Slide background

Prevenzione Incendi carrozzerie e officine autoveicoli

ID 4713 | | Visite: 1915 | Documenti Riservati SicurezzaPermalink: https://www.certifico.com/id/4713

Prevenzione Incendi carrozzerie e officine riparazione autoveicoli

Le possibili attività soggette prevenzione incendi, in generale, potrebbero essere, anche in forma congiunta:

- n. 14 (verniciatura),
- n. 53 (officine >300 m2),
- n. 74 (forni/riscaldamenti),

altre da esaminare (vedi tutte), del
D.P.R. 151/2011.

Per esse si deve adottare la procedura prevista alla lettera A dell’allegato I al DM 07/08/2012 per le attività non normate.

Quadro attività

1. Attività soggette

Il DPR n.° 151 del 1° agosto 2011, abrogando il vecchio DM 16 febbraio 1982, ha individuato le seguenti possibili attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, per il rilascio del CPI (Certificato prevenzione incendi):

Attività n. Descrizione
14 Officine o laboratori per la verniciatura con vernici infiammabili e/o combustibili con oltre 5 addetti.
53 Officine per la riparazione di:
- veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie coperta superiore a 300 m2;
74 Impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 kW


2. Correlazione tra DPR n.° 151 del 1° agosto 2011 e DM 16 febbraio 1982

N.

ATTIVITÀ
(DPR 151/2011)

CATEGORIA 

N.

ATTIVITA'
(DM 16/02/82)

A

B

C

14

Officine o laboratori per la verniciatura con vernici infiammabili e/o combustibili con oltre 5 addetti.

 

Fino a 25 addetti

Oltre 25
addetti

21

Officine o laboratori per la verniciatura con vernici infiammabili e/o combustibili con oltre 5 addetti

Principali differenze fra le attività di equiparazione

Non vi sono differenze fra le due attività.

 

N.

ATTIVITÀ

(DPR 151/2011)

CATEGORIA 

N.

ATTIVITA'
(DM 16/02/82)

A

B

C

53

Officine per la riparazione di:

- veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie coperta superiore a 300 m2;

 

a) officine per veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie fino a 1.000 m2

a) officine per veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie superiore a 1.000 m2

72

Officine per la riparazione di autoveicoli con capienza superiore a 9 autoveicoli; officine meccaniche per lavorazioni a freddo con oltre venticinque addetti

Principali differenze fra le attività di equiparazione

La nuova attività, che contempla solo la prima parte della ex 72 (la seconda viene inserita nella nuova att. 54), modifica il parametro per determinare l’assogettabilità ai controlli di prevenzione incendi, sostituendo, per le officine di autoveicoli, i “9 autoveicoli” con “300 m2” di superficie coperta dell’officina; introduce le officine per la riparazione di materiale rotabile ferroviario, tramviario e di aeromobili, di superficie superiore a 1.000 m2.

3. Procedura richiesta CPI

D.M. 7 Agosto 2012

Attività non normate - Procedura prevista alla lettera A dell’allegato I al DM 07/08/2012.

4. Norme generali

Decreto Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151

Decreto 3 agosto 2015: Testo Unico di Prevenzione Incendi (RTO)

5. Chiarimenti VVF

In particolare alcuni chiarimenti applicabili sono:

Data Chiarimento Descrizione

15 febbraio 1986

D.M. 1 Febbraio 1986

Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e l'esercizio di autorimesse e simili

07/03/2003 Lettera Circolare 07/03/03, n° P324/4147 sott. 12 Impianti di verniciatura utilizzanti vernici infiammabili o combustibili.  Normativa di prevenzione incendi applicabile.
22/08/2006 Lettera Circolare 22/08/06, DCPST, n° 6651 Disposizioni comunitarie riguardanti la sicurezza in caso d’incendio. Nota informativa sulle direttive 90/396/CEE “Gas”, 94/9/CE “ATEX”, 97/23/CE “PED”, 98/37/CE e 2006/42/CE “Macchine”, 95/16/CE “Ascensori”. Indicazioni applicative.
21/05/2013 CHIARIMENTO 21/05/13, n° 6959 Rinvii al D.M. 16/02/1982 effettuati da regole tecniche di prevenzione incendi.
01/02/2000 CHIARIMENTO 01/02/00, n° P27/4108 sott. 22(21) Assoggettabilità ai controlli di prevenzione incendi delle officine per la riparazione di natanti ed aeromobili.
12/03/2015 CHIARIMENTO 12/03/15, n° 3043 Quesito in materia di prevenzione incendi - Assoggettabilità attività di gommista - Riscontro
11/12/1985 Circolare 11/12/85, n° 36 Prevenzione incendi: chiarimenti interpretativi di vigenti disposizioni e pareri espressi dal Comitato centrale tecnico scientifico per la prevenzione incendi su questioni e problemi di prevenzione incendi.
14/01/1975 Circolare 14/01/75, n° 3 Deroga in via generale all’art. 91 del decreto ministeriale 31 luglio 1934.

