Slide background

Proposta Linee guida Piano Sicurezza Operatore (PSO) Infrastrutture critiche 2011

ID 11793 | | Visite: 536 | News generaliPermalink: https://www.certifico.com/id/11793

Temi: News

Proposta Linee guida Piano Sicurezza Operatore  PSO  Infrastrutture critiche 2011

Proposta Linee guida Piano Sicurezza Operatore (PSO) Infrastrutture critiche 2011

Con il Decreto Legislativo 11.4.2011 n.61 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 maggio2011 il legislatore italiano recepisce e dà applicazione alla direttiva della Commissione Europea 2008/114/CE relativa alle Infrastrutture Critiche Europee. Tale decreto, al pari della direttiva recepita, prevede l’obbligo, per le predette infrastrutture attualmente ancora in corso di identificazione e designazione, di redigere un Piano di Sicurezza dell’Operatore (PSO).

Nell’appendice “B” del decreto in questione compaiono, in modo sintetico, alcune indicazioni circa gli elementi che il piano in questione deve contenere. Stante la sinteticità di detta appendice, l’AIIC – Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche – ha ritenuto utile istituire un gruppo di lavoro che si occupasse della redazione di un documento che fornisse supporto operativo alla redazione dei vari aspetti del piano stesso, in linea con i dettami della citata appendice “B”.

Ciò anche al fine di indicare uno schema di contenuti che potrà conferire omogeneità e confrontabilità ai piani che verranno redatti a vantaggio, si spera, non solo degli operatori, ma anche alle Autorità pubbliche che avranno l'onere di valutare e approvare tali PSO.

Oltre che per la finalità indicata, il documento potrà essere utile, per una fase di verifica e di confronto, ai responsabili della redazione dei Piani Operativi delle infrastrutture, a chi si avvicina per la la prima volta a questa complessa tematica, a chi ha la responsabilità di predisporre corsi di formazione e aggiornamento su questo argomento di crescente interesse. Il documento proposto non riveste alcun carattere di ufficialità essendo il frutto della professionalità di quanti hanno contribuito alla sua redazione: esso, tuttavia, è a disposizione del Legislatore che potrà eventualmente utilizzarlo per emanare un documento interpretativo del decreto legislativo stesso.
...
segue in allegato

Collegati



Tags: News