Rischio radiazioni ionizzanti bonifica siti - INAIL

ID 2763 | | Visite: 2941 | Guide Sicurezza lavoro INAILPermalink: https://www.certifico.com/id/2763

Il rischio fisico nel settore della bonifica dei siti industriali di origine non nucleare contaminati da radiazioni ionizzanti

L'obiettivo principale di questo lavoro risiede nella possibilità di fornire quelle conoscenze fondamentali necessarie a garantire la sicurezza nelle attività lavorative con radiazioni ionizzanti nel settore industriale non nucleare, evitando la dispersione e la contaminazione ambientale e, quindi, la possibilità di insorgenza di un danno sanitario sull'operatore.

Per come è stato strutturato ed articolato, il presente lavoro cura sia l'aspetto divulgativo, per far conoscere la materia a chi si avvicina per la prima volta, sia l'aspetto tecnico per quegli operatori che si occupano già della sicurezza e della gestione del rischio fisico dovuto a radiazioni ionizzanti durante le attività di bonifica nel settore industriale non nucleare.

Tutti i rischi, compresi quelli dovuti ad agenti fisici, possono essere divisi in due grandi categorie:

1. Rischi per la sicurezza che possono causare danni immediati e infortuni, essi sono intrinseci agli: impianti elettrici, apparecchi a pressione e gas compressi, gas/liquidi criogenici, ecc.;
2. Rischi per la salute che possono produrre effetti negativi sulla salute dell’individuo esposto, malattie professionali (per alcuni agenti anche sulla progenie, per effetto genotossico e teratogeno).

Il d.lgs. 81/20084 e s.m.i, nel Titolo VIII, Capo I all’art. 180, definisce gli agenti fisici che possono comportare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori:

- Rumore
- Ultrasuoni
- Vibrazioni meccaniche
- Campi elettromagnetici
- Radiazioni ottiche artificiali
- Microclima
- Atmosferiche iperbariche.

Anche le radiazioni ionizzanti devono essere annoverate tra quegli agenti fisici che possono comportare elevati rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, ma esse non rientrano nel campo di applicazione del d.lgs. 81/2008 perché sono già oggetto di una normativa specifica di settore come il d.lgs. 230/1995 e s.m.i.

INAIL
Giugno 2016

Radiazioni ionizzanti

Radiazioni ionizzanti sotto controllo: nuove norme ISO



Tags: Sicurezza lavoro Rischio radiazioni artificiali