Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Patentino conduzione impianti termici

ID 7624 | | Visite: 439 | Documenti impianti riservatiPermalink: https://www.certifico.com/id/7624

Patentinbo impianti termici 232 Kw

Patentino conduzione impianti termici Pot. > 232 kW

ID 7624 | 24.01.2019

Patentino per la conduzione di un impianto termico che si intende accendere/ spegnere/regolare, a partire da 232 KW.

Art. 287 D.Lgs. n. 152 del 3 aprile 2006 | TUA

Ai sensi dell’art. 287 del Codice ambientale (DLgs 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”), il personale addetto alla conduzione degli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore a a 200.000 Kcal/h (232 kW) deve essere munito di un patentino di abilitazione rilasciato al termine di un corso per conduzione di impianti termici, previo superamento dell’esame finale. Tale obbligo ricorre non solo per gli impianti termici alimentati con combustibili minerali solidi o liquidi, come nella Legge 615/1966, ma anche per quelli alimentati con combustibile gassoso.

La Corte Costituzionale con Sentenza n. 250 del 24.07.2009, ha dichiarato la parziale illegittimità costituzionale dell’articolo 287 del D.Lgs n. 152/2006 nella parte che attribuisce alle Direzioni Provinciali del Lavoro (già Ispettorati Provinciali del Lavoro) la competenza a rilasciare i patentini di abilitazione alla conduzione di impianti termici e in quella in cui assegna al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali quella di disciplinare i corsi e gli esami per il rilascio dei patentini stessi, contravvenendo al disposto di cui all’art. 84, lett. b, del D.Lgs n. 112 del 1998.

Pertanto la formazione professionale relativa al conseguimento del patentino per i conduttori di impianti termici è materia di esclusiva competenza regionale: ciascuna Regione deve individuare l’Autorità deputata al rilascio del patentino, le modalità di formazione nonchè le modalità di compilazione, tenuta e aggiornamento di un registro degli abilitati alla conduzione degli impianti termici.

Fino all’entrata in vigore delle disposizioni regionali di cui sopra, la disciplina dei corsi e degli esami resta quella individuata ai sensi del DM 12 agosto 1968 (art. 287, comma 6, D.Lgs. 152/06 e s.m.i.). Pertanto le Direzioni Provinciali del Lavoro possono continuare a rilasciare il patentino nelle more dell’emanazione delle leggi regionali. A tal proposito si ricorda che gli impianti termici con potenzialità termica superiore a 200.000 Kcal/h sono classificati in due categorie:

- Impianti di 1a categoria per il cui mantenimento in funzione occorre anche il certificato di abilitazione alla condotta dei generatori di vapore a norma del regio decreto 12 maggio 1927, n. 824
- Impianti di 2a categoria per il cui mantenimento in funzione non occorre il certificato di abilitazione alla condotta dei generatori di vapore.

e per essi sono previsti due gradi di abilitazione:

Patentino di 1° grado

1. abilita alla conduzione degli impianti termici di 1a categoria
2. per il rilascio è necessario che il richiedente sia in possesso anche del certificato di abilitazione alla condotta dei generatori di vapore rilasciato dall’Ispettorato del Lavoro in corso di validità
3. abilita direttamente, senza l’osservanza di alcuna formalità, anche alla conduzione degli impianti per cui è richiesto il patentino di 2° grado.

Patentino di 2° grado

1. abilita alla conduzione degli impianti termici di 2a categoria

Note generali

1. I patentini possono essere rilasciati a persone aventi età non inferiore a 18 anni compiuti;
2. I certificati di abilitazione di qualsiasi grado per la condotta dei generatori di vapore, rilasciati ai sensi del regio decreto 12 maggio 1927, n. 824 costituiscono titolo di qualificazione professionale valido per il rilascio senza esame dei patentini di 1° o 2° grado;
3. L’eventuale provvedimento di sospensione o di revoca del certificato di abilitazione alla condotta dei generatori di vapore disposto a norma degli articoli 31 e 32 del regio decreto 12 maggio 1927, n. 824, non comporta automatica decadenza del patentino di abilitazione alla condotta degli impianti termici;
4. I patentini di 1° e 2° grado di abilitazione alla conduzione degli impianti termici non necessitano di essere rinnovati in quanto la loro validità cessa contemporaneamente alla cessazione dell’attività e cancellazione dalla Camera di Commercio.

