Slide background




Salute e sicurezza nelle PMI nell'UE

ID 5464 | | Visite: 2790 | Documenti Sicurezza UEPermalink: https://www.certifico.com/id/5464

Safety PMI UE

Salute e sicurezza nelle piccole medie imprese nell'UE 

European Agency for Safety and Health at Work

18 Gennaio 2018

Questa pubblicazione presenta i risultati di un progetto di ricerca che esamina le politiche, le strategie, i metodi e gli strumenti utilizzati dagli intermediari, dalle autorità e dalle istituzioni per la sicurezza e la salute sul lavoro (OSH) per raggiungere e sostenere piccole e medie imprese (PMI) nella gestione della SSL, costituendo parte del più ampio progetto Safe Small and Micro Enterprises (SESAME).

Come rilevato nelle precedenti fasi del progetto SESAME, il contesto istituzionale, socio-economico e normativo ha un forte impatto sulla SSL nelle MSE. Molte PMI affrontano gravi sfide contestuali, come pressione concorrenziale, concorrenza sui prezzi e aumento della frammentazione della produzione, sebbene esista un'enorme variazione tra le PMI per quanto riguarda questi fattori.

Inoltre, molte PMI si trovano spesso sotto pressione a causa della loro debole posizione nella catena di approvvigionamento. Queste pressioni si traducono in un modello di business vulnerabile per molte PMI, con una limitata libertà decisionale e poche risorse economiche e manageriali che potrebbero essere dedicate a questioni diverse dalla sopravvivenza dell'azienda. Spesso queste vulnerabilità commerciali mettono anche i lavoratori in posizioni vulnerabili, con impieghi non standardizzati, bassi livelli di formazione sul posto di lavoro e condizioni lavorative precarie.

I fattori contestuali, combinati con poche risorse dedicate a temi come la SSL nelle PMI, si traducono in un'ampia percentuale di PMI che hanno un approccio reattivo alla SSL, dove raramente si impegnano in iniziative proattive in materia di SSL e reagiscono principalmente a incidenti come ispezioni, incidenti o quasi incidenti o richieste di dipendenti o clienti.

Queste richieste esterne di azione possono portare a azioni preventive per migliorare i fattori OSH selezionati, sebbene tendano a concentrarsi principalmente sulla sicurezza e raramente su problemi di salute. Le PMI sono spesso imprese che lottano per sopravvivere, con scarso interesse per la SSL e spesso non raggiunte dalle più generali politiche della SSL o dagli intermediari.

Fonte: Commissione Europea

Tags: Sicurezza lavoro Valutazione dei Rischi

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

XIX Rapporto 2021
Set 23, 2021 18

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola | 2021 460 mila i bambini e ragazzi che studiano in 17mila classi con più di 25 alunni; il problema è concentrato soprattutto nelle scuole superiori, dove il 7% delle classi è in sovrannumero, con le maggiori criticità nelle regioni più… Leggi tutto
Agenti biologici 2021
Set 16, 2021 70

Agenti biologici: fattori di rischio cancerogeno occupazionale?

Agenti biologici: fattori di rischio cancerogeno occupazionale? Le tipologie di “danno” potenzialmente conseguenti all’esposizione ad agenti biologici contemplate dal D.lgs. 81/2008 sono le infezioni, le allergie e le intossicazioni. Tuttavia, l’esposizione a virus, batteri, parassiti, funghi può… Leggi tutto

Più letti Sicurezza