Centraline oleodinamiche | Marcatura CE

ID 9045 | | Visite: 1063 | Documenti Marcatura CEPermalink: https://www.certifico.com/id/9045

ID 9045

Centraline oleodinamiche | Marcatura CE

ID 9045 | 05.09.2019 

La Marcatura CE delle centraline oleodinamiche coinvolge diverse Direttive di prodotto, la cui applicazione crea spesso dubbi sulla corretta procedura da seguire.

Il presente documento si pone lo scopo di chiarire come analizzare il proprio prodotto al fine di applicare correttamente le seguenti Direttive:

- Direttiva 2006/42/CE Macchine
- Direttiva 2014/68/UE PED
- Direttiva 2014/34/UE ATEX
- Direttiva 2000/14/CE OND
- Direttiva 2011/65/CE RoHS

Per raggiungere lo scopo prefissato vengono, dove necessario, riportati i pareri del CETOP (Comité Européen des Transmissions Oléohydrauliques et Pneumatiques).

Le centraline oleodinamiche hanno moltissime applicazioni e varianti. Le caratteristiche tecnico/progettuali di ogni centralina oleodinamica possono comportare l’applicazione o meno delle Direttive citate nel presente documento.

Utilizzare le indicazioni riportate nel presente documento come linea guida per l’analisi del proprio prodotto.

ATTENZIONE! Analizzare sempre quali Direttive applicare in base alle caratteristiche tecnico/progettuali della propria centralina oleodinamica.

Per la Direttiva 2006/42/CE Macchine (che è sempre applicabile) valutare se "macchina" o "quasi-macchina".

Per la Direttiva 2014/68/UE PED, se applicabile, valutare quale modulo per la certificazione applicare in funzione di PSxV (Vedi anche Nota 1)

Excursus
_________

Una centrale oleodinamica è un insieme di diversi componenti, in cui viene prodotta l’energia meccanica e quindi convertita in pressione dell’olio all’interno del circuito oleodinamico. Una centralina è quindi composta principalmente da un motore, che produce la spinta per mandare in pressione l’olio, e da una pompa immersa dotata di manometro, che mette in pressione il liquido presente nel circuito.

L’olio di lavoro all’interno di un sistema oleodinamico ha numerose funzioni, fra cui trasportare l’energia, attraverso la pressione, dalla centrale al punto di utilizzo, di dissipare il calore e l’attrito grazie alla sua funzione lubrificante. In oleodinamica si utilizzano diversi fluidi di lavoro, principalmente oli minerali o sintetici. Le centrali oleodinamiche sono generalmente dotate di un numero variabile di sensori e misuratori per rilevare pressione, temperatura, livello e altri dati relativi al liquido di lavoro.

Elementi principali (non sempre tutti presenti) di una centralina oleodinamica tipo:

- motore asincrono elettrico trifase;
- accumulatore
- distributore
- pompa immersa;
- lanterna per proteggere il giunto;
- giunto elastico;
- filtro in aspirazione;
- valvola limitatrice di pressione;
- manometro;
- rubinetto per escludere il manometro;
- filtro allo scarico;
- scambiatore di calore;
- tappo di carico;
- indicatore per il livello dell'olio;
- golfari per il sollevamento;
- tappo di scarico serbatoio;
- coperchio.

Nota 1
__________

2. Campo applicazione Direttiva 2006/42/CE Macchine

Si riporta la posizione ufficiale CETOP (Comité Européen des Transmissions Oléohydrauliques et Pneumatiques) in merito all’applicazione della Direttiva 2006/42/CE Macchine nell’industria idraulica.

1 Fluid power components and their classification with regard to the Machinery Directive

This CETOP Position Paper refers to the following products which are covered by the Machinery Directive:

Machinery
Partly completed machinery
-Safety components

Insofar as they fall into the above-mentioned categories, fluid power components are to be classified as described in chapters 1.1 – 1.3. Chapter 1.4 describes the fluid power components which are not covered by the Directive.

1.1  Machinery

The fluid power components listed below are to be treated as machinery within the meaning of the Machinery Directive:

Vacuum pumps
Modules (e.g. feeder units, rotary indexing tables, hydraulic test benches, preassembly machines, hose swaging/crimping machines) if they are placed on the market as ready to use units for a special application
Ready to use (stand-alone) hydraulic power units for a specific application (e. g. filling or cleaning) designed for temporary coupling to fluid systems.

1.2  Partly completed machinery

The fluid power components listed in 1.2.1 and 1.2.2 are not machinery, because they are not assembled for a special application.

They are, however, partly completed machinery, as they are nearly machinery and fulfil the criteria of the first bullet point in article 2, para. a) except for being assembled for a special application, i.e.:

They consist of several parts, at least one of which moves
- They are fitted with or intended to be fitted with a drive system
- They cannot in itself perform a specific application
- They are intended only to be incorporated into (partly completed) machinery

1.2.1 Partly completed pneumatic machinery

A partly completed pneumatic machine is an arrangement of several modules or components with frame, actuator and power control valve which is not ready to be used, e. g. feeder units and rotary indexing tables intended to be incorporated into or assembled with other machinery or other partly completed machinery to build an assembly line.

1.2.2 Partly completed hydraulic machinery

In accordance with article 2 g) a drive system is partly completed machinery. Accordingly, a hydraulic power unit, e. g. consisting of tank, prime mover, pump, hydraulic controls and possibly a hydraulic accumulator, is to be treated as partly completed machinery.


__________

Schema riepilogativo

...

segue in allegato

Fonti
Direttiva 2006/42/CE Macchine
Direttiva 2014/68/UE PED
Direttiva 2014/34/UE ATEX
Direttiva 2000/14/CE OND
Direttiva 2011/65/CE RoHS
Guide to application of the machinery directive 2006/42/EC
Guidelines related to the Pressure Equipment Directive 2014/68/EU (PED)

Certifico Srl - IT | Rev. 0.0 2019 
©Copia autorizzata Abbonati

Collegati



Tags: Marcatura CE Abbonati Marcatura CE