive   Quadro normativo
Feb 16, 2021 67

Metodi di misura delle emissioni olfattive - Quadro normativo

Metodi di misura delle emissioni olfattive - Quadro normativo APAT 2003 1.1 Il quadro normativo in materia di odori La normativa nazionale non prevede norme specifiche e valori limite in materia di emissioni di odori. Tuttavia, nella disciplina relativa alla qualità dell’aria e inquinamento… Leggi tutto

Più letti Ambiente