Slide background
Slide background
Slide background




Acque potabili: quadro normativo

ID 7672 | | Visite: 11246 | Documenti Riservati AmbientePermalink: https://www.certifico.com/id/7672

Acque potabili quadroi normativo

Acque potabili (consumo umano): Quadro normativo / Rev. 5.0 Luglio 2021

ID 7672 | Rev. 5.0 del 30.07.2021 - Documento completo in allegato

Quadro normativo relativo alle acque da destinare o destinate al consumo (normativa, linee guida e note informative/raccomandazioni).

Nella Rev. 5.0 2021:

Decreto 30 giugno 2021
Modifica del valore fissato nell'allegato I, parte B, al decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, per il parametro Cromo. (GU n.156 del 01.07.2021) Entrata in vigore: 01.07.2021

Nella Rev. 4.0 2021:

Decreto 7 Gennaio 2021
Posticipo dell'entrata in vigore del decreto 14 novembre 2016, concernente modifiche all'allegato I del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, recante: «Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano». (GU n.19 del 25.01.2021) Entrata in vigore: 26.01.2021

Nella Rev. 3.0 2020:

Direttiva (UE) 2020/2184
del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2020 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano (GU L 435/1 del 23.12.2020)

Nella Rev. 2.0 2020:

- Decreto 24 Luglio 2020
Posticipo dell'entrata in vigore del decreto 14 novembre 2016, concernente modifiche all'allegato 1 del 
decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, recante: «Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualita' delle acque destinate al consumo umano». (GU Serie Generale n.235 del 22-09-2020) Entrata in vigore: 22.09.2020

Nella Rev. 1.0 2020:

- Inseriti esempi di Linee Guida Regionali (Art. 12 e 13 del Decreto Legislativo n.31 del 2001), altri decreti di modifica del DLgs. n. 31/2001, Linee guida Water Safety Plan.
_______

La "qualità dell'acqua destinata al consumo umano" è disciplinata dal Decreto Legislativo n.31 del 2001, che recepisce la Direttiva 98/83/CE, e che si applica a tutte le acque destinate all'uso potabile, per la preparazione di cibi e bevande, sia in ambito domestico che nelle imprese alimentari, a prescindere dalla loro origine e tipo di fornitura.

La dizione "qualità dell'acqua destinata al consumo umano" implica, oltre all'uso potabile, anche il contatto dell'acqua con il corpo umano durante le varie pratiche di lavaggio, tenendo conto sia della popolazione media, adulta e sana, che delle fasce sensibili quali bambini, anziani ed ammalati. Pertanto, l'attuazione di tutte le disposizioni descritte nella norma ed il rispetto dei valori di parametro dell'allegato I, nel punto in cui le acque sono messe a disposizione del consumatore, determinano la valutazione di "idoneità" dell'acqua al consumo umano in condizioni di sicurezza per l'intero arco della vita.

I parametri e i valori massimi consentiti, di cui all'allegato I, sono in genere fondati sugli orientamenti stabiliti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e sul parere del comitato scientifico della Commissione Europea, mentre, valori più restrittivi e parametri supplementari, ad es. "clorito" e "vanadio", sono determinati dall'Istituto Superiore di Sanità, sentito il Consiglio Superiore di Sanità.

Per completezza del quadro normativo va citato anche il Decreto ministeriale 174 del 6 aprile 2004, relativo ai materiali che possono essere utilizzati negli impianti di distribuzione dell'acqua e, da ultimo, il regolamento che disciplina le apparecchiature destinate alle modifiche delle caratteristiche organolettiche dell'acqua potabile.

Va segnalato anche il Decreto Legislativo 15 febbraio 2016 n. 28, che stabilisce i requisiti per la tutela della salute della popolazione relativamente alle sostanze radioattive presenti nelle acque destinate al consumo umano. Sono in corso di elaborazione, da parte del Ministero, le linee guida contenenti indicazioni operative a carattere tecnico-scientifico di cui all’art. 8 del medesimo decreto legislativo, finalizzate a facilitare un’applicazione uniforme sul territorio nazionale.  
...

Acque potabili quadro normativo 2020

Quadro normativo

Normativa

Direttiva (UE) 2020/2184 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2020 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano (GU L 435/1 del 23.12.2020)

- Direttiva 98/83/CE del Consiglio del 3 novembre 1998 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano (GU L 330 dell'5.12.1998, pag. 32) Abrogata dal 13.01.2023

- Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano. (GU n. 52 del 3 marzo 2001 (S.O.))