D.Lgs. n. 152/2006 TUA
...

Art. 287 (abilitazione alla conduzione) 

1. Il personale addetto alla conduzione degli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore a 0.232 MW deve essere munito di un patentino di abilitazione rilasciato da una autorita' individuata dalla legge regionale, la quale disciplina anche le opportune modalita' di formazione nonche' le modalita' di compilazione, tenuta e aggiornamento di un registro degli abilitati alla conduzione degli impianti termici. 

I patentini possono essere rilasciati a persone aventi eta' non inferiore a diciotto anni compiuti. 

Il registro degli abilitati alla conduzione degli impianti termici e' tenuto presso l'autorita' che rilascia il patentino o presso la diversa autorita' indicata dalla legge regionale e, in copia, presso l'autorita' competente e presso il comando provinciale dei vigili del fuoco. (1) 

2. Resta fermo quanto previsto dall'articolo 11, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412

3. Ai fini del comma 1 sono previsti due gradi di abilitazione. Il patentino di primo grado abilita alla conduzione degli impianti termici per il cui mantenimento in funzione e' richiesto il certificato di abilitazione alla condotta dei generatori di vapore a norma del regio decreto 12 maggio 1927, n. 824, e il patentino di secondo grado abilita alla conduzione degli altri impianti. 

Il patentino di primo grado abilita anche alla conduzione degli impianti per cui e' richiesto il patentino di secondo grado.

4. Il possesso di un certificato di abilitazione di qualsiasi grado per la condotta dei generatori di vapore, ai sensi del regio decreto 12 maggio 1927, n. 824, consente, ove previsto dalla legge regionale, il rilascio del patentino senza necessita' dell'esame di cui al comma 1. (1)

5. Il patentino puo' essere in qualsiasi momento revocato  in caso di irregolare conduzione dell'impianto. A tal fine l'autorita' competente comunica all'autorita' che ha rilasciato il patentino i casi di irregolare conduzione accertati. Il provvedimento di sospensione o di revoca del certificato di abilitazione alla condotta dei generatori di vapore ai sensi degli articoli 31 e 32 del regio decreto 12 maggio 1927, n. 824, non ha effetto sul patentino di cui al presente articolo. (1)

6. Fino all'entrata in vigore delle disposizioni regionali di cui al comma 1, la disciplina dei corsi e degli esami resta quella individuata ai sensi del decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale del 12 agosto 1968. (1)

(1) La Corte Costituzionale, con sentenza 16 - 24 luglio 2009, n. 250 (in G.U. 1a s.s. 29/07/2009, n. 30) ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale del presente articolo comma 1, limitatamente alle parole "rilasciato dall'ispettorato provinciale del lavoro, al termine di un corso per conduzione di impianti termici, previo superamento dell'esame finale"; comma 4, limitatamente alle parole "senza necessita' dell'esame di cui al comma 1"; comma 5, limitatamente alle parole "dall'Ispettorato provinciale del lavoro"; comma 6.

Prevenzione Incendi

Attività n. 74 DPR 1° agosto 2011, n. 151

Impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 kW.

Testo Unico Sicurezza

Art. 71. c.8 D.Lgs. n. 81/2008
...
11. Oltre a quanto previsto dal comma 8, il datore di lavoro sottopone le attrezzature di lavoro riportate nell’allegato VII a verifiche periodiche volte a valutarne l’effettivo stato di conservazione e di efficienza ai fini di sicurezza, con la frequenza indicata nel medesimo allegato. 
...
Allegato VII

Impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 kW: Verifica ogni 5 anni.

