Slide background
Slide background




SCIP Database

ID 9061 | | Visite: 5943 | News ChemicalsPermalink: https://www.certifico.com/id/9061

SCIP Database

SCIP Database 

Helsinki, 9 settembre 2019 

Sono stati pubblicati i requisiti informativi per il prossimo database (SCIP) sugli articoli contenenti sostanze dell'elenco di sostanze candidate (SVHC). Le aziende dovranno inviare informazioni al database dal gennaio 2021 in poi.

Le informazioni sulla presenza in articoli di SVHC nell'elenco dei candidati devono essere disponibili durante l'intero ciclo di vita di prodotti e materiali, anche in fase di smaltimento. Per raggiungere questo obiettivo, le aziende che forniscono articoli che contengono sostanze dell'elenco dei candidati in concentrazione superiore allo 0,1% p/p sul mercato dell'UE dovranno presentare all'ECHA, a partire dal 5 gennaio 2021, informazioni sufficienti per consentire un uso sicuro di tali articoli.

Il database ha tre obiettivi principali:

- Ridurre la generazione di rifiuti contenenti sostanze pericolose sostenendo la sostituzione di sostanze problematiche negli articoli immessi sul mercato dell'UE.
- Rendere disponibili le informazioni per migliorare ulteriormente le operazioni di trattamento dei rifiuti.
- Consentire alle autorità di monitorare l'uso di sostanze problematiche negli articoli e avviare azioni appropriate durante l'intero ciclo di vita degli articoli, anche nella fase di smaltimento dei rifiuti.

Il database SCIP integra gli obblighi di comunicazione e notifica esistenti per le sostanze dell'elenco di candidati negli articoli ai sensi del regolamento REACH.

Chi deve fornire informazioni al database SCIP?

I seguenti fornitori di articoli devono fornire informazioni al database SCIP:

- Produttori e assemblatori dell'UE,
- Importatori statunitensi,
- Distributori UE di articoli e altri attori che immettono articoli sul mercato.
- I rivenditori e altri attori della catena di approvvigionamento che forniscono articoli direttamente ai consumatori non sono soggetti all'obbligo di presentare informazioni all'ECHA.

Quali informazioni devono essere fornite al database SCIP?

I detentori del dazio devono solo fornire informazioni su quegli articoli che contengono sostanze dell'elenco dei candidati in concentrazione superiore allo 0,1% p / p. La stragrande maggioranza degli articoli sul mercato dell'UE non contiene sostanze presenti nell'elenco dei candidati al di sopra della soglia di concentrazione.

Oltre ai dettagli di contatto amministrativo, i fornitori di articoli devono fornire all'ECHA le seguenti informazioni:

- informazioni che consentono l'identificazione dell'articolo;
- il nome, l'intervallo di concentrazione e l'ubicazione della sostanza o delle sostanze dell'elenco di candidati presenti in tale articolo; e
- altre informazioni per consentire l'uso sicuro dell'articolo, in particolare informazioni per garantire una corretta gestione dell'articolo una volta che diventa rifiuto.

I titolari di dazi possono inoltre fornire ulteriori informazioni su base volontaria.

Quali dati inviati al database SCIP saranno pubblicati dall'ECHA?

L'ECHA garantirà la protezione delle informazioni commerciali riservate ove giustificato. Ad esempio, i dati obbligatori richiesti che consentono di stabilire collegamenti tra attori nella stessa catena di approvvigionamento non saranno resi pubblici.

Un prototipo del database è previsto per l'inizio del 2020. Sarà ulteriormente migliorato e ampliato con nuove funzionalità entro la fine dell'anno. Le aziende che immettono articoli sul mercato dell'UE dovranno presentare notifiche dal 5 gennaio 2021.

L'obiettivo è promuovere la sostituzione di sostanze chimiche pericolose e un'economia circolare.

I requisiti di informazione, che definiscono il contenuto della banca dati, sono stati sviluppati sulla base di requisiti legali e consultazioni con la Commissione europea, gli Stati membri e le parti interessate.

I fornitori di articoli devono fornire: informazioni che consentono di identificare l'articolo;

- il nome, l'intervallo di concentrazione e l'ubicazione dell'SVHC nell'articolo; e
- eventualmente altre informazioni sull'uso sicuro dell'articolo.

Il database SCIP fornirà agli operatori dei rifiuti informazioni sulle sostanze pericolose nei rifiuti che elaborano in modo che i flussi di materiale possano essere potenzialmente "puliti" prima di essere riciclati e riutilizzati nella produzione di nuovi articoli per garantire un'economia circolare vera e sicura.

