Slide background

Fact sheet INAIL: Tumori di origine professionale

ID 3793 | | Visite: 2290 | News generaliPermalink: https://www.certifico.com/id/3793

Il sistema di monitoraggio per l’identificazione delle neoplasie a bassa frazione eziologica

Pubblicata dall' INAIL una Fact sheet dal titolo: "Il sistema di monitoraggio per l'identificazione delle neoplasie a bassa frazione eziologica"

Si tratta di uno strumento ideato per sensibilizzare, nello specifico, l'utente su specifiche tematiche emergenti in tema di tutela della salute e benessere dei lavoratori negli ambienti di vita e di lavoro ai fini della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali.

Impianto metodologico
La metodologia impiegata è quella degli studi casocontrollo in cui i casi di nuova diagnosi di età compresa tra i 35 ed i 74 anni provengono dagli archivi di patologia informatizzati (Registri tumori, Schede di dimissione ospedaliera e Registri di mortalità) e i controlli sono estratti, mediante un campionamento stratificato per genere e classi di età, dalle anagrafi sanitarie di popolazione. La componente occupazionale per i casi e i controlli viene definita grazie ad una convenzione appositamente siglata tra Inail e Inps, che permette di ricostruire in modo automatico l’intera storia lavorativa (il periodo di lavoro, il nome dell’azienda ed il ramo di
attività economica in cui l’azienda opera) di coloro che hanno lavorato in imprese private con almeno un dipendente. I rischi relativi per genere, sede e comparto produttivo sono stati stimati mediante modelli di regressione logistica.

Risultati
L’attuazione del sistema di monitoraggio dei rischi professionali, così come previsto dall’art. 244, contempla il coinvolgimento dei Centri di riferimento regionale (COR) a bassa frazione eziologica istituiti con delibera regionale, che al momento sono: Lombardia, Lazio, Campania, Marche, Toscana, Calabria. I risultati ottenuti, seppur riferiti a progetti pilota localizzati in aree circoscritte e in periodi diversi, hanno consentito di riconoscere eccessi di rischio noti in letteratura ed altre associazioni suggestive di approfondimento.

Conclusioni
Il quadro di conoscenza dei rischi per le neoplasie occupazionali è ancora incompleto. La sfida futura che si intende perseguire è costituire e/o rafforzare una rete di sorveglianza epidemiologica dei tumori professionali a bassa frazione eziologica, con copertura nazionale, finalizzata ad una rilevazione esaustiva e sistematica dei casi in accordo con i compiti istituzionali degli enti ed i servizi preposti alla prevenzione e la sicurezza dei lavoratori.

Fonte: INAIL

 

Scarica questo file (INAIL_FactSheet_marzo 2017.pdf)INAIL Facts sheetTumori professionaliIT201 kB(517 Downloads)

Tags: Guide Sicurezza INAIL