Procedura di verifica

Si può dividere in:

1. Fase preliminare documentale.
2. Fase di verifica sul luogo d’impianto.
...

Vedasi allegati Delibere regionali Art. 287 D.Lgs. n. 152 del 3 aprile 2006 | TUA:

- Regione ER - Deliberazione della giunta regionale n. 632 del 2 maggio 2018
- Regione V - Deliberazione della giunta regionale n. 1734 del 26 ottobre 2011 
- Regione P - Legge regionale Piemonte 26 aprile 2000 n. 44

Altro:
- La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome che, nella riunione del 25 maggio 2011, ha approvato le "linee guida per i percorsi abilitanti all'esercizio dell'attività di conduttore impianti termici". 

segue in allegato

Certifico Srl - IT | Rev. 00 2019

Collegati



Tags: Impianti Impianti termici Abbonati Impianti

Articoli correlati

Più letti Impianti

Ultimi archiviati Impianti

Cassazione Civile 17102 2018
Feb 15, 2019 62

Cassazione Civile Sent. Sez. 2 n. 17102 | 28 Giugno 2018

Cassazione Civile Sent. Sez. 2 n. 17102 | 28 Giugno 2018 [alert]L’installazione della canna fumaria non deve incidere negativamente sul decoro architettonico dell’edificio.Se l’installazione in facciata muta le originali linee architettoniche dell’edificio e incide negativamente sull’insieme… Leggi tutto
Feb 04, 2019 69

Guida al cablaggio comunicazioni elettroniche edifici residenziali

Guida al cablaggio comunicazioni elettroniche edifici residenziali CEI, 04.02.2019 In inchiesta pubblica fino al 10.03.2019 C. 1228 “Guida al cablaggio per le comunicazioni elettroniche negli edifici residenziali” C. 1228 “Guida al cablaggio per le comunicazioni elettroniche negli edifici… Leggi tutto
Feb 03, 2019 79

Delibera ARERA 2 maggio 2013 180/2013/R/eel

Delibera ARERA 2 maggio 2013 180/2013/R/eel Regolazione tariffaria per prelievi di energia reattiva nei punti di prelievo connessi in media e bassa tensione, a decorrere dall’anno 2016Delibera: 1. di approvare la regolazione tariffaria dei prelievi di energia reattiva nei punti di prelievo in media… Leggi tutto
Rifasamento industriale ANIE 2019
Feb 03, 2019 178

Rifasamento: Linee guida ANIE 2019

Pubblicate da ANIE tre nuove guide tecniche sul rifasamento industrisle 1. Rifasamento in impianto industriale con correnti distorte - 20192. Rifasamento Elettrico Industriale - 2019 3. Raccomandazioni per l’impiego, in condizioni di sicurezza, dei condensatori statici per rifasamento,delle… Leggi tutto
Allegati Obbligatori ATO Impianti gas   Italgas
Feb 02, 2019 232

Allegati Obbligatori (ATO) Impianti Italgas

Allegati Obbligatori (ATO) Imprese Impianti Italgas Update 02.02.2019 Informazioni per installatori L’installatore, o l’impresa installatrice, si occupa principalmente della messa in servizio dell’impianto di utenza. Può essere anche referente per la costruzione, l’ampliamento, la trasformazione o… Leggi tutto
Feb 01, 2019 95

Delibera 29 gennaio 2019 27/2019/R/gas

Delibera 29 gennaio 2019 27/2019/R/gas La deliberazione aggiorna le direttive per le connessioni degli impianti di biometano alle reti del gas naturale di cui alla deliberazione 46/2015/R/gas e attua le disposizioni del decreto 2 marzo 2018 in materia di incentivi alla produzione di biometano.… Leggi tutto
Gen 30, 2019 79

D.P.C.M. 11 maggio 2004

D.P.C.M. 11 maggio 2004 Criteri, modalita' e condizioni per l'unificazione della proprieta' e della gestione della rete elettrica nazionale di trasmissione.(GU n.115 del 18-05-2004) Collegati
Codice di Rete
Leggi tutto
Codice di Rete
Gen 30, 2019 108

Codice di Rete | Terna

Codice di Rete Il Codice di trasmissione, dispacciamento, sviluppo e sicurezza della rete (Codice di rete) trova applicazione nei rapporti tra Terna e gli utenti della rete a partire dal 1° novembre 2005. Il Codice di rete è stato predisposto in conformità a quanto previsto nel D.P.C.M. 11 maggio… Leggi tutto