Slide background
Slide background
Slide background




Linee guida CE per la valutazione dei principali pericoli direttiva 2013/30/UE

ID 4407 | | Visite: 2464 | Documenti Ambiente UEPermalink: https://www.certifico.com/id/4407

Guidelines for the assessment of reports on major hazards based on the requirements of Directive 2013/30/EU

Summary and highlights of the JRC training course under the Virtual Centre of Offshore Safety Expertise

CE Luglio 2017

L'esplosione sulla piattaforma di perforazione Deepwater Horizon del 20 aprile 2010, mentre la perforazione del Macondo nel Golfo del Messico, hanno sensibilizzato la consapevolezza mondiale dei rischi connessi alle operazioni offshore di petrolio e gas. Oltre alla tragica perdita di undici vite, il blowout ha rilasciato quasi cinque milioni di barili di petrolio nelle acque del Golfo, ed è considerato la più grande fuoriuscita accidentale del petrolio a livello mondiale dalle operazioni offshore.

Al fine di garantire un elevato livello di sicurezza nell'industria petrolifera e del gas offshore europeo, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno pubblicato la direttiva 2013/30/UE, che modifica la direttiva 2004/35, che obbliga le autorità competenti nazionali a controllare gli aspetti di sicurezza dell'olio offshore e le installazioni di gas nelle loro acque.

Uno dei nuovi requisiti fondamentali della direttiva 2013/30/UE è la preparazione e la presentazione da parte di proprietari e operatori di una relazione sui principali pericoli (RoMH) per ogni installazione offshore.

La RoMH mira a provare che i rischi complessivi dell'installazione (sia per gli operatori che per l'ambiente) sono stati ridotti a un livello accettabile.

Le operazioni di petrolio e gas offshore possono essere condotte solo da tale impianto se la sua RoMH è stata valutata e accettata dall'autorità competente dello Stato membro competente.

Un'Autorità Competente (CA), nominata ai sensi della Direttiva 2013/30/UE, deve essere legalmente abilitata e in grado di eseguire la valutazione dei RoMH rilevanti. Per aiutare le CA ad acquisire queste competenze, la Direzione Generale per l'Energia (DG ENER) della Commissione Europea ha nominato il Centro comune di ricerca (JRC) per lo sviluppo di un Centro virtuale di esperti di sicurezza in mare aperto (ViCOS)

Contenuti Linee guida (EN):

1 About the training course
2 Introduction
3 Training providers and authors of the Guidelines
4 A Framework for RoMH Assessment
4.1 Types of RoMHs
4.2 What should a RoMH contain and cover?
4.3 Assessment and acceptance of RoMH by the CA
5 Major Hazard Identification and Risk Assessment
5.1 Risk evaluation methodology
5.2 Case Study
6 Safety and Environmental Management Systems (SEMS)
6.1 SEMS Policy
6.2 SEMS Organisation
6.3 SEMS Procedures
6.4 SEMS Monitoring and Auditing
6.5 SEMS Review
7 Equipment and Arrangements
7.1 Use of Standards in RoMH Assessment
7.2 General assessment of “equipment and arrangements”
7.3 Assessment of Fire and Explosion aspects
7.4 Assessment of Well Control aspects
8.1 Internal Emergency Response Plan
8.2 What to look for when assessing a RoMH
9 Emergency Response: Environmental Aspects
9.1 The relationship between safety and environmental emergency response
9.2 What to look for when assessing the environmental response aspects of a RoMH – The Environmental Impact Assessment
10 Independent Verification Schemes
10.1 Independent Verification
11 Post Acceptance Issues
11.1 Material Changes
11.2 Well Operations Notifications
11.3 Combined Operations
11.4 Other notifications
11.5 Inspection and investigation
12 Conclusions
ANNEXES
Annex 1 - Agenda of the Training Course on the Assessment of Reports on Major Hazards
Annex 2 - Checklist on the content of a Report on Major Hazards
Annex 3 – Guidelines for Competent Authorities during the assessment of major hazard identification and risk assessment aspects of RoMHs
Annex 4 - CMAPP Checklist
Annex 5 - Assessment of Core SEMS Management procedures in the RoMH
Annex 6 - Assessing Environmental Response
Annex 7 - Assessing Combined Operations Notifications
Annex 8 – Case Study: Equipment and Arrangements
Annex 9 – Case Study: Emergency Response – Safety Aspects
Annex 10 – Case Study: Verification

