Slide background
Slide background
Slide background
Slide background




Emendamento di Doha del Protocollo di Kyoto

ID 17324 | | Visite: 969 | Legislazione AmbientePermalink: https://www.certifico.com/id/17324

Emendamento di Doha

Emendamento di Doha del Protocollo di Kyoto / Allegato

ID 17324 | 11.08.2022 / In allegato

Doha amendament to the Kyoto Protocol EN
Emendamento DOHA al Protocollo di Kyoto IT

Le Parti del Protocollo di Kyoto hanno adottato un emendamento al Protocollo di Kyoto con la decisione 1/CMP.8 in conformità con gli articoli 20 e 21 del Protocollo di Kyoto, nell'ottava sessione della Conferenza delle Parti che funge da riunione delle Parti al Protocollo di Kyoto (CMP) tenutosi a Doha, in Qatar, l' 8 dicembre 2012.

Il 21 dicembre 2012, questo "Emendamento di Doha" è stato diffuso dal Segretario Generale delle Nazioni Unite in qualità di depositario di tutte le Parti del Protocollo di Kyoto. È possibile trovare la notifica del depositario qui.

Ai sensi dell'articolo 21, paragrafo 7, e dell'articolo 20, paragrafo 4, del Protocollo di Kyoto, l'emendamento è subordinato all'accettazione delle Parti del Protocollo di Kyoto.

Conformemente all'articolo 20, paragrafo 4, del Protocollo di Kyoto, l'emendamento entra in vigore per le Parti che lo abbiano accettato il novantesimo giorno successivo alla data di ricezione da parte del Depositario di uno strumento di accettazione da parte di almeno tre quarti delle Parti del Protocollo di Kyoto. Ciò significa che per l'entrata in vigore dell'emendamento sono necessari un totale di 144 strumenti di accettazione (esclusa l'Unione Europea).

Note
_______

Ratifica EU / IT

L’UE ha approvato l’emendamento di Doha con la Decisione 2015/1339/UE (GU L 207 del 4.8.2015).

L’Italia ha ratificato l’emendamento di Doha con la Legge 3 maggio 2016, n.79 (GU 121 del 25.05.2016).
_______

Sintesi obiettivi

Trattato Periodo d’impegno Riduzione emissioni UE
Protocollo di Kyoto (COP3) 2008-2012 UE_15 dell’8% (1990)
Emendamento di Doha (COP18) 2013-2020 UE_27 del 20%  (1990)

Il Protocollo di Kyoto: il secondo periodo d’impegno 2013-2020

Nel 2012, è stato raggiunto un accordo tra le Parti circa la prosecuzione del protocollo di Kyoto attraverso l’emendamento di Doha, che fissa impegni di riduzione dei Paesi industrializzati per il periodo 2013-2020. L’Italia ha depositato il proprio strumento di ratifica il 18 luglio 2016.

L’Emendamento di Doha è entrato in vigore il 31 dicembre 2020, con 147 Paesi che lo hanno ratificato. Gli Stati Membri dell’Unione Europea hanno informato6 il segretariato UNFCCC di voler adempiere ai propri impegni relativi al secondo periodo d’impegno del Protocollo di Kyoto congiuntamente. Il Consiglio Europeo nella primavera del 2007 aveva sancito la necessità che l’Unione avviasse una transizione verso un’economia a basso contenuto di carbonio attraverso un approccio integrato tra le politiche attuate per la riduzione dei gas a effetto serra e le politiche energetiche.

Il Consiglio si è, pertanto, impegnato a raggiungere, entro il 2020, i seguenti obiettivi:

- riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra del 20% rispetto ai livelli del 1990;
- riduzione dei consumi energetici del 20% rispetto allo scenario business as usual;
- produzione di energia da fonti rinnovabili pari al 20% dei consumi energetici dell’Unione europea;
- uso dei biocombustibili per il 10% della quantità di combustibile utilizzato nel settore dei trasporti.
_______

