Slide background




Convenzione STCW

ID 5141 | | Visite: 16544 | IMOPermalink: https://www.certifico.com/id/5141

Convezione STWC

Convezione STCW ’78

Convenzione internazionale sugli standard di formazione, certificazione e tenuta della guardia della gente di mare

Lo scopo principale della convenzione è promuovere la sicurezza della vita e della proprietà in mare e la protezione della ambiente marino stabilendo di comune accordo standard internazionali di formazione, certificazione e tenuta della guardia per i marittimi.

Adottata: 7 luglio 1978;

Entrata in vigore: 28 April 1984;

Revisioni: 1995 e 2010

Procedura di modifica

Gli emendamenti all'Allegato tecnico della Convenzione STCW del 1978 possono essere adottati da una Conferenza delle Parti STCW o dal Comitato per la sicurezza marittima dell'IMO, esteso a tutte le Parti Contraenti, alcune delle quali potrebbero non essere membri dell'Organizzazione.

Le modifiche all'Allegato STCW entreranno di norma in vigore un anno e mezzo dopo essere state comunicate a tutte le Parti a meno che, nel frattempo, siano respinte da un terzo delle Parti o da Parti le cui flotte combinate rappresentano il 50 per cento del tonnellaggio mondiale.

Emendamenti del 1995

Gli emendamenti del 1995 , adottati da una Conferenza, rappresentavano una revisione importante della Convenzione, in risposta a una riconosciuta necessità di aggiornare la Convenzione e di rispondere ai critici che sottolineavano le molte frasi vaghe, come "per la soddisfazione di l'amministrazione ", che ha portato a diverse interpretazioni.

Gli emendamenti del 1995 sono entrati in vigore il 1 ° febbraio 1997. Una delle caratteristiche principali della revisione è stata la suddivisione dell'allegato tecnico in regolamenti, suddivisi in capitoli come in precedenza, e un nuovo codice STCW, al quale sono stati trasferiti numerosi regolamenti tecnici. La Parte A del Codice è obbligatoria mentre la Parte B è raccomandata.

La suddivisione delle normative in questo modo facilita l'amministrazione e rende anche più semplice il compito di rivederle e aggiornarle: per motivi procedurali e legali non è necessario chiamare una conferenza completa per apportare modifiche ai Codici.

Un altro importante cambiamento è stato l'obbligo per le Parti della Convenzione di fornire informazioni dettagliate all'IMO riguardo alle misure amministrative adottate per garantire il rispetto della Convenzione. Ciò rappresentava la prima volta che l'IMO era stato chiamato ad agire in relazione alla conformità e all'attuazione - in genere, l'attuazione è a carico degli Stati di bandiera, mentre il controllo dello Stato di approdo agisce anche per garantire la conformità. Ai sensi del capo I, regolamento I/7 della convenzione riveduta, le parti sono tenute a fornire informazioni dettagliate all'IMO sulle misure amministrative adottate per garantire l'osservanza della convenzione, corsi di istruzione e formazione, procedure di certificazione e altri fattori pertinenti all'attuazione. riesaminati da gruppi di persone competenti, nominati dalle parti della convenzione STCW, che riferiscono le loro conclusioni al segretario generale dell'IMO, che a sua volta riferisce al comitato per la sicurezza marittima (MSC) delle parti che si conformano pienamente. L'MSC produce quindi un elenco (la cosiddetta "lista bianca") di "parti confermate" in conformità con la Convenzione STCW.

Capitoli della Convenzione STCW
Capitolo I: Disposizioni generali
Capitolo II: Dipartimento master e deck
Capitolo III: Engine engine
Capitolo IV: Personale di radiocomunicazione e radio
Capitolo V: Requisiti speciali di addestramento per il personale su determinati tipi di navi
Capitolo VI: Emergenza, sicurezza sul lavoro, cure mediche e funzioni di sopravvivenza
Capitolo VII: Certificazione alternativa
Capitolo VIII: Watchkeeping

La convenzione STCW e gli emendamenti del codice di Manila del 2010

Gli emendamenti di Manila alla convenzione e al codice STCW sono stati adottati il ​​25 giugno 2010, segnando una revisione importante della convenzione e del codice STCW. Gli emendamenti del 2010 sono entrati in vigore il 1 ° gennaio 2012 secondo la procedura tacita di accettazione e mirano ad aggiornare la Convenzione e il Codice con gli sviluppi da quando sono stati inizialmente adottati e per consentire loro di affrontare le questioni che si prevede emergeranno in il futuro prevedibile.

