Slide background
Slide background




Guida per gli utilizzatori dell’NMP (1-metil-2-pirrolidone) ECHA

ID 9242 | | Visite: 255 | Documenti Chemicals ECHAPermalink: https://www.certifico.com/id/9242

Guida utilizzatori dell NMP  1 metil 2 pirrolidone  ECHA

Come ottemperare alla restrizione 71 del REACH, orientamenti per gli utilizzatori dell’NMP (1-metil-2-pirrolidone)

Il presente documento intende aiutare gli utilizzatori dell’1-metil-2-pirrolidone (NMP) o di miscele contenenti l’NMP (C ≥ 0,3%) ad ottemperare agli obblighi di restrizione di cui al regolamento REACH. La presente guida, inoltre, può aiutare le autorità a comprendere cosa aspettarsi e a valutare la conformità di un sito.

L’NMP ha una classificazione armonizzata come sostanza tossica per la riproduzione (sostanza tossica per la riproduzione di categoria 1B) ed è inoltre irritante per le vie respiratorie, la pelle e gli occhi. In Europa, l’NMP è soggetto alla restrizione 71 di cui all’allegato XVII del REACH. Se si deve utilizzare l’NMP sul luogo di lavoro, occorre proteggere tutti coloro che potrebbero essere esposti a tale sostanza. Lo scopo della presente guida consiste nell’aiutare a comprendere cosa fare per ottemperare alle disposizioni di questa restrizione in quanto tale, nonché nell’ambito degli obblighi vigenti in materia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL).

L’approccio generale descritto nella presente guida può essere applicato ad altri solventi aprotici simili all’NMP (quali DMF e DMAC), qualora siano state introdotte restrizioni REACH simili per altri solventi di questo tipo. Alcuni elementi della guida sono specifici per l’NMP (quali esempi di buone prassi, metodi di monitoraggio, descrizione degli usi, ecc.) e, pertanto, non possono essere applicati direttamente ad altre sostanze. Al fine di chiarire l’ambito di applicazione della presente guida, è opportuno spiegare il significato di alcuni termini utilizzati nel documento.

Uso: come definito nella normativa REACH, ogni operazione di trasformazione, formulazione, consumo, immagazzinamento, conservazione, trattamento, riempimento di contenitori, trasferimento da un contenitore ad un altro, miscelazione, produzione di un articolo o ogni altra utilizzazione.

Utilizzatore dell’NMP: nella presente guida, il termine utilizzatore deve essere inteso come “utilizzatore finale”, ossia qualsiasi attore che utilizza l’NMP o una miscela contenente l’NMP nelle sue attività industriali o professionali, senza però rifornirlo ulteriormente.

Fornitore dell’NMP: qualsiasi attore che fornisce l’NMP o miscele contenenti l’NMP ad altri attori.
I fornitori dell’NMP possono essere:

- dichiaranti dell’NMP (fabbricanti o importatori)
- utilizzatori a valle che riforniscono l’NMP (ad esempio riempitori)
- distributori che forniscono l’NMP

I fornitori di miscele contenenti l’NMP possono essere:

- dichiaranti che formulano e forniscono miscele contenenti l’NMP
- utilizzatori a valle che formulano e forniscono miscele contenenti l’NMP
- distributori che forniscono miscele contenenti l’NMP.

Lavoratore: nella presente guida, il termine lavoratore va inteso come qualsiasi persona dipendente da un datore di lavoro, compresi tirocinanti e apprendisti, ad esclusione dei lavoratori domestici (1) (cfr. ILO C189) nonché i liberi professionisti (ad esempio lavoratori autonomi).
...

Dove è utilizzato l’NMP: settori e usi tipici

L’NMP è utilizzato prevalentemente come solvente nella produzione industriale di altre sostanze chimiche e nella produzione industriale di articoli. Nella maggior parte degli usi, l’NMP non fa parte del prodotto finale perché è eliminato durante il processo di produzione o riciclato o smaltito come rifiuto. Nella produzione di sostanze chimiche, l’NMP ha un elevatissimo potere solvente per polimeri ad alte prestazioni come poliuretano (PU), polianilina (PANI), poliammide immide (PAI), poliimmide (PI), fluoruro di polivinilidene (PVDF), polisolfone (PFS) e polieteresolfone (PES), ma anche nella preparazione di poli parafenilene tereftalamide (PPTA), polisolfuro di fenilene (PPS) ed altri termoplastici ad alte prestazioni (HPTP). Nella produzione di articoli, l’NMP è utilizzato per depositare uno strato sottile del polimero su una superficie (rivestimento), per rimuovere un polimero da una superficie (pulizia), o per conferire al polimero una forma speciale, come nella produzione di membrane o fibre.