- Decreto Legislativo 2 febbraio 2002, n. 27 Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, recante attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualita' delle acque destinate al consumo umano. (GU n.58 del 09-03-2002)

- Legge 15 dicembre 2011, n. 217 art. 10 Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee - Legge comunitaria 2010. (GU n.1 del 2-1-2012)

- Decreto 5 settembre 2006 - Modifica del valore fissato nell'allegato I, parte B, al decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, per il parametro Clorito. (GU n. 230 del 3-10-2006)

- Decreto 22 dicembre 2011 - Modifica del valore fissato nell'allegato I, parte B, al decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, per il parametro Vanadio. (GU n. 4 del 5-1-2012)

- Decreto 6 aprile 2004, n. 174 Regolamento concernente i materiali e gli oggetti che possono essere utilizzati negli impianti fissi di captazione, trattamento, adduzione e distribuzione delle acque destinate al consumo umano. (GU n. 166 del 17-7-2004)

- Decreto 7 febbraio 2012, n. 25 Disposizioni tecniche concernenti apparecchiature finalizzate al trattamento dell'acqua destinata al consumo umano. (GU n. 69 del 22-3-2012)

- Decreto Legislativo 15 febbraio 2016 n. 28 Attuazione della direttiva 2013/51/EURATOM del Consiglio, del 22 ottobre 2013, che stabilisce requisiti per la tutela della salute della popolazione relativamente alle sostanze radioattive presenti nelle acque destinate al consumo umano. (GU n.55 del 07-03-2016)

Decreto 14 novembre 2016
Modifiche all’allegato I del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, recante: «Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano (cromo VI). (G.U. n.12 del 16-01-2017)
Prorogato da:
Decreto 6 luglio 2017 - fino al 31 dicembre 2018
Decreto 31 dicembre 2018  - 31 dicembre 2019
Decreto 14 febbraio 2020 - 30 giugno 2020
Decreto 24 luglio 2020 - 31 dicembre 2020
Decreto 7 gennaio 2021 - 30 Giugno 2021

e abrogato dal:

Decreto 30 giugno 2021 che riporta il valore di parametro del Cromo a 25 µg/l per le acque in bottiglia e 50 µg/l per le altre in deroga fino al 12 gennaio 2026. (Nota 12).

Decreto 30 giugno 2021
Modifica del valore fissato nell'allegato I, parte B, al decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, per il parametro Cromo. (GU n.156 del 01.07.2021) Entrata in vigore: 01.07.2021

Decreto 14 giugno 2017 Recepimento della direttiva (UE) 2015/1787 che modifica gli allegati II e III della direttiva 98/83/CE sulla qualita' delle acque destinate al consumo umano. Modifica degli allegati II e III del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31. (GU n.192 del 18-08-2017)

Direttiva acque consumo umano

Pubblicata nella GU L 435/1 del 23.12.2020 la Direttiva (UE) 2020/2184 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2020 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano 

Entrata in vigore: 12.01.2021

Recepimento: 12.01.2023

Periodo transitorio: Entro il 12.01.2026 gli Stati membri adottano le misure necessarie a garantire che le acque destinate al consumo umano soddisfino i valori di parametro di cui all’allegato I, parte B, per quanto riguarda: bisfenolo A, clorato, clorite, acidi aloacetici, microcistina-LR, PFAS - totale, somma di PFAS e uranio. Fino al 12.01.2026 i fornitori di acqua non sono tenuti a monitorare le acque destinate al consumo umano in conformità dell’articolo 13 per quanto riguarda i parametri di cui al paragrafo 1 del presente articolo.

Abrogazione
La direttiva 98/83/CE, come modificata dagli atti indicati nell’allegato VI, parte A, è abrogata; l’abrogazione prende effetto il 13 gennaio 2023 e lascia impregiudicati gli obblighi degli Stati membri rispetto alle scadenze per il recepimento nel rispettivo diritto nazionale delle direttive di cui all’allegato VI, parte B.
I riferimenti alla direttiva abrogata si intendono fatti alla presente direttiva e si leggono secondo la tavola di concordanza di cui all’allegato VII.
Le deroghe concesse dagli Stati membri a norma dell’articolo 9, paragrafo 1, della direttiva 98/83/CE che sono ancora applicabili al 12 gennaio 2023 rimangono in vigore fino alla fine della loro durata. Possono essere rinnovate conformemente all’articolo15 della presente direttiva solo nel caso in cui non sia stata ancora concessa una seconda deroga. Il diritto di chiedere alla Commissione una terza deroga a norma dell’articolo 9, paragrafo 2, della direttiva 98/83/CE continua ad applicarsi alle seconde deroghe che sono ancora applicabili al 12 gennaio 2021.