Tra gli emendamenti adottati, vi sono una serie di importanti modifiche a ciascun capitolo della Convenzione e del Codice, tra cui:

- Migliorare le misure per prevenire pratiche fraudolente associate a certificati di competenza e rafforzare il processo di valutazione (monitoraggio del rispetto delle Parti da parte della Convenzione);
- Requisiti rivisti sulle ore di lavoro e di riposo e nuovi requisiti per la prevenzione dell'abuso di droghe e alcol, nonché norme aggiornate relative agli standard di idoneità medica per la gente di mare;
- Nuovi requisiti di certificazione per i marittimi in grado;
- Nuovi requisiti relativi alla formazione in tecnologie moderne quali carte elettroniche e sistemi di informazione (ECDIS);
- Nuovi requisiti per la formazione e la formazione sulla consapevolezza dell'ambiente marino nella leadership e nel lavoro di squadra;
- Nuovi requisiti di formazione e certificazione per i funzionari elettrotecnici;
- Aggiornamento dei requisiti di competenza per il personale che serve a bordo di tutti i tipi di navi cisterna, compresi i nuovi requisiti per il personale che rifornisce navi cisterna per gas liquefatto;
- Nuovi requisiti per la formazione in materia di sicurezza, nonché disposizioni per garantire che i marittimi siano adeguatamente formati per far fronte alla nave che subisce un attacco da parte di pirati;
- Introduzione della metodologia di formazione moderna, compreso l'apprendimento a distanza e l'apprendimento basato sul web;
- Nuovi orientamenti di formazione per il personale che presta servizio a bordo di navi che operano in acque polari; e
- Nuove indicazioni di formazione per il personale che utilizza i sistemi di posizionamento dinamico

Il codice STCW

Le norme contenute nella Convenzione sono supportate da sezioni del codice STCW. In generale, la Convenzione contiene requisiti di base che vengono poi ampliati e spiegati nel Codice.

La parte A del codice è obbligatoria. Gli standard minimi di competenza richiesti per il personale marittimo sono dettagliati in una serie di tabelle. Il capitolo II del Codice, ad esempio, riguarda gli standard relativi al dipartimento master e deck.

La parte B del Codice contiene indicazioni raccomandate intese ad aiutare le Parti ad attuare la Convenzione. Le misure suggerite non sono obbligatorie e gli esempi forniti hanno solo lo scopo di illustrare in che modo alcuni requisiti della Convenzione possono essere rispettati. Tuttavia, le raccomandazioni in generale rappresentano un approccio che è stato armonizzato dalle discussioni all'interno dell'OMI e dalla consultazione con altre organizzazioni internazionali. 

Elenco delle parti STCW - Parti STCW confermate (regolamento I/7)

MSC.1 / Circ.1163 / Rev.10 * 23/05/2016 Convenzione internazionale sugli standard di formazione, certificazione e sorveglianza per la gente di mare (STCW), 1978, e successive modifiche - Parti della Convenzione internazionale sugli standard di formazione, certificazione e Watchkeeping for Seafarers (STCW), 1978, come modificato, confermato dal Comitato per la sicurezza marittima per aver comunicato le informazioni che dimostrano che è stato dato pieno e completo effetto alle pertinenti disposizioni della Convenzione.
Elenco delle parti STCW - Valutazione indipendente (regolamento I/8)

MSC.1/Circ.1164/Rev.18* 24/07/2017 Convenzione internazionale sugli standard di formazione, certificazione e sorveglianza per i marittimi (STCW), 1978, e successive modifiche - Rapporti di valutazione indipendente.