Per approfondimenti si veda news: Il protocollo di Kyoto

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Doha amendament to the Kyoto Protocol EN.pdf)Doha amendament to the Kyoto Protocol
(GU L 207/6 - 4.8.2015)
EN357 kB183
Scarica questo file (Emendamento DOHA al Protocollo di Kyoto IT.pdf)Emendamento DOHA al Protocollo di Kyoto
(GU L 207/6 - 4.8.2015)
IT358 kB107
Scarica questo file (Emendamento di Doha del Protocollo di Kyoto.pdf)Emendamento di Doha del Protocollo di Kyoto
08.12.2012
EN874 kB29
Scarica questo file (Ratifica Italia 2016.pdf)Ratifica Italia 2016
Emendamento di Doha del Protocollo di Kyoto
EN59 kB29

Tags: Ambiente Emissioni Clima

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Aggiornamento delle modalit  di calcolo delle emissioni navali
Gen 27, 2023 30

Aggiornamento delle modalità di calcolo delle emissioni navali

Aggiornamento delle modalità di calcolo delle emissioni navali ID 18849 | 27.01.2023 Rapporto ISPRA 382/2023 - Aggiornamento delle modalità di calcolo delle emissioni navali con particolare riferimento all’ambito portuale a livello nazionale e locale Il rapporto sintetizza i risultati di un… Leggi tutto
Decreto n  345 del 18 dicembre 2018
Gen 27, 2023 40

Decreto n. 345 del 18 dicembre 2018

Decreto n. 345 del 18 dicembre 2018 ID 18848 | 27.01.2023 Decreto del Ministro dell’Ambiente n. 345 del 18 dicembre 2018 Approvazione del Piano degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore dell’aeroporto G.B. Pastine di Ciampino In allegato Leggi tutto
Linea guida ARPAE   Metodologia individuazione MTD BAT di bonifica e messa in sicurezza di siti contaminati
Gen 27, 2023 45

Linea guida ARPAE - Metodologia individuazione MTD/BAT di bonifica e messa in sicurezza di siti contaminati

Linea guida ARPAE - Metodologia individuazione MTD/BAT di bonifica e messa in sicurezza di siti contaminati ID 18846 | 27.01.2023 / Linee guida in allegato Linea guida ARPAE - Rev. 0.0 del 01.03.2020 La Linea Guida è uno strumento di indirizzo per tutti gli operatori coinvolti nei procedimenti… Leggi tutto
Valori limite Antimonio nelle acque consumo umano
Gen 26, 2023 40

Valori limite Antimonio nelle acque consumo umano

Valori limite Antimonio nelle acque consumo umano ID 18788 | 26.01.2023 / In allegato Informazioni generali L’antimonio elementare viene utilizzato per formare leghe molto forti con il rame, il piombo e lo stagno. I composti dell’antimonio hanno diversi usi terapeutici (malattie parassitarie).… Leggi tutto
Valori limite Acrilammide nelle acque consumo umano
Gen 26, 2023 46

Valori limite Acrilammide nelle acque consumo umano

Valori limite Acrilammide nelle acque consumo umano ID 18787 | 26.01.2023 / In allegato Informazioni generali L’acrilammide è usata come intermedio chimico o come monomero nella produzione di poliacrilammide, ed ambedue sono usate per il trattamento dell’acqua destinata al consumo umano.… Leggi tutto
Valori limite nichel nelle acque consumo umano
Gen 25, 2023 94

Valori limite nichel nelle acque consumo umano

Valori limite nichel nelle acque consumo umano ID 18772 | 25.01.2023 / In allegato Informazioni generali Il nichel è un metallo argenteo, appartenente al gruppo del ferro; è duro, malleabile e duttile. Circa il 65% del nichel consumato nel mondo occidentale viene impiegato per fabbricare acciaio… Leggi tutto
Valori limite manganese nelle acque consumo umano
Gen 25, 2023 105

Valori limite manganese nelle acque consumo umano

Valori limite manganese nelle acque consumo umano ID 18768 | 25.01.2023 / In allegato Informazioni generali Il manganese è uno dei metalli più abbondanti sulla crosta terrestre, frequentemente associato al ferro. Viene utilizzato per la produzione di leghe di ferro e acciaio, per la confezione di… Leggi tutto

Più letti Ambiente