6. Formazione antincendio

07/04/1998 DM 10 Marzo 1998 Art. 2 - Valutazione dei rischi di incendio - Rischio medio 
Art. 6 - Designazione degli addetti al servizio antincendio (Rischio medio)

7. Piano di emergenza

07/04/1998 DM 10 Marzo 1998 Art. 5 - Gestione dell'emergenza in caso di incendio (Piano di emergenza - SI)


Collegati

Scarica questo file (Quesiti Autorimesse v3.pdf)Quesiti Autorimesse v3VVF 2015IT358 kB(291 Downloads)
Scarica questo file (Lettera circolare 07 marzo 03 n. P324-4147 sott. 12.pdf)Lettera circolare 07 marzo 03 n. P324-4147 sott. 12Impianti verniciaturaIT106 kB(372 Downloads)

Tags: Sicurezza lavoro Prevenzione Incendi

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Feb 18, 2018 12

Nota DCPREV prot. n. 8879 del 4 luglio 2012

Nota DCPREV prot. n. 8879 del 4 luglio 2012 OGGETTO: Sistemi di protezione attiva antincendio a Sprinkler realizzati secondo norme di riferimento diverse dalla EN 12845. In riferimento ai quesiti pervenuti con le note indicate a margine ed inerenti l'argomento in oggetto, sentite al riguardo le… Leggi tutto
Manuale Sicurezza settore refrattari
Feb 16, 2018 48

Manuale per la Sicurezza nel settore Refrattari

Manuale per la Sicurezza nel settore Refrattari Il Manuale Refrattari esce per ora come documento tecnico, elaborato da un Gruppo di lavoro di esperti che rappresentano le aziende associate a Confindustria Ceramica. I Manuali per la Sicurezza si contraddistinguono per il metodo rigoroso e per la… Leggi tutto
Cheope CLP
Feb 16, 2018 65

La Metodologia CHEOPE-CLP VR chimico

La Metodologia CHEOPE-CLP VR chimico Dall’entrata in vigore del D. Lgs. 626/94, ormai più di 16 anni fa, l’approccio alla sicurezza e igiene del lavoro basato sulla valutazione del rischio è entrato nella mentalità di tutti gli operatori del settore e, di conseguenza, nel modo di gestire questi… Leggi tutto
Sentenze cassazione penale
Feb 16, 2018 63

Cassazione Penale Sent. Sez. 3 Num. 7009 | 14 Febbraio 2018

Lavori di saldatura: mancanza idoneo impianto di aspirazione per la cattura dei fumi Cassazione Penale Sez. 3 del 14 febbraio 2018 n. 7009 Penale Sent. Sez. 3 Num. 7009 Anno 2018Presidente: ROSI ELISABETTARelatore: MACRI' UBALDAData Udienza: 30/11/2017 [panel]Fatto1. Con sentenza in data 27.4.2017… Leggi tutto
Rettifica direttiva  2017 2398
Feb 14, 2018 59

Rettifica direttiva (UE) 2017/2398

Rettifica direttiva (UE) 2017/2398 Rettifica della direttiva (UE) 2017/2398 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2017, che modifica la Direttiva 2004/37/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il… Leggi tutto

Più letti Sicurezza

Ott 11, 2017 44181

Modello Piano Operativo Sicurezza POS compilabile

Modello Piano Operativo di Sicurezza POS compilabile Formato doc Il Piano Operativo di Sicurezza (P.O.S.) è il documento che un datore di lavoro deve redigere prima di iniziare le attività operative in un cantiere temporaneo o mobile di cui all'articolo 89, lettera h ed i cui contenuti minimi sono… Leggi tutto
Gen 09, 2018 17665

UNI EN 689:1997 Guida Valutazione esposizione per inalazione

UNI EN 689:1997 Valutazione del rischio chimico La norma UNI EN 689:1997 è la principale norma tecnica di riferimento per la valutazione del rischio chimico nei luoghi di lavoro. Tale norma indica strategie e metodologie per misurare la concentrazione degli agenti chimici, mettere in… Leggi tutto