Fonte: Commissione Europea

Correlati:

Direttiva 2013/30/UE



Tags: Ambiente Emergenze Acque

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Direttiva 87 217 CEE
Ott 28, 2020 16

Direttiva 87/217/CEE

Direttiva 87/217/CEE Direttiva 87/217/CEE del Consiglio del 19 marzo 1987 concernente la prevenzione e la riduzione dell'inquinamento dell'ambiente causato dell'amianto (GU L 85 del 28.3.1987) [box-note]Recepimento D.Lgs. 17 marzo 1995 n. 114 Attuazione della direttiva 87/217/CEE in materia di… Leggi tutto
Ott 28, 2020 13

D.Lgs. 17 marzo 1995 n. 114

D.Lgs. 17 marzo 1995 n. 114 Attuazione della direttiva 87/217/CEE in materia di prevenzione e riduzione dell'inquinamento dell'ambiente causato dall'amianto. (G.U. del 20.04.1995 n. 42) Collegati
Direttiva 87/217/CEED.Lgs. 15 agosto 1991 n. 277
Leggi tutto
Ott 28, 2020 24

Regolamento (UE) 2020/1566

Regolamento (UE) 2020/1566 Regolamento (UE) 2020/1566 della Commissione del 27 ottobre 2020 che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di bupirimato, carfentrazone etile, etirimol e… Leggi tutto
Ott 28, 2020 27

Regolamento (UE) 2020/1565

Regolamento (UE) 2020/1565 Regolamento (UE) 2020/1565 della Commissione del 27 ottobre 2020 che modifica gli allegati II, III e IV del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di 1,4‐diamminobutano, 1‐metilciclopropene,… Leggi tutto
Ott 22, 2020 42

Decreto Legislativo 21 marzo 2005 n. 73

Decreto Legislativo 21 marzo 2005 n. 73 | Direttiva Zoo Attuazione della direttiva 1999/22/CE relativa alla custodia degli animali selvatici nei giardini zoologici (GU n. 100 del 2 maggio 2005) Collegati
Direttiva 1999/22/CEDirettiva UE sui giardini zoologici - Buone pratiche
Leggi tutto
Ott 22, 2020 50

Direttiva 1999/22/CE

Direttiva 1999/22/CE Direttiva 1999/22/CE del Consiglio, del 29 marzo 1999, relativa alla custodia degli animali selvatici nei giardini zoologici (GU L 94, 9.4.1999) Attuata con il Decreto Legislativo 21 marzo 2005 n. 73 Collegati[box-note]Decreto Legislativo 21 marzo 2005 n. 73Direttiva UE sui… Leggi tutto
Direttiva parchi zoologici   Buone pratiche
Ott 22, 2020 38

Direttiva UE sui giardini zoologici - Buone pratiche

Direttiva UE sui giardini zoologici - Documento sulle buone pratiche Scopo del presente documento sulle buone pratiche Gli sforzi maggiori profusi a favore della conservazione e dell'uso sostenibile della biodiversità devono concentrarsi sulle misure in natura. L'azione a livello UE si concentra… Leggi tutto
Legge 11 febbraio 1992 n  157
Ott 22, 2020 33

Legge 11 febbraio 1992 n. 157

Legge 11 febbraio 1992 n. 157 Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio. (G.U. 25 febbraio 1992, n. 46 - S.O. n. 41) Recepimento Direttiva 2009/147/CE "Uccelli" (già Direttiva Direttiva 79/409/CEE) In allegato testo consolidato al 10.2020.… Leggi tutto
Rete Natura 2000
Ott 22, 2020 36

Rete Natura 2000

Rete Natura 2000: lo strumento europeo per conservazione della biodiversità Natura 2000 è il principale strumento della politica dell'Unione Europea per la conservazione della biodiversità. Si tratta di una rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell'Unione, istituita ai sensi… Leggi tutto

Più letti Ambiente