Slide background
Slide background
Slide background
Slide background




Convenzione sulle acque di Helsinki 1992

ID 17412 | | Visite: 3020 | Legislazione acquePermalink: https://www.certifico.com/id/17412

Water Convention 1992

Convenzione sulle acque di Helsinki 1992 / (Water Convention 1992) 

ID 17412 | 22.08.2022 / Testo in allegato

Approvazione UE / Ratifica IT

Approvazione UE

Decisione 95/308/CE relativa alla conclusione, a nome della Comunità, della convenzione sulla protezione e l'utilizzazione dei corsi d'acqua transfrontalieri e dei laghi internazionali (GU n. L 186 del 05/08/1995)

Ratifica IT

Legge 12 marzo 1996 n. 171 Ratifica ed esecuzione della convenzione sulla protezione e l'utilizzazione dei corsi d'acqua transfrontalieri e dei laghi internazionali, con allegati, fatta ad Helsinki il 17 marzo 1992. (GU n.76 del 30.03.1996 - SO n. 57)

La Convenzione sulle acque (Convenzione sulla protezione e l'uso dei corsi d'acqua transfrontalieri e dei laghi internazionali / Convention on the Protection and Use of Transboundary Watercourses and  International Lakes) è stata adottata a Helsinki nel 1992 ed è entrata in vigore nel 1996.

La Convenzione è uno strumento giuridicamente vincolante unico che promuove la gestione sostenibile delle risorse idriche condivise, l'attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, la prevenzione dei conflitti e promozione della pace e dell'integrazione regionale.

La Convenzione sulle acque richiede alle parti di prevenire, controllare e ridurre l'impatto transfrontaliero, utilizzare le acque transfrontaliere in modo ragionevole ed equo e garantirne una gestione sostenibile. Le parti che si affacciano sulle stesse acque transfrontaliere devono cooperare stipulando accordi specifici e istituendo organismi comuni. 

In quanto accordo quadro, la Convenzione non sostituisce gli accordi bilaterali e multilaterali per specifici bacini o falde acquifere; ne favorisce invece l'istituzione e l'attuazione, nonché l'ulteriore sviluppo.

La Convenzione è stata originariamente negoziata come quadro regionale per la regione paneuropea. A seguito di una procedura di modifica, da marzo 2016 tutti gli Stati membri dell'ONU possono aderirvi. Il Ciad e il Senegal sono diventati le prime parti africane nel 2018.

Successivamente, il Ghana ha aderito nel 2020 ed è stato seguito da Guinea-Bissau e Togo nel 2021. L'adesione di questi paesi offre nuove prospettive per una maggiore cooperazione transfrontaliera nell'Africa subsahariana, prevenzione dei conflitti e stabilità regionale.

La Convenzione sull'acqua è un potente strumento per promuovere e rendere operativo il raggiungimento dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e dei suoi SDG. 

Sostiene direttamente l'attuazione dell'obiettivo 6.5, che richiede a tutti i paesi di attuare una gestione integrata delle risorse idriche, anche attraverso la cooperazione transfrontaliera, a seconda dei casi. 

La Convenzione e il suo programma di lavoro sono rilevanti anche per altri SDG, come tutti gli altri obiettivi dell'obiettivo, ma anche: obiettivi 2, 7, 13, 15, 16, 17 e obiettivo 11.5.
...
segue in allegato

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Water Convention 1992 Consolidato 2013.pdf)Water Convention 1992 Consolidato 2013
 
EN429 kB168
Scarica questo file (Water Convention 1992.pdf)Water Convention 1992
 
EN42 kB163

Tags: Ambiente Acque

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Linee guida analisi climatica e valutazione vulnerabilit  regionale e locale
Lug 18, 2024 65

Linee guida analisi climatica e valutazione vulnerabilità regionale e locale

Linee guida, principi e procedure standardizzate per l’analisi climatica e la valutazione della vulnerabilità a livello regionale e locale ID 22284 | 18.07.2024 / In allegato Integrare l’adattamento agli effetti dei cambiamenti climatici nelle politiche regionali e locali Le “Linee Guida, principi… Leggi tutto
Lug 18, 2024 70

Regolamento di esecuzione (UE) 2024/1957

Regolamento di esecuzione (UE) 2024/1957 ID 22278 | 18.07.2024 Regolamento di esecuzione (UE) 2024/1957 della Commissione, del 17 luglio 2024, che modifica il regolamento di esecuzione (UE) 2022/1941 per quanto riguarda il divieto di introduzione, spostamento, detenzione, moltiplicazione o rilascio… Leggi tutto
Decisione di esecuzione  UE  2024 1956
Lug 17, 2024 67

Decisione di esecuzione (UE) 2024/1956

Decisione di esecuzione (UE) 2024/1956 ID 22269 | 17.07.2024 Decisione di esecuzione (UE) 2024/1956 della Commissione, del 16 luglio 2024, che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2016/2323 che istituisce l'elenco europeo degli impianti di riciclaggio delle navi a norma del regolamento (UE) n.… Leggi tutto
Specie aliene nei nostri mari 2024
Lug 15, 2024 90

Specie aliene nei nostri mari

Specie aliene nei nostri mari / Opuscolo ISPRA 2024 ID 22261 | 15.07.2024 / In allegato La biodiversità del Mar Mediterraneo è in continua evoluzione, colonizzato da specie in espansione di areale che arrivano attraverso corridoi naturali, come lo Stretto di Gibilterra, e da specie non indigene o… Leggi tutto
Lug 11, 2024 147

Legge 29 ottobre 1987 n. 441

Legge 29 ottobre 1987 n. 441 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 agosto 1987, n. 361, recante disposizioni urgenti in materia di smaltimento dei rifiuti. (GU n.255 del 31.10.1987) Collegati
Decreto-Legge 31 agosto 1987 n. 361
Leggi tutto
Lug 11, 2024 113

Decreto-Legge 31 agosto 1987 n. 361

Decreto-Legge 31 agosto 1987 n. 361 Disposizioni urgenti in materia di smaltimento dei rifiuti. Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 ottobre 1987, n. 441 (in G.U. 31/10/1987, n.255). (GU n.203 del 01.09.1987)______ Aggiornamenti all'atto 31/10/1987 LEGGE 29 ottobre 1987, n.… Leggi tutto

Più letti Ambiente