* Nota: le circolari di cui sopra sono riviste come e quando le informazioni delle parti vengono valutate e approvate dal comitato per la sicurezza marittima.

Istituzioni di formazione marittima approvate dagli Stati membri

La convenzione STCW richiede che la formazione che porti al rilascio di un certificato.

L'Organizzazione marittima internazionale non approva alcun corso o istituto di formazione. Questo è un privilegio e una responsabilità dei Governi membri che sono Parti della Convenzione STCW.

L'approvazione viene normalmente fornita dall'amministrazione marittima di una parte STCW in conformità con i requisiti della convenzione.

Tra le altre cose, la Convenzione richiede che la formazione e la valutazione della gente di mare siano amministrate, sorvegliate e monitorate in conformità alle disposizioni del codice STCW; e i responsabili della formazione e della valutazione della competenza della gente di mare siano adeguatamente qualificati in conformità con le disposizioni del Codice.

L'approvazione iniziale di un programma di addestramento marittimo da parte di un'amministrazione marittima potrebbe includere la valutazione di elementi come quelli elencati di seguito al fine di garantire che l'istituto di formazione o il programma di formazione soddisfino gli standard della Convenzione STCW appropriati:

- Portata e obiettivi della formazione - ad es. Per soddisfare i requisiti del regolamento STCW II/1.
- Norme minime di accesso - età, esperienza marina, altra formazione, idoneità medica ecc.
- Limiti di assunzione, rapporto studenti / staff ecc.
- Qualifiche del personale, esperienza in materia, capacità di insegnamento, capacità di valutazione.
- Strutture e attrezzature necessarie per raggiungere gli obiettivi.
- I programmi scritti, il programma, l'orario e il materiale del corso.
- Metodo di formazione: lezioni, pratiche, video ecc. E percentuale di tempo dedicata a ciascuno.
- Valutazione: metodi: esame, valutazione pratica, continua ecc.
- La certificazione deve essere rilasciata al completamento per soddisfare i requisiti STCW.
- Manutenzione di studenti e altri documenti.
- Sicurezza delle informazioni
- Requisiti di sistema degli standard di qualità per garantire che gli standard vengano mantenuti.

____

Circolare MIT n. 34 del 17.03.2016

Emendamenti Manila 2010. Procedure di adeguamento della scadenza originaria certificati di competenza con attuale scadenza fino al 1/1/2017.

1. Procedure per l'adeguamento della scadenza naturale del certificato di competenza.
2. Adeguamento della scadenza in presenza di addestramenti per navi passeggeri, gasiere, chimichiere, petroliere.
3. Procedure per l'adeguamento della scadenza naturale del certificato di addestramento rilasciato ai "Comuni di coperta e di macchina".
4. Procedure per l'adeguamento della scadenza naturale dell'attestato di addestramento conseguito per il personale marittimo non in possesso di altre certificazioni.

__________

Elenco dei certificati

Corsi di base obbligatori

Sicurezza e responsabilità sociali - Personal safety and social responsabilities - PSSR (A-VI/1-4)

Sopravvivenza e salvataggio - Personal survival techniques - PST (A-VI/1-1)

Antincendio di base - Basic firefighting (A-VI/1-2)

Primo soccorso sanitario elementare - Elementary first aid (A-VI/1-3)

Familiarizzazione alla security:

a) Addestramento alle attività di security per il personale marittimo - Certificate of proficiency on security awareness for seafarer (A-VI/6-2)

b) Addestramento per il personale marittimo designato a svolgere compiti di security - Certificate of proficiency for seafarers with designated security duties (A-VI/6-1)

Corsi per incarichi specifici

Antincendio avanzato - Advanced firefighting (A-VI/3)

Radar osservatore normale - Radar observation and plotting

Addestramento all'uso del Radar ad elaborazione automatica dei dati - ARPA (livello operativo) - Training course in the use of automatic radar plotting aid (operational level)

Addestramento radar ARPA - Bridge Teamwork - ricerca e salvataggio (livello direttivo) - Radar arpa Bridge team work search and rescue (management level)

