Slide background
Slide background
Slide background




Decreto Legge 14 dicembre 2018 n. 135

ID 7393 | | Visite: 7316 | Legislazione AmbientePermalink: https://www.certifico.com/id/7393

Decreto Legge 14 dicembre 2018 n  135

Decreto Legge 14 dicembre 2018 n. 135 

Disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione.

(GU n.290 del 14-12-2018)

Entrata in vigore del provvedimento: 15/12/2018

Conversione in Legge

Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla Legge 11 febbraio 2019, n. 12 (G.U. n. 36 del 12/02/2019).

Segnalazione degli articoli di interesse del DL 135/2018 in merito a:

1. Abrogazione disposizione tenuta in modalità telematica del Libro unico del lavoro 

2. Semplificazione e accelerazione delle procedure negli appalti pubblici sotto soglia comunitaria

3. Soppressione SISTRI dal 1° gennaio 2019

...

Art. 3. Misure di semplificazione in materia di imprese e lavoro

1. Al decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151, l’articolo 15 è abrogato.

Art. 5. Norme in materia di semplificazione e accelerazione delle procedure negli appalti pubblici sotto soglia comunitaria

1. All’articolo 80, comma 5, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, la lettera c) è sostituita dalle seguenti:

«c) la stazione appaltante dimostri con mezzi adeguati che l’operatore economico si è reso colpevole di gravi illeciti professionali, tali da rendere dubbia la sua integrità o affidabilità;
c -bis) l’operatore economico abbia tentato di influenzare indebitamente il processo decisionale della stazione appaltante o di ottenere informazioni riservate a fini di proprio vantaggio oppure abbia fornito, anche per negligenza, informazioni false o fuorvianti suscettibili di influenzare le decisioni sull’esclusione, la selezione o l’aggiudicazione, ovvero abbia omesso le informazioni dovute ai fini del corretto svolgimento della procedura di selezione;
c-ter) l’operatore economico abbia dimostrato significative o persistenti carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto o di concessione che ne hanno causato la risoluzione per inadempimento ovvero la condanna al risarcimento del danno o altre sanzioni comparabili; su tali circostanze la stazione appaltante motiva anche con riferimento al tempo trascorso dalla violazione e alla gravità della stessa;».

2. Le disposizioni di cui al comma 1 si applicano alle procedure i cui bandi o avvisi, con i quali si indicono le gare, sono pubblicati successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto, nonché, in caso di contratti senza pubblicazione di bandi o avvisi, alle procedure in cui, alla medesima data, non sono ancora stati inviati gli inviti a presentare le offerte.

Art. 6. Disposizioni in merito alla tracciabilità dei dati ambientali inerenti rifiuti

1. Dal 1° gennaio 2019 è soppresso il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’articolo 188 -ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e, conseguentemente, non sono dovuti i contributi di cui all’articolo 14 -bis del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, e all’articolo 7 del decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 30 marzo 2016, n. 78.

2. Dal 1° gennaio 2019, sono abrogate, in particolare, le seguenti disposizioni:
a) gli articoli 16, 35, 36, 39 commi 1, 2, 2 -bis , 2 -ter e 2 -quater , 9, 10 e 15, del decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205;
b) l’articolo 11, commi 1, 2, 3, 3 -bis , 4, 5, 7, 8, 9, 9 -bis , secondo periodo, 10, 11, 12-bis , 12-ter, 12-quater e 13 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013 n. 125;
c) l’articolo 14 -bis del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102. I contributi relativi all’anno 2018, compresi quelli eventualmente versati oltre la data del 31 dicembre 2018, sono riassegnati, con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, all’apposito capitolo dello stato di previsione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

3. Dal 1° gennaio 2019, e fino alla definizione e alla piena operatività di un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti organizzato e gestito direttamente dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, i soggetti di cui agli articoli 188 -bis e 188 -ter del decreto legislativo n. 152 del 2006 garantiscono la tracciabilità dei rifiuti effettuando gli adempimenti di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del medesimo decreto, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, anche mediante le modalità di cui all’articolo 194 -bis, del decreto stesso; si applicano, altresì, le disposizioni di cui all’articolo 258 del decreto legislativo n. 152 del 2006, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo n. 205 del 2010.
...

Collegati:

Scarica questo file (Decreto Legge 14 dicembre 2018 n. 135.pdf)Decreto Legge 14 dicembre 2018 n. 135 IT1507 kB(830 Downloads)

Tags: Ambiente Rifiuti Codice Appalti

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Rapporti ISTISAN 21 17
Ott 19, 2021 10

Rapporto ISTISAN 27/21- Residui di antiparassitari in olio di oliva nel 2020

Rapporto ISTISAN 27/21- Residui di antiparassitari in olio di oliva nel 2020 Nel 2020, il Laboratorio Nazionale di Riferimento italiano per i residui di pesticidi nei prodotti di origine animale e materie prime ad alto contenuto di grasso (National Reference Laboratory for pesticide residues in… Leggi tutto
Calculating GHG trasport 2021
Ott 11, 2021 63

Calculating GHG transport and logistics emissions for the European Chemical Industry

Calculating GHG transport and logistics emissions for the European Chemical Industry Cefic and ECTA - September 2021 The members of Cefic, representing the majority of the chemical industry in Europe, recognize the importance of reducing the overall environmental impact of freight transport. Hence,… Leggi tutto
Ott 06, 2021 53

Legge 5 gennaio 1994 n. 37

Legge 5 gennaio 1994 n. 37 Norme per la tutela ambientale delle aree demaniali dei fiumi, dei torrenti, dei laghi e delle altre acque pubbliche. (GU n.14 del 19-01-1994 - S.O. n. 11) Entrata in vigore della legge: 03/02/1994 Aggiornata da: 22/04/1994Errata Corrige (in G.U. 22/04/1994, n.93)… Leggi tutto
Ott 06, 2021 44

Legge 5 gennaio 1994 n. 36

Legge 5 gennaio 1994 n. 36 / Legge Galli Disposizioni in materia di risorse idriche. (GU n.14 del 19-01-1994 - S.O. n. 11) Entrata in vigore della legge: 3-2-1994 Abrogata da: D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 Collegati
TUA | Testo Unico AmbienteD.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152
Leggi tutto
Decisione di esecuzione 2021 1752
Ott 04, 2021 99

Decisione di esecuzione (UE) 2021/1752

Decisione di esecuzione (UE) 2021/1752 Decisione di esecuzione (UE) 2021/1752 della Commissione del 1° ottobre 2021 recante modalità di applicazione della direttiva (UE) 2019/904 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il calcolo, la verifica e la comunicazione dei dati sulla… Leggi tutto
Rapporto di sostenibilit  2020 CONOU
Ott 01, 2021 77

CONOU Rapporto di Sostenibilità 2020

Rapporto di Sostenibilità 2020 CONOU, 29 Settembre 2021 Nel presente Rapporto di Sostenibilità 2020 sono riportati i risultati in ambito economico, sociale e ambientale del Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati (di seguito “il Consorzio” o “il CONOU”),… Leggi tutto
Decisione 2011 753 UE Riutilizzo e riciclo rtifiuti   modalita  calcolo
Set 28, 2021 183

Decisione 2011/753/UE

Decisione 2011/753/UE Decisione della Commissione, del 18 novembre 2011, che istituisce regole e modalità di calcolo per verificare il rispetto degli obiettivi di cui all’articolo 11, paragrafo 2, della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio [notificata con il numero C(2011)… Leggi tutto

Più letti Ambiente