Panoramica dei settori industriali che utilizzano l’NMP

A. Solvente di processo nella produzione industriale di altre sostanze chimiche

A1. Sostanze chimiche ad alto volume - processi di estrazione per la produzione di sostanze chimiche importanti quali butadiene, acetilene e aromatici. Il butadiene è la materia prima per la gomma sintetica necessaria per la produzione di pneumatici e altri prodotti in gomma della vita quotidiana. → Contesto industriale. Estrazione.

A2. Prodotti petroliferi e derivati del gas - processi di estrazione per la pulizia di prodotti petroliferi e derivati del gas e delle emissioni provenienti dalla loro produzione. Esempi di processi che richiedono l’NMP sono desolforazione, eliminazione di CO2, di COS (solfuro di carbonile) e di H2S → Contesto industriale. Estrazione.

A3. Altre sostanze chimiche – Solvente per sintesi chimica nella produzione di altre sostanze chimiche, fra cui, ad esempio, la produzione di sostanze chimiche alla rinfusa e raffinate, prodotti farmaceutici e agrochimici. Le catene di valore includono numerose plastiche/polimeri e fibre ad alte prestazioni come vitamine e altre specialità alimentari. → Contesto industriale. Principalmente sistemi chiusi. Possibili elevate temperature di processo.

B. Solvente di processo nella produzione industriale di articoli

B1. Batterie - L’NMP è utilizzato sia nelle batterie agli ioni di litio sia in altre batterie ibride che usano nichel, manganese, o ossidi litiati di cobalto. Nelle batterie agli ioni di litio è utilizzato per la produzione del catodo. In aggiunta, l’NMP è utilizzato come detergente per le attrezzature di processo. → Contesto industriale.

B2. Microprocessori e semiconduttori - Solvente nell’industria elettronica e per la produzione di schede a circuito stampato. Nei semiconduttori, l’NMP è utilizzato come solvente vettore in formulazioni dedicate e formulazioni di rivestimento, e come ausilio nel processo di produzione per la pulizia di wafer e stripping. → Contesto industriale. Ambiente sterile. Elevato livello di contaminazione e automazione.

B3. Membrane - Solvente di processo nella produzione di apparecchi di filtraggio dell’acqua potabile o dialisi utilizzato ad esempio per apparecchiature mediche di protezione civile e militari → Contesto industriale, industria chimica standard

B4. Fibre protettive - Solvente di processo nella produzione di tessuti/fibre a base di polimeri, ad esempio per caschi, giubbotti antiproiettile, ecc. utilizzati ad esempio per attrezzature mediche di protezione civile e militari → Contesto industriale, industria chimica standard

B5. Filo d’avvolgimento - Solvente in smalti speciali nella produzione di filo ricoperto/isolato per bobine utilizzate ad esempio in motori, motori elettrici e generatori Importante per la mobilità elettrica → Contesto industriale, lavorazione dei metalli

B6. Altri articoli rivestiti - Solvente in una vasta gamma di diversi rivestimenti e come detergente. Include, ad esempio, l’industria automobilistica, tessile, aeronautica e spaziale nonché attrezzature di produzione o di laboratorio (colonne capillari per gascromatografia). → Contesto industriale I tipi di processi e di compiti variano.
...

1. INTRODUZIONE
1.1 A chi sono rivolti i presenti orientamenti?
1.2 La restrizione
1.3 Che cos’è l’NMP?
1.4 Pericoli
1.5 Cosa sono i DNEL?

2. COSA OCCORRE FARE PER CONTROLLARE ADEGUATAMENTE I RISCHI
2.1 Come verificare se il proprio uso è contemplato dagli scenari d’esposizione ricevuti
2.2 L’uso è contemplato dagli scenari d’esposizione ricevuti
2.3 L’uso NON è contemplato dagli scenari d’esposizione ricevuti
2.4 Verificare il proprio uso: scheda di dati di sicurezza per la miscela
2.5 In che modo la scheda di dati di sicurezza (ampliata) supporta la propria valutazione dei rischi sul luogo di lavoro?

3. ESEMPI DI BUONE PRASSI PER CONTROLLARE L’ESPOSIZIONE ALL’NMP
3.1 Esempi illustrati
3.1.1 Carico e scarico
3.1.2 Operazioni di trasferimento
3.1.3 Trasferimento in un contenitore piccolo
3.1.4 Stoccaggio
3.1.5 Campionamento
3.1.6 Preparazione per la manutenzione
3.1.7 Pulizia di attrezzature con uso dell’NMP
3.1.8 Avvolgimento di filo, esempio di settore
3.1.9 Materiale supplementare sulle buone prassi

4. CONFORMITÀ DEL MONITORAGGIO E DEL CONTROLLO

5. PERCHÉ E QUANDO COMUNICARE CON IL PROPRIO FORNITORE

6. RIFERIMENTI E ULTERIORI APPROFONDIMENTI

7. APPENDICI
7.1 Appendice 1. diagramma di flusso per illustrare l’interazione tra il REACH e la direttiva sugli agenti chimici
7.2 Appendice 2: potenziali metodi analitici
7.3 Appendice 3. Dove è utilizzato l’NMP: settori e usi tipici

(1) Cfr. ILO C189 https://www.ilo.org/dyn/normlex/en/f?p=NORMLEXPUB:12100:0::NO::P12100_INSTRUMENT_ID:2551460

ECHA Ed. 1.0 Luglio 2019

Collegati

Pin It


Tags: Chemicals Reach Abbonati Chemicals Guida ECHA

Articoli correlati

Ultimi archiviati Chemicals

Pridina
Ott 21, 2019 16

Piridina

Piridina Monografie IARC vol 77 (2000) e Vol 119 (2019) E' usata come solvente nella sintesi di prodotti chimici e nell'industria. E anche usata come denaturante in miscele di alcol e antigelo, come solvente per vernice, gomma e resine in policarbonato, come intermedio nella produzione di… Leggi tutto
Rapporti ISTSAN 19 2
Ott 21, 2019 16

Rapporto ISTSAN 19 | 2

Rapporti ISTSAN 19|2: I tatuaggi: sicurezza d’uso e criteri di controllo Negli ultimi decenni è stato osservato un aumento della diffusione della pratica del tatuaggio considerata, allo stato attuale, principalmente come una forma di arte del corpo che coinvolge sia le donne che gli uomini e in… Leggi tutto
Solvents for acetylene filling
Ott 17, 2019 58

Solvents for acetylene filling

Solvents for acetylene filling EIGA, Doc. 225/19 Acetylene is a chemically unstable gas which can decompose violently under pressure. The acetylene gas is dissolved into a liquid solvent within the cylinder to improve the acetylene’s chemical stability. This reduces the hazards involved in filling,… Leggi tutto
DDT
Ott 11, 2019 139

Para-diclorodifeniltricloroetano (DDT): R40 possibilità di effetti cancerogeni

Para-diclorodifeniltricloroetano (DDT): R40 possibilità di effetti cancerogeni ID 9263 | 11.10.2019 Il para-diclorodifeniltricloroetano o DDT è un solido incolore altamente idrofobico, con un leggero odore di composto aromatico clorurato; è quasi insolubile nell'acqua ma ha una buona solubilità… Leggi tutto
Ott 11, 2019 123

Regolamento delegato (UE) 2019/1701

Regolamento delegato (UE) 2019/1701 della Commissione del 23 luglio 2019 recante modifica degli allegati I e V del regolamento (UE) n. 649/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio sull’esportazione e importazione di sostanze chimiche pericolose GU L 206/1 dell'11.10.2019 Entrata in vigore:… Leggi tutto
Ott 10, 2019 139

Regolamento (CE) n. 1354/2007

Regolamento (CE) n. 1354/2007 Regolamento (CE) n. 1354/2007 del Consiglio, del 15 novembre 2007 , che adegua il regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), a… Leggi tutto
Regolamento di esecuzione  2019 1692
Ott 10, 2019 142

Regolamento di esecuzione (UE) 2019/1692

Regolamento di esecuzione (UE) 2019/1692 | Regime transitorio per le sostanze soggette a un regime transitorio Regolamento di esecuzione (UE) 2019/1692 della Commissione del 9 ottobre 2019 relativo all’applicazione di talune disposizioni del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e… Leggi tutto
Decreto legislativo 16 marzo 2006 n  158
Ott 08, 2019 127

Decreto legislativo 16 marzo 2006 n. 158

Decreto legislativo 16 marzo 2006 n. 158 Attuazione della direttiva 2003/74/CE, concernente il divieto di utilizzazione di talune sostanze ad azione ormonica, tireostatica e delle sostanze beta-agoniste nelle produzioni animali. (GU Serie Generale n.98 del 28-04-2006) Entrata in vigore del… Leggi tutto

Più letti Chemicals

Regolamento  CE  852 2004
Mar 06, 2019 20607

Regolamento (CE) N. 852/2004

Regolamento (CE) N. 852/2004 Regolamento (CE) N. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 sull'igiene dei prodotti alimentari GU L 139/1 del 30.4.2004 Testo consolidato 2009Modificato da: Regolamento (CE) n. 1019/2008 della Commissione del 17 ottobre 2008 (GU L 277 7… Leggi tutto
Mar 02, 2019 20080

Regolamento (CE) n. 2023/2006 (Regolamento GMP)

Regolamento (CE) n. 2023/2006 Regolamento (CE) N. 2023/2006 della Commissione del 22 dicembre 2006 sulle buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari (Regolamento GMP - Good Manufacturing Practices) ... Il presente regolamento… Leggi tutto