Addestramento specifico all'utilizzo dei sistemi di informazione e visualizzazione della cartografia elettronica (livello operativo) - ECDIS ship specific equipment training - operational level (A-II/1)

Familiarizzazione alle tecniche di sicurezza per navi cisterna adibite al trasporto di gas liquefatti, prodotti chimici e per navi petroliere - Liquified gas tanker, chemical tanker, oil tanker safety familiarization (A-V/1)

Sicurezza navi petroliere - Oil tanker safety (A-VI-1-8)

Sicurezza navi gasiere - Liquified tanker safety (A-VI-1-22)

Sicurezza navi chimichiere - Chemical tanker safety (A-VI-1-15)

Addestramento navi passeggere tipo Ro-ro - Ro-ro passengers ships

Addestramento navi passeggere diverse dal tipo Ro-ro - Passengers ships other than Ro-ro passengers ships

Gestione della crisi e del comportamento umano- Crisis management and human behaviour (A-V/2–5)

Marittimo abilitato per i mezzi di salvataggio (MAMS) - Proficiency in survival craft and in rescue boats ( PSCRB ) (A-VI/2-1)

Marittimo abilitato per i battelli di emergenza veloci (MABEV)- Proficiency in survival craft and in fast rescue boats ( PFRB ) (A-VI/2-2)

Altri corsi

Primo soccorso sanitario - Medical first aid (A-VI-4/1 p. 1, 2, 3)

Assistenza medica - Medical care (A-VI-4/1 p. 4, 5, 6)

GMDSS (dal più importante, non hanno propedeuticità):

a) GOC: certificato generale di operatore per il servizio mobile marittimo • Global Maritime Distress and Safety System General Operator's certificate - GMDSS/GOC

b) ROC: certificato limitato di operatore per il servizio mobile marittimo • Global Maritime Distress and Safety System Restricted Operator's certificate - GMDSS/ROC

c) LRC: certificato di operatore "long range" - GMDSS/LRC

d) SRC: certificato di operatore "short range" - GMDSS/SRC

Fonte: IMO
MIT Ministero delle Infrastrutture Trasporti

Scarica questo file (Circolare 34 prot 7948 del 17-3-2016.pdf)Circolare 34 prot 7948 del 17-3-2016Emendamenti Manila 2010. Procedure di adeguamento della scadenza originaria certificati di competenza con attuale scadenza fino al 1/1/2017IT672 kB(633 Downloads)
Scarica questo file (STCW_guide_english.pdf)STCW guide International trasport workers’ federationEN3200 kB(688 Downloads)
Scarica questo file (MSC.1-CIRC.1163-REV.10 (E).pdf)MSC.1-CIRC.1163-REV.10 (E) EN48 kB(555 Downloads)
Scarica questo file (MSC.1-CIRC.1164-REV.18.pdf)MSC.1-CIRC.1164-REV.18 EN66 kB(584 Downloads)

Tags: IMO Trasporto marittimo

Articoli correlati

Ultimi inseriti Trasporto

Ott 20, 2020 55

Decreto 6 novembre 2003 n. 367

Decreto 6 novembre 2003 n. 367 Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio. Regolamento concernente la fissazione di standard di qualità nell'ambiente acquatico per le sostanze pericolose, ai sensi dell'articolo 3, comma 4, del decreto legislativo 11 maggio 1999, n. 152. (GU n. 5 del… Leggi tutto
Ott 20, 2020 57

Regolamento 536/2008/CE

Regolamento 536/2008/CE Regolamento (CE) n. 536/2008 della Commissione, del 13 giugno 2008, recante attuazione dell’articolo 6, paragrafo 3, e dell’articolo 7 del regolamento (CE) n. 782/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio sul divieto dei composti organostannici sulle navi e recante… Leggi tutto
Legge 31 agosto 2012 n  163
Ott 19, 2020 58