Note informative e raccomandazioni

- Deroghe per l'Arsenico nelle acque destinate al consumo umano in Italia (novembre 2010)

- Nota informativa su provvedimenti di limitazioni dell'uso di acque destinate a consumo umano con contenuti di arsenico e fluoro non conformi ai requisiti del Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, e s.m.i. nei territori interessati da deroghe successivamente alla scadenza dei provvedimenti di deroga (dicembre 2012)

- Nota informativa in merito alla potenziale contaminazione da piombo in acque destinate a consumo umano

Linee guida regionali

Nell’ambito di ciascuna Regione e Provincia Autonoma sono elaborate ed approvate dalle Autorità regionali le Linee Guida Regionali per l’attuazione del Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 311. Le linee guida relative alla qualità delle acque destinate al consumo umano, generalmente adottate con Delibere regionali e pubblicate su bollettini ufficiali, definiscono in termini applicativi le funzioni che il decreto (art. 13) assegna alle Regioni, includendo specificamente gli aspetti:

- previsione di misure che rendano possibile un approvvigionamento idrico di emergenza per fornire acqua potabile rispondente ai requisiti previsti dall'allegato I, per la quantità ed il periodo minimi necessari a far fronte a contingenti esigenze locali;

- esercizio dei poteri sostitutivi in casi di inerzia delle autorità locali competenti nell'adozione dei provvedimenti necessari alla tutela della salute umana nel settore dell'approvvigionamento idrico-potabile;

- concessione delle deroghe ai valori di parametro e gli ulteriori adempimenti di cui all'articolo 13 del decreto;

- adempimenti relativi all'inosservanza dei valori di parametro o delle specifiche contenute nell'allegato 1, parte C per i parametri indicatori;

- adozione di piani di intervento per il miglioramento della qualità delle acque destinate al consumo umano;

- definizione delle competenze delle Aziende unità sanitarie locali.
...

segue in allegato

Fonte: Ministero della Salute

Certifico Srl - IT | Rev. 5.0 2021
©Copia autorizzata Abbonati

Matrice Revisioni

Rev. Data Oggetto Autore
5.0 30.07.2021 Decreto 30 giugno 2021 Certifico Srl
4.0 26.01.2021 Decreto 7 gennaio 2021 Certifico Srl
3.0 23.12.2020 Direttiva (UE) 2020/2184 Certifico Srl
2.0 22.09.2020 Decreto 24 luglio 2020 Certifico Srl
1.0 25.08.2020 Inseriti riferimenti regionali (se disponibili)
Decreto 14 novembre 2016
Decreto 14 giugno 2017
Decreto 31 dicembre 2018
Decreto 14 febbraio 2020
Linee guida Water Safety Plan

Certifico Srl
0.0 24.08.2020 --- Certifico Srl

Collegati:



