Slide background




Atti XXV Congresso Nazioneale AIRM: Radiazioni e tumori

ID 11051 | | Visite: 1430 | Documenti Sicurezza EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/11051

Atti del XXV Congresso Nazionale 2017 Radiazioni e tumori

Atti del XXV Congresso Nazionale AIRM: Radiazioni e tumori

Il tema dell’induzione oncogena da parte delle radiazioni ionizzanti, alla ribalta a partire dagli anni ‘60 del secolo scorso a seguito delle prime osservazioni sui sopravvissuti alle esplosioni atomiche giapponesi, è divenuto successivamente centrale nella radioprotezione tanto da determinare la “creazione”, a partire dalla ICRP 26/1977, di una grandezza radioprotezionistica specifica (la dose efficace).

Esattamente trenta anni dopo lo “storico” VIII Congresso Nazionale, tenutosi ad Ischia nel 1987 con il medesimo titolo, AIRM ha voluto dedicare il XXV Congresso Nazionale, tenutosi a Verona nel giugno 2017, al tema ormai nodale nelle attività di radioprotezione. Il programma scientifico del Congresso, ampio ed articolato, ha affrontato così il tema delle neoplasie, partendo dalla descrizione del fenomeno sia da un punto di vista epidemiologico che clinico, con particolare riferimento agli organi ed apparati maggiormente radiosensibili. I relatori hanno poi analizzato i meccanismi biologici elementari alla base dell’insorgenza delle neoplasie.

Una sessione specifica è stata dedicata alle neoplasie indotte dall’esposizione a NIR, per fornire ai partecipanti le necessarie ed aggiornate informazioni su un tema spesso oggetto di controversie. Un argomento cui è stata dedicata particolare attenzione è quello della gestione del lavoratore affetto da neoplasia nell’ambito della sorveglianza medica della radioprotezione, con approfondimenti sui criteri operativi da adottare sia in fase preventiva che di riammissione al lavoro dopo guarigione clinica. L’ultima sessione ha riguardato il tema della “Probabilità di Causa”, illustrando il metodo e i criteri di applicazione non solo ai fini del riconoscimento dell’eventuale origine professionale della patologia neoplastica, ma anche come strumento di cui il medico di radioprotezione può avvalersi ai fini clinico-preventivi per l’espressione del giudizio di idoneità.
...
segue in allegato

AIRM - 2018

AIRM

L'AIRM (Associazione Italiana di Radioprotezione Medica) è una associazione di carattere scientifico e professionale, fondata nel 1977 che riunisce i medici italiani svolgono attività di tutela della salute degli esposti a radiazioni ionizzanti e non ionizzanti.

È un’Associazione volontaria senza fini di lucro che promuove lo sviluppo delle conoscenze del settore e coordina, sostiene e tutela – senza finalità sindacali – l’attività professionale nel campo della protezione sanitaria contro le radiazioni ionizzanti e non ionizzanti, con particolare riguardo ai compiti affidati ai sensi della legge (D.lgs 230/95) al medico autorizzato.

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Atti del XXV Congresso Nazionale 2017 Radiazioni e tumori.pdf
IARM 2018
6418 kB 1

Tags: Sicurezza lavoro Rischio radiazioni artificiali Rischio radiazioni ionizzanti Radiazioni ottiche naturali

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Manuale ISPRA n  93 2013
Set 26, 2022 42

Valutazione rischio biologico nelle attività istituzionali delle Agenzie per la Protezione dell’Ambiente

Valutazione rischio biologico nelle attività istituzionali delle Agenzie per la Protezione dell’Ambiente ID 17692 | 26.09.2022 / In allegato Linee guida Manuale ISPRA 93/2013 Criteri ed indirizzi per la tutela della salute e sicurezza in tema di valutazione del rischio biologico nelle attività… Leggi tutto
Scheda nazionale infortuni sul lavoro COVID 19
Set 23, 2022 82

Covid-19 | Contagi sul lavoro denunciati all’INAIL: 31 Agosto 2022

Covid-19 | Contagi sul lavoro denunciati all’INAIL: 31 Agosto 2022 Covid-19, i contagi sul lavoro denunciati all’Inail dall’inizio della pandemia sono quasi 300mila Come emerge dal nuovo report bimestrale curato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Istituto, pubblicato oggi insieme alle… Leggi tutto
Regio Decreto Legge 15 marzo 1923 n  692
Set 20, 2022 161

R.D.L. 15 marzo 1923 n. 692

Regio Decreto-Legge 15 marzo 1923 n. 692 / Durata massima orario di lavoro effettivo 8 ore/giorno o le 48 ore/sett. (in vigore) Relativo alla limitazione dell'orario di lavoro per gli operai ed impiegati delle aziende industriali o commerciali di qualunque natura. (GU n.84 del 10.04.1923) - Regio… Leggi tutto

Più letti Sicurezza