Legge 31 agosto 2012 n. 163

Legge 31 agosto 2012 n. 163 Adesione della Repubblica italiana alla Convenzione internazionale per il controllo dei sistemi antivegetativi nocivi applicati sulle navi, con allegati, fatta a Londra il 5 ottobre 2001, e sua esecuzione. (GU n. 227 del 28-9-2012 - S.O. n.187)______ Con la Legge n.… Leggi tutto
Ott 19, 2020 33

Decreto Legislativo 24 marzo 2011 n. 53

Decreto Legislativo 24 marzo 2011 n. 53 Attuazione della direttiva 2009/16/CE recante le norme internazionali per la sicurezza delle navi, la prevenzione dell'inquinamento e le condizioni di vita e di lavoro a bordo per le navi che approdano nei porti comunitari e che navigano nelle acque sotto la… Leggi tutto
Regolamento  CE  n  782 2003
Ott 19, 2020 85

Regolamento (CE) n. 782/2003

Regolamento (CE) n. 782/2003 Regolamento (CE) n. 782/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 aprile 2003, sul divieto dei composti organostannici sulle navi. (GU n. L 115 del 09/05/2003) In vigore dal 10 maggio 2003, nelle more dell’entrata in vigore della Convenzione AFS, è emanato… Leggi tutto
Ott 19, 2020 32

Decreto 11 maggio 2018

Decreto 11 maggio 2018 Approvazione dell’Accordo per la delega dei compiti di certificazione statutaria all’American bureau of Shipping per le navi registrate in Italia, come previsto dalla «Convenzione AFS» e dal regolamento (CE) n. 782/2003 e successive modifiche e integrazioni. (GU n.183 del… Leggi tutto
Ott 19, 2020 31

Decreto 6 marzo 2018

Decreto 6 marzo 2018 Approvazione dell’Accordo di delega all’American bureau of Shipping dei compiti di certificazione statutaria delle navi registrate in Italia rientranti nel campo di applicazione della «Convenzione Ballast Water". (GU n.183 del 08-08-2018) Collegati[box-note]Decreto 11 maggio… Leggi tutto
Decisione UE 2020 1219
Ago 26, 2020 273

Decisione (UE) 2020/1219

Decisione (UE) 2020/1219 Decisione (UE) 2020/1219 della Commissione del 20 agosto 2020 che autorizza l’Italia ad applicare una proroga di determinati periodi di cui all’articolo 2 del regolamento (UE) 2020/698 del Parlamento europeo e del Consiglio GU L 277/16 del 26.08.2020 _____ Articolo 1… Leggi tutto

Più letti Trasporto

Mag 01, 2017 9336

D.P.R. 4 giugno 1997 n. 448

Decreto del Presidente della Repubblica 4 giugno 1997 n. 448 Regolamento recante norme di attuazione della legge 3 febbraio 1979, n. 67, relativa all'adesione alla Convenzione internazionale sulla sicurezza dei contenitori (CSC) adottata a Ginevra il 2 ottobre 1973, e sua esecuzione.GU n. 301 del… Leggi tutto
D P R  16 dicembre 1992 n  495
Feb 13, 2020 7949

D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495

D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495 Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada. Entrata in vigore del decreto: 1-1-1993(GU n.303 del 28-12-1992 - SO n. 134 ) - Versione aggiornata al 17.06.2019- Versione aggiornata al 17.02.2019- Versione aggiornata al 08.01.2019- Versione… Leggi tutto
Mag 01, 2017 6736

Safe Containers Convention (CSC)

in IMO
Safe Containers Convention (CSC), 2014 Edition The International Convention for Safe Containers, 1972 (CSC 1972) has two goals: - to maintain a high level of safety of human life in the transport and handling of containers by providing acceptable test procedures and related strength requirements;… Leggi tutto
Feb 14, 2017 6227

IGC Code

in IMO
IGC Code The International Code of the Construction and Equipment of Ships Carrying Liquefied Gases in Bulk (IGC Code), adopted by resolution MSC.5(48),has been mandatory under SOLAS chapter VII since 1 July 1986. The IGC Code applies to ships regardless of their size, including those of less than… Leggi tutto