Inoltre, la maggiore trasparenza sulla presenza di sostanze pericolose aiuterà i consumatori a fare scelte più informate al momento dell'acquisto dei prodotti e fornirà informazioni su come utilizzare e smaltire al meglio tali articoli.

Prossime tappe

- Autunno 2019: lancio di un gruppo di test per gli utenti e un seminario per le parti interessate presso l'ECHA (data preliminare 12 novembre)
- All'inizio del 2020: lancio della versione prototipo del database
- Luglio 2020: termine per gli Stati membri per recepire i requisiti legali nella legislazione nazionale
- 5 gennaio 2021: inizio del servizio di notifica per l'industria

Fonte: ECHA

https://echa.europa.eu/it/scip-database

Collegati:

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Information requirements SCIP.pdf)Information requirements SCIP
 
EN735 kB719

Tags: Chemicals Candidate list

Ultimi archiviati Chemicals

Regolamento delegato UE 2023 207  Modello certificato conformit  norme produzione biologica
Feb 01, 2023 56

Regolamento delegato (UE) 2023/207

Regolamento delegato (UE) 2023/207 / Modello certificato conformità norme produzione biologica ID 18878 | 01.02.2023 Regolamento delegato (UE) 2023/207 della Commissione del 24 novembre 2022 che modifica il regolamento (UE) 2018/848 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il… Leggi tutto
Gen 30, 2023 41

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325 ID 18867 | 30.01.2023 Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325 della Commissione del 16 dicembre 2021 che stabilisce, ai sensi del regolamento (UE) 2018/848 del Parlamento europeo e del Consiglio, l'elenco dei paesi terzi e l'elenco delle autorità e degli… Leggi tutto
Gen 30, 2023 48

Regolamento di esecuzione (UE) 2023/186

Regolamento di esecuzione (UE) 2023/186 ID 18866 | 30.01.2023 Regolamento di esecuzione (UE) 2023/186 della Commissione del 27 gennaio 2023 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325 per quanto riguarda il riconoscimento di talune autorità di controllo e taluni organismi di controllo… Leggi tutto
Parametri microbiologici acque   Escherichia coli
Gen 26, 2023 97

Parametri microbiologici acque - Escherichia coli

Parametri microbiologici acque - Escherichia coli ID 18842 | 26.01.2023 / In allegato I batteri coliformi totali che sono capaci di fermentare il lattosio a 44-45°C sono conosciuti come coliformi fecali o termotolleranti, il genere è Escherichia, ma alcuni tipi di Citrobacter, Klebsiella ed… Leggi tutto
Parametri microbiologici acque   Enterococchi
Gen 26, 2023 120

Parametri microbiologici acque - Enterococchi

Parametri microbiologici acque - Enterococchi ID 18841 | 26.01.2023 / In allegato Gli Enterococchi intestinali sono un sottogruppo di un più ampio gruppo di organismi definiti come Streptococchi fecali, che comprendono specie del genere Streptococcus. Sono batteri Gram-positivi, anaerobi… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Tallio
Gen 26, 2023 84

Valutazione del rischio e valore guida acque - Tallio

Valutazione del rischio e valore guida acque - Tallio ID 18840 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione Il tallio è rapidamente assorbito e si distribuisce rapidamente (circa 1 ora dopo l’esposizione) in tutto il corpo sia negli animali da laboratorio che negli uomini,… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Nichel
Gen 26, 2023 63

Valutazione del rischio e valore guida acque - Nichel

Valutazione del rischio e valore guida acque - Nichel ID 18839 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione In seguito ad esposizione per via orale la biodisponibilità del nichel può variare dall’1% al 40%. I fattori che ne determinano la biodisponibilità sono la solubilità del composto… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Fluoro
Gen 26, 2023 79

Valutazione del rischio e valore guida acque - Fluoro

Valutazione del rischio e valore guida acque - Fluoro ID 18838 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione Dopo l’assunzione per via orale, i composti del fluoro solubili in acqua sono rapidamente e quasi completamente assorbiti nel tratto gastro intestinale. Anche il fluoro presente… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Cromo
Gen 26, 2023 60

Valutazione del rischio e valore guida acque - Cromo

Valutazione del rischio e valore guida acque - Cromo ID 18837 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione I composti del cromo trivalente, Cr(III), presentano in generale un basso assorbimento per via orale. Nell’uomo l’assorbimento orale stimato è dello 0.4 %. L’assorbimento e la… Leggi tutto

Più letti Chemicals

Regolamento  CE  n  178 2002
Ott 24, 2022 74741

Regolamento (CE) N. 178/2002

Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza… Leggi tutto