Scarica questo file (Legge provinciale 18 giugno 2002, n. 81.pdf)Legge provinciale 18 giugno 2002, n. 81Provincia autonoma di BolzanoIT793 kB(209 Downloads)
Scarica questo file (DGRV n. 4080 del 22 dicembre 2004 - acque potabili.pdf)Deliberazione della Giunta n. 4080 del 22/12/2004Regione VenetoIT668 kB(200 Downloads)
Scarica questo file (Delibera del Regione Autonoma della Sardegna 22.12.2003 n. 47_59. Allegato I.pdf)Delibera del Regione Autonoma della Sardegna 22.12.2003 n. 47/59 | Allegato IRegione SardegnaIT118 kB(212 Downloads)
Scarica questo file (Delibera del Regione Autonoma della Sardegna 22.12.2003 n. 47_59.pdf)Delibera del Regione Autonoma della Sardegna 22.12.2003 n. 47/59Regione SardegnaIT16 kB(163 Downloads)
Scarica questo file (Linee Guida per l'attuazione del D.lgs. 2 febbraio 2001, n. 31.pdf)Linee Guida per l'attuazione del D.lgs. 2 febbraio 2001, n. 31Regione PiemonteIT240 kB(225 Downloads)
Scarica questo file (Linee-guida regionali controllo sanitario delle acque destinate al consumo umano.pdf)Linee guida regionali controllo sanitario delle acque destinate al consumo umanoRegione MoliseIT436 kB(177 Downloads)
Scarica questo file (Decreto dirigente unità organizzativa 9 luglio 2001 - n. 16544.pdf)Decreto dirigente unità organizzativa 9 luglio 2001 - n. 16544Regione LombardiaIT853 kB(189 Downloads)
Scarica questo file (Deliberazione Giunta regionale 505 del 13_05_2011.pdf)Deliberazione Giunta regionale 505 del 13/05/2011Regione LiguriaIT32 kB(235 Downloads)
Scarica questo file (Circolare regionale n. 9 del 14 maggio 2004.pdf)Circolare regionale n. 9 del 14 maggio 2004Regione Emilia RomagnaIT270 kB(241 Downloads)
Scarica questo file (Decreto dirigenziale n. 27 del 16 febbraio 2005.pdf)Decreto dirigenziale n. 27 del 16 febbraio 2005Regione CampaniaIT50 kB(157 Downloads)
Scarica questo file (Allegato alla DGR 752 del 30 Nov. 2010.pdf)Allegato Delibera regionale n. 752 del 30.11.2010Regione CalabriaIT1211 kB(472 Downloads)
Scarica questo file (Delibera regionale n. 752 del 30.11.2010.pdf)Delibera regionale n. 752 del 30.11.2010Regione CalabriaIT1744 kB(193 Downloads)

Tags: Ambiente Abbonati Ambiente Acque

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Set 23, 2021 22

Rettifica della direttiva delegata (UE) 2020/363 | 22.09.2021

Rettifica della direttiva delegata (UE) 2020/363 Rettifica della direttiva delegata (UE) 2020/363 della Commissione, del 17 dicembre 2019, recante modifica dell’allegato II della direttiva 2000/53/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai veicoli fuori uso per quanto riguarda… Leggi tutto
Primo rapporto attivazioni snpa in situazioni di emergenza
Set 22, 2021 27

Primo rapporto attivazioni SNPA in situazioni di emergenza

Primo rapporto attivazioni SNPA in situazioni di emergenza Il primo rapporto sulle attivazioni del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA) in situazioni di emergenza è stato elaborato dall’ISPRA, con la collaborazione dei referenti della Rete operativa SNPA per le emergenze… Leggi tutto
Regolamento di esecuzione UE 2021 1688
Set 21, 2021 34

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/1688

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/1688 Regolamento di esecuzione (UE) 2021/1688 della Commissione del 20 settembre 2021 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) 2020/1201 per quanto riguarda gli elenchi delle piante ospiti e delle piante specificate e i metodi di prova per l’identificazione… Leggi tutto
Gli apoidei e l agricoltura sostenibile
Set 20, 2021 32

Gli apoidei e l’agricoltura sostenibile

Gli apoidei e l’agricoltura sostenibile Gli impollinatori, in particolare gli insetti apoidei, rivestono grande rilievo nel garantire struttura, composizione e funzionamento degli habitat naturali e semi-naturali, inclusi quelli agricoli e dei contesti urbani e peri-urbani. Quasi il 90% delle… Leggi tutto
Report   Study on Certification and Verification Schemes in the Forest Sector and for Wood based Products
Set 15, 2021 62

Report: Study on Certification and Verification Schemes in the Forest Sector and for Wood-based Products

Report: Study on Certification and Verification Schemes in the Forest Sector and for Wood-based Products / 2021 What is forest certification? What does it certify? How is it used? What can you tell from a certificate? The answers to these questions are fundamental to understanding the relationship… Leggi tutto
Set 11, 2021 68

Legge 21 ottobre 1994 n. 584

Legge 21 ottobre 1994 n. 584 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 agosto 1994, n. 507, recante misure urgenti in materia di dighe. Entrata in vigore della legge: 22-10-1994 (GU n.247 del 21-10-1994) Collegati
Decreto-Legge 8 agosto 1994 n. 507
Leggi tutto
Set 11, 2021 55

Decreto-Legge 8 agosto 1994 n. 507

Decreto-Legge 8 agosto 1994 n. 507 Misure urgenti in materia di dighe. Entrata in vigore del decreto: 22-8-1994. (GU n.195 del 22-08-1994)
Conversione Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla Legge 21 ottobre 1994, n. 584 (in G.U. 21/10/1994, n.247).
Aggiornamenti… Leggi tutto

Più letti Ambiente