Slide background
Slide background
Slide background
Slide background




Proposta di nuova direttiva tutela penale dell’ambiente

ID 15214 | | Visite: 1468 | News ambientePermalink: https://www.certifico.com/id/15214

Proposta di nuova direttiva tutela penale dell ambiente

Proposta di nuova direttiva tutela penale dell’ambiente 

Proposta di Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sulla tutela penale dell'ambiente e che sostituisce la direttiva 2008/99/CE

Brussels, 15.12.2021 COM(2021) 851 final

...

L'attuale legislazione dell'UE che prevede norme minime comuni per criminalizzare i reati ambientali è la direttiva 2008/99/CE sulla protezione dell'ambiente attraverso il diritto penale.

La Commissione ha valutato la direttiva nel 2019/20 e ha pubblicato i suoi risultati in ottobre 2020. Ha rilevato che la direttiva non ha avuto molto effetto sul campo: negli ultimi 10 anni il numero di casi di reati ambientali indagati e condannati con successo rimasto molto basso. Inoltre, i livelli di sanzione imposti erano troppo bassi per essere dissuasivi e la cooperazione transfrontaliera non si è svolta in modo sistematico.

La valutazione ha riscontrato notevoli lacune nell'applicazione in tutti gli Stati membri e a tutti i livelli di la catena di esecuzione (polizia, pubblica accusa e tribunali penali). Ha anche individuato carenze negli Stati membri in termini di risorse, conoscenze specialistiche, consapevolezza, priorità, cooperazione e condivisione delle informazioni e ha riscontrato che non esistevano strategie nazionali generali combattere la criminalità ambientale coinvolgendo tutti i livelli della catena di contrasto e un approccio multidisciplinare. Inoltre, la mancanza di coordinamento tra amministrazione e l'applicazione del diritto penale e le sanzioni spesso ostacolano l'efficacia.

È stato inoltre rilevato che la mancanza di dati statistici affidabili, accurati e completi sui procedimenti per reati ambientali negli Stati membri non solo hanno ostacolato l'azione della Commissione valutazione, ma impedisce anche ai responsabili politici e ai professionisti nazionali di monitorare la efficacia delle loro misure.

Sulla base dei risultati della valutazione, la Commissione ha deciso di rivedere la direttiva. 

Il programma di lavoro della Commissione prevede una proposta legislativa per la revisione della direttiva a dicembre 2021.

Si propone di sostituire la direttiva 2008/99/CE.

Per affrontare i problemi individuati, la proposta ha sei obiettivi.

1. Migliorare l'efficacia delle indagini e dell'azione penale aggiornando l'ambito di la direttiva.
2. Migliorare l'efficacia delle indagini e delle azioni penali chiarendo o eliminare i termini vaghi utilizzati nelle definizioni di reato ambientale.
3. Garantire tipi e livelli di sanzioni efficaci, dissuasivi e proporzionati per crimine ambientale.
4. Promuovere indagini e azioni penali transfrontaliere.
5. Migliorare il processo decisionale informato sui reati ambientali migliorando raccolta e diffusione di dati statistici.
6. Migliorare l'efficacia operativa delle catene nazionali di applicazione per promuovere indagini, azioni penali e sanzioni.

La proposta legislativa sarà ora trasmessa al Parlamento europeo e al Consiglio europeo.

...

Fonte: CE

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Proposta di nuova direttiva tutela penale dell’ambiente.pdf)Proposta di nuova direttiva tutela penale dell’ambiente
CE 15.12.2021
IT999 kB246

Tags: Ambiente Rifiuti Flora e Fauna

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Raccomandazione  UE  2024 1722
Giu 19, 2024 75

Raccomandazione (UE) 2024/1722 della Commissione del 17.06.2024

Raccomandazione (UE) 2024/1722 | Recepimento nuova direttiva sull'efficienza energetica ID 22089 | 19.06.2024 Raccomandazione (UE) 2024/1722 della Commissione, del 17 giugno 2024, che stabilisce orientamenti per l’interpretazione dell’articolo 4 della direttiva (UE) 2023/1791 del Parlamento europeo… Leggi tutto
UNMIG databook 2024
Giu 11, 2024 106

UNMIG databook 2024

UNMIG databook 2024 ID 22042 | 11.06.2024 / In allegato La pubblicazione riporta i dati riferiti alle attività 2023 svolte dagli Uffici territoriali dell’UNMIG e dai Laboratori chimici e mineralogici, unitamente ai dati relativi alla situazione in Italia, al 31 dicembre 2023, delle attività di… Leggi tutto
Linee guida per i Soggetti attuatori MASE v2 0 del 07 06 2024
Giu 10, 2024 138

PNRR - Linee guida per i Soggetti attuatori MASE (v2.0 del 07.06.2024)

PNRR - Linee guida per i Soggetti attuatori MASE (v2.0 del 7 giugno 2024) ID 22040 | 10.06.2024 / In allegato Adottata la nuova versione 2.0 delle Linee Guida per i soggetti attuatori - Istruzioni operative per le attività di gestione finanziaria, monitoraggio, rendicontazione e controllo per gli… Leggi tutto
Raccomandazione  UE  2024 1590
Giu 04, 2024 153

Raccomandazione (UE) 2024/1590

Raccomandazione (UE) 2024/1590 ID 21990 | 04.06.2024 Raccomandazione (UE) 2024/1590 della Commissione, del 28 maggio 2024, sul recepimento degli articoli 8, 9 e 10 recanti le disposizioni relative all'obbligo di risparmio energetico della direttiva (UE) 2023/1791 del Parlamento europeo e del… Leggi tutto
Alberi monumentali italia
Giu 03, 2024 153

Alberi monumentali Italia: Brochure Masaf

Alberi monumentali Italia: Brochure Masaf ID 21986 | 03.06.2024 / Brochure allegata Brochure informativa degli Alberi monumentali d'Italia realizzata con lo scopo di illustrare in sintesi cos'è un Albero monumentale e quali sono i criteri per dichiararne la monumentalità, come segnalare un albero… Leggi tutto
Mag 28, 2024 547

Regolamento (UE) 2024/1468

Regolamento (UE) 2024/1468 ID 21940 | 28.05.2024 Regolamento (UE) 2024/1468 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 maggio 2024, che modifica i regolamenti (UE) 2021/2115 e (UE) 2021/2116 per quanto riguarda le norme sulle buone condizioni agronomiche e ambientali, i regimi per il clima,… Leggi tutto

